Home Cavalli Quanto costa un cavallo e come acquistarlo

Quanto costa un cavallo e come acquistarlo

CONDIVIDI

Quanto costa un cavallo, dove e come acquistarlo e cosa comporta. Le spese da prevedere per evitare brutte sorprese

quanto costa cavallo

L’acquisto di un cavallo è un impegno importante sia da un punto di vista del tempo e delle cure da dedicare all’animale che economico.

Nell’acquisto di un cavallo ci sono numerosi fattori da considerare: l’età del cavallo, la razza, la doma, il tipo di addestramento. A questo costo, dovranno aggiungersi le spese per il mantenimento che variano in base alle necessità dell’animale in maneggio o in un terreno privato, la pulizia quotidiana, spese veterinarie, ferrature, alimentazione, accessori e tutto l’occorrente.

Quanto costa un cavallo

I prezzi per un cavallo di razza e in buona salute variano dai 3 agli 8 mila euro.

Se il cavallo è stato poi addestrato per determinate discipline, il prezzo sale tranquillamente anche a 10/15 mila euro arrivando anche a 20mila per un cavallo da corsa o da salto ad ostacoli, da dressage già perfettamente addestrati.

>>Le diverse discipline dell’equitazione: lo sport a cavallo

Cavalli costosi

I cavalli più costosi sono cavalli di razza e addestrati per alcune discipline agonistiche o con finalità riproduttive.
– purosangue inglesi, purosangue arabi e mezzosangue
– stalloni

Cavalli meno costosi

– cavalli maschi castrati sono meno costosi dei cavalli stalloni.
– cavalli incrociati o più anziani, cavalli a fine carriera agonistica o fattrici ritirate dall’attività riproduttiva.
– cavallo ritirato dall’attività sportiva agonistica per un difetto fisico che non può più partecipare a competizioni ma che si rivela ottimo come animali da compagnia o per il passeggio.

Costo di un puledro

Il costo di un puledro appena svezzato, circa 6 mesi, è meno impegnativo rispetto ai puledri in fase di doma.

Al di sotto di un anno, un puledro costa dai 1000 ai 3mila euro in base alla razza.

A questo prezzo si dovrà aggiungere il costo della doma che varia dai 250 ai 500 euro al mese. Di norma sono necessari almeno due/tre mesi di doma.

>>Razze di cavalli ideali per le passeggiate
>>Le razze di cavalli più alti: ideali per il salto ostacolo

Scelta del cavallo

Valutare il tipo di cavallo desiderato anche in base alla disciplina e alle attività da svolgere. L’altezza, il sesso, l’età, le condizioni di salute dell’animale, l’addestramento, la razza, il colore, pedigree.

Dove trovare il cavallo

Rivolgersi a centri ippici, maneggi per il passaparola ed effettuare ricerche su internet, annunci locali, nazionali, gruppi social o allevamenti specifici.

Valutare il cavallo

Nella ricerca del cavallo dopo aver individuato l’esemplare idoneo, valutare diverse domande per confermare tutte le caratteristiche.

  • storia del cavallo
  • pedigree
  • attività agonistica del cavallo
  • condizione di salute, cure veterinari
  • vizi del cavallo (mordere, scalciare, opporsi, rifiutarsi)
  • abitudini del cavallo
  • attitudine in passeggiata, in mezzo al traffico, sull’asfalto
  • il modo in cui il cavallo è stato gestito (stalla, paddock, tipo di monta, allenamento)
  • documenti regolari, iscrizione all’anagrafe
  • timori del cavallo nel trasporto

Visita del veterinario

Prima di confermare l’acquisto effettuare almeno due visite con un veterinario di fiducia. Verificare tutte le condizioni di salute del cavallo, anche sotto sforzo.

Montare il cavallo

Tra le altro prove sicuramente, montare il cavallo è fondamentale per stabilire se vi sia un feeling con l’animale e il livello richiesto. La prova dovrebbe essere effettuata almeno per una o due settimane in modo da stabilire il rapporto con il cavallo e imparare a conoscerlo.

Trasporto del cavallo

Oltre al costo dell’animale, delle visite veterinari da sostenere, all’acquisto bisogno aggiungere le spese di trasporto dell’animale. Il costo minimo da una regione all’altra si aggira sui 250 euro.

Preparare l’arrivo del cavallo

Prima dell’acquisto è bene valutare tutte le esigenze dell’animale e ma anche il livello del cavaliere.

– scelta del luogo dove dovrà stare l’animale (struttura o terreno)
– gestione del cavallo
– pronto soccorso – contatto con veterinario di fiducia
– maniscalco
– produttori di fieno, mangimi

Leggi sulla detenzione di un cavallo

Le leggi sulla detenzione del cavallo possono variare da comune in comune e da regione.

Avere conoscenza delle leggi locali, sulla responsabilità per la detenzione di equini, sulle tasse locali sul bestiame che può riprodursi e sulle leggi antincendio per le stalle.

Avere un cavallo al maneggio comporta una spesa mensile di 200 euro minimo.

Per quanto riguarda il cavallo in un terreno privato di proprietà sarà necessario possedere:

  • codice aziendale (la richiesta va effettuata alla asl veterinaria)
  • registro di carico/scarico vidimato dal Servizio Veterinario per documentare le movimentazioni del cavallo
  • libretto del cavallo per trattamenti medici

 Acquisti iniziali

La spesa varia se il cavallo sarà portato in un maneggio o in un terreno privato.

  • Gli accessori indispensabili sono: briglie, sella, sottosella, cavezza, kit per la pulizia del cavallo
  • Kit pronto soccorso: antifiammatori, anticoliche, disinfettanti
  • secchi per il cibo e l’acqua
  • cibo per cavalli (fieno e altri tipi di foraggio)
  • spese extra per il recinto e la tettoia

 Acquisto del cavallo

Una volta conclusi tutti i dovuti accertamenti l’acquisto si potrà effettuare in diverse modalità con un primo acconto per bloccare il cavallo e saldo alla consegna dell’animale.
Ricordarsi di effettuare il passaggio di proprietà e la sua registrazione alla Asl veterinaria.

Ti potrebbe interessare anche:

>>Come scegliere e acquistare il primo cavallo
>>Gli accessori indispensabili per prendersi cura del cavallo
>> Lo spazio adeguato per il cavallo: dal paddock al box
>> Razze equine: come distinguerle, morfologia e manto

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI