Home News Uber, il cane da ricerca scomparso: riappare dopo il presunto rapimento

Uber, il cane da ricerca scomparso: riappare dopo il presunto rapimento

Grande festa per l’improvviso ritorno di Uber, il cane da ricerca dell’Arma era scomparso in circostanze misteriose: restano le ipotesi sul rapimento.

Uber cane scomparso riappare
Uber nelle raffiche (Facebook – Servizio Regionale Cinofili ANC Abruzzo)

Era il 29 luglio scorso quando la preoccupante segnalazione della scomparsa di Uber – il cane da ricerca dell’Arma dei Carabinieri – si poneva come obiettivo, attraverso un appello inoltrato alla comunità di Chieti e tramite la pagina Facebook del Servizio Regionale Cinofili ANC Abruzzo, di ritrovare il quattro zampe dileguatosi un giorno prima in circostanze misteriose.

Uber, il cane da ricerca scomparso: riappare dopo il presunto rapimento

Uber cane scomparso riappare
Uber di nuovo a casa (Facebook – Servizio Regionale Cinofili ANC Abruzzo)

L’accoglienza per il dolcissimo e agile Uber – impegnato a sua volta, come d’addestramento, a ritrovare le persone scomparse,  si è dimostrata sin dai primi istanti. “Si piange di gioia“, sono queste le parole utilizzate dal Servizio Regionale per descrivere il respiro di sollievo che ha caratterizzato il ritorno del pelosetto.

Potrebbe interessarti anche >>>> Donna si occupa degli animali finché non trova una casa per loro (Video)

Il ritrovamento di Uber – particolarmente dimagrito e indebolito – è avvenuto nella pressoché medesima zona da cui era scomparso. A riconoscerlo una famiglia che si trovava nella zona intentata nei preparativi di un soleggiato barbecue presto tramutatosi in una metaforica e gioiosa festa di accoglienza. Nonostante le sue condizioni di stanchezza, nulla di grave o visibile sarebbe accaduto a Uber, il quale starebbe dimostrano in questi giorni di riprendersi in fretta sotto gli occhi apprensivi e finalmente rassicurati della sua squadra.

Nulla esclude che si possa essere trattato di un potenziale rapimento, e che dunque il quattro zampe possa essere stato intenzionalmente prelevato e allontanato dal luogo in cui si trovava.

Cosa sia potuto accadere al docile Uber, nei dieci giorni di lontananza dalle sue abitudini, non può che restare ancora un’incognita. “Noi abbiamo supposto diverse ipotesi“, si legge però – al contempo – su Facebook. E, in particolare modo, dal momento che la zona bonificata circostante al luogo dell’addestramento da cui il pelosetto sarebbe scomparso avrebbe permesso di procedere a fondo con le ricerche, ma che – fino almeno allo scorso 9 agosto – sarebbero risultate vane.

Potrebbe interessarti anche >>>> Toby, il cane invade il campo e attira l’attenzione del suo amico – VIDEO

Le ultime immagini, postate in rete, mostrano Uber tra le braccia della sua conduttrice entusiasta di essere nuovamente in sua compagnia e pronta a dirigere, insieme stavolta al suo “super cucciolone“, la loro prossima avventura di ricerca.