Home News Rifiutato dalla madre, cucciolo di scimpanzé trova conforto in un peluche

Rifiutato dalla madre, cucciolo di scimpanzé trova conforto in un peluche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:38
CONDIVIDI

Un cucciolo di scimpanzé appena nato è stato rifiutato dalla madre. Il piccolo, ormai orfano, ha trovato conforto in una scimmia di peluche

cucciolo scimpanzé rifiutato madre
Il cucciolo di scimpanzé rifiutato dalla madre con il suo peluche (Foto Twitter)

I cuccioli hanno sempre bisogno di amore, soprattutto da parte dei loro genitori. Purtroppo però al piccolo di cui stiamo per raccontare tale affetto è stato negato. Questo cucciolo di scimpanzé appena nato è rimasto orfano perché sua madre lo ha rifiutato.

Potrebbe interessarti anche: Una piccola scimmia viene abbandonata dalla madre: il toccante video

Rifiutato dalla madre: la storia di un cucciolo di scimpanzé

cucciolo scimpanzé
Il cucciolo di scimpanzé mentre viene allattato (Foto Twitter)

La vicenda è accaduta più di un anno fa in Spagna, precisamente in uno zoo di Malaga. Un cucciolo di scimpanzé, a cui è stato dato il nome di Djibril, è rimasto orfano a causa del rifiuto di sua madre.

La mamma, il cui nome è Kika, ha avuto un passato difficile. Salvata da un circo gestito da proprietari crudeli, l’animale non ha sviluppato notevoli doti relazionali e ancora meno l’istinto materno, così ha abbandonato il piccolo alla nascita.

Ma il neonato non poteva cavarsela da solo, così gli è stata cercata una nuova mamma a cui poterlo affidare. Nel frattempo i dipendenti hanno avuto il ruolo di sostituirsi alla madre, allevandolo e prendendosi cura di lui. Durante questo periodo delicato il cucciolo ha trovato conforto in una scimmia di peluche.

Potrebbe interessarti anche: Il video dello Scimpanzé che gioca con il suo cucciolo commuove il web

scimpanzé
Djibril e la sua nuova mamma (Foto Twitter)

Dopo circa 16 mesi, il Bioparc di Valencia si è proposto di prendere in custodia l’animaletto. Il giardino zoologico ha dato al cucciolo una nuovo posto in cui stare, garantendogli un ambiente molto prossimo al suo habitat naturale.

All’inizio Djibril ha dovuto affrontare un processo di adattamento non semplice. Inoltre allo scimpanzé era stato trovato un genitore adottivo, Malin. Ma la candidata non mostrava particolare affetto verso il piccolo, così l’importante compito è stato affidato ad un’altra grande scimmia del gruppo, Eva.

Nonostante fosse la prima volta che Eva si occupava di un cucciolo, la scimmia ha mostrato subito un forte istinto materno, proteggendo e prendendosi cura di Djibril.
E ora a distanza di un anno, il piccolo ha una nuova vita e una famiglia.

M. L.