Home News Mia, la gatta con gli occhi sempre “tristi”: finalmente arriva la felicità

Mia, la gatta con gli occhi sempre “tristi”: finalmente arriva la felicità

Mia, la gatta con gli occhi sempre “tristi” trova la felicità dopo un lungo volo: ma non è davvero un felino triste.

Gatta Mia Occhi Tristi
La gatta mia nasce con gli occhi “tristi” (Fonte Facebook)

Si fa presto a giudicare la tristezza di qualcuno oggi. Anche attraverso la propria forma fisica. Ma dietro ogni aspetto, c’è una storia, c’è un percorso di vita, c’è lo stesso cammino in atto. Dovremmo, quindi, giudicare di meno.

Giudicare di meno e comprendere di più. Il grande solto richiesto a questa società che tanto corre e poco si ferma. Ma quando si ferma… lo fa alla grande. E una prova di tutto ciò arriva proprio dal mondo animale. Che spesso nasconde mondi incantati.

Mondi incantati perché i nostri amici a quattro zampe, proprio per la loro mancanza di dialogo e parola, scoprono subito un mondo sublime attraverso il loro sguardo. Non sempre però, gli occhi (anche nel loro caso) ci dicono la verità. Come nel caso della gatta Mia.

Gli occhi sembrano sempre tristi: ma la gatta Mia ha da dare tutt’altro a chi le vuole bene

razze di gatti con occhi tondi
Dei gatti nati con gli occhi a palla (Foto AdobeStock)

Il giudizio e il pregiudizio sono davvero una due brutte rogne che sono andate, sempre di più, a infiltrarsi nelle nostre teste. Per fortuna non sempre è così. E la gatta Mia lo può confermare con la sua stessa storia.

LEGGI ANCHE >>> Razze di gatti con occhi tondi: esemplari dallo sguardo espressivo

Nata con degli occhi troppo grandi e a palla, con lo sguardo rivolto all’ingiù, sembra essere triste. Ma quel sembra è, appunto, solo un giudizio. Mia è stata salvata da piccola, da quando, per darla a una coppia, è stata tolta alla madre in tenera età.

Quando i proprietari si sono accorti che non stava bene l’hanno abbandonata per sempre. In quel momento è intervenuta una donna di nome Laila, fondatrice della Winston Memorial Foundation in Kuwait. L’ha presa con sé e l’ha portata a casa per farla crescere in serenità, assieme alla sua cagnolina di nome Leya, che l’ha accudita fin dal primo minuto.

Gli occhi con lo sguardo rivolto all’ingiù non sono mai stati problemi. Il vero problema erano le condizioni di salute della piccola Mia fin da quando era nata. Ma l’attenzione di Laila e Leya hanno fatto sì che tornasse a vivere, passo dopo passo, giorno dopo giorno, mese dopo mese.

LEGGI ANCHE >>> Forme e colori degli occhi del gatto: ecco quali sono

Da pochi giorni è volata a Washington, dove ad attenderla c’era una famiglia che ha deciso di prenderla con sé. Dopo l’ingresso in casa ha trovato anche un altro gatto che è da subito diventato un suo fratellino.

Davide Garritano