Home Pets & Kids Animali che sputano: caratteristiche e curiosità di queste specie

Animali che sputano: caratteristiche e curiosità di queste specie

Animali che sputano, caratteristiche e curiosità di specie capaci di cose uniche, abitudini particolari e gesti fuori dal normale.

(Foto Pixabay)

Difficilmente la natura commette errori, ma talvolta assegna a determinati animali, capacità e requisiti piuttosto bizzarri.

Spesso, infatti, sono dotati di caratteristiche e di abitudini molto particolari ma quasi mai inutili o limitative, anzi al contrario sono peculiarità che li rendono unici.

Ecco perché, oggi, dedicheremo questo articolo agli animali che sputano e andremo a capire il perché di tale gesto per ognuna di queste specie.

Animali che sputano

Gli animali che sputano, sono specie capaci di comportamenti o abitudini piuttosto curiose, per le quali vengono, però, ricordati.

Nel mondo animale, esistono gesti che spesso vengono fraintesi e che vogliono dire tutt’altro.

Gli animali, in generale, agiscono istintivamente e molto spesso solo per paura e non per aggressività innata.

Nel caso degli animali che sputano, oggi andremo a scoprire quali sono e il perché di questo gesto. Scopriamoli insieme.

Ecco gli animali che sputano:

  • lama
  • cammello
  • dromedario
  • alpaca
  • cobra sputatore

Lama

Tra gli animali che sputano quello più famoso è il lama che quando si sente in pericolo sputa.

lama al pascolo
Lama al pascolo .(Foto Pixabay)

Il lama sputa anche se si trova in difficoltà, per difendersi e sputa se infastidito.

Il lama sputa cibo non ancora digerito (e quindi ricoperto di succhi gastrici) e saliva.

Questo animale, appartiene alla famiglia dei camelidi ma somiglia molto di più all’alpaca anche se è più grande, infatti il suo peso può arrivare a 150 kg.

Il Lama è una specie domestica e non esistono vere e proprie popolazioni selvatiche.

Esistono due razze domestiche di Lama: i Lama K’ara (o Q’ara) o Pelada sono più grandi e robusti e con il pelo più corto. Mentre i Lama Chaku o Lanuda sono più piccoli e con il pelo più lungo.

Un’altra peculiarità che li distingue dai cammelli è chea differenza loro che stanno per giorni o settimane senza acqua, i lama sudamericani ed i loro parenti hanno bisogno di bere acqua regolarmente.

Cammello

Lo “sputo” del cammello è più della semplice saliva, essendo mescolato con il contenuto dello stomaco.

Animali a sangue caldo e freddo
(Foto Pixabay)

Il cammello sputa per sorprendere, distrarre o generalmente allontanare una minaccia. Come infatti, lo fa solo quando è agitato.

Il cammello, vive in Asia, è stato allevato in un’area più fresca e dove, di notte, si possono raggiungere temperature sotto lo zero. Dove a proteggerlo dal freddo c’è il suo folto pelo.

È in grado, quindi, di sostenere questa escursione termica (tipica delle zone montagnose dell’Asia centrale da cui proviene).

Inoltre è un animale più resistente del dromedario, in quanto più grande e più potente e può sopportare carichi di 450 kg.

Dromedario

Il dromedario proprio come gli altri componenti della famiglia dei camelidi, anch’esso usa lo sputo come arma di difesa, per allontanare il pericolo.

cammelli dromedari Australia
Cammello dromedario (Foto Twitter)

Il dromedario è originario dei paesi arabi, come infatti, è preparato per il calore intenso, come quello del deserto del Sahara.

Può sopportare temperature di oltre 50 gradi centigradi, poiché dotato di un pellame meno folto.

Il dromedario è più piccolo del cammello. Le gambe di quest’ultimo sono molto più allungate e la gobba è leggermente più alta.

La gobba è la caratteristica più evidente del dromedario e quando l’animale consuma il grasso, la gobba si riduce di volume, invece di afflosciarsi su di un lato.

Alpaca

L’alpaca è famoso per essere un animale molto carino e docile, ma usa lo sputo come meccanismo di difesa naturale che utilizza quando si sente sotto pressione.

alpaca
(Foto Pixabay)

L’alpaca è simile al lama ma più piccolo e caratterizzato da un fibra di qualità superiore. In antichità, era stato allevato proprio per la fibra.

Appartiene alla famiglia dei camelidi proprio come il cammello ed il dromedario. generalmente non supera i 90 cm di altezza al garrese e i 75 kg di peso.

Si tratta di una delle due specie domestiche di camelidi diffuse in Sudamerica, l’altra è il lama.

Negli ultimi anni questo curioso animale è stato impiegato come animale da passeggio o per l’alpaca-terapia, trovando impiego con bambini, malati e anziani.

Potrebbe interessarti anche: Animali che si baciano: caratteristiche e curiosità di questi esemplari

Cobra sputatore

Il Cobra sputatore, quando si sente minacciato, riesce a sputare il suo veleno a distanza. La velocità del suo sputo può raggiungere i 150 mt al secondo.

cobra palazzo presidente indiano
(Getty Images)

Il cobra sputatore è conosciuto anche come cobra dal collo nero. Si tratta di un serpente velenoso di dimensioni medie/grandi.

La sua lunghezza è solitamente compresa tra 1,10 mt e 2,20 mt mentre la lunghezza massima registrata è di 2,68 mt.

Quando, questo cobra si sente minacciato, affronta il pericolo frontalmente, sollevando la parte anteriore del corpo, aprendo il cappuccio e sputando il veleno negli occhi dell’aggressore, con un’estrema precisione.

Il veleno che sputa, oltre a contenere le neurotossine e le cardiotossine (tipiche del veleno degli elapidi) è infatti prevalentemente citotossico. Ciò vuol dire che distrugge le cellule con le quali viene in contatto.