Home Non solo Cani e Gatti ⚠ Albero di Natale: se hai scelto questo, tienilo lontano da cani...

⚠ Albero di Natale: se hai scelto questo, tienilo lontano da cani e gatti ⚠ pericolo mortale

Sono molte le decorazioni che possiamo acquistare per le nostre feste. Fai attenzione a questo albero di Natale può essere un pericolo per i cani e i gatti.

Albero di natale pericoloso per gli animali
Cani e gatto sotto l’albero di Natale (Canva)

Natale è alle porte e la maggior parte delle persone che amano questa festività, tendono ad addobbare tutta casa, con festoni, decorazioni, piante e luci colorate.

Tuttavia chi convive con un amico a quattro zampe deve fare attenzione a tutti questi addobbi, in quanto possono essere molto pericolosi per i nostri animali domestici.

In particolare, bisogna fare attenzione alla scelta dell’albero di Natale in quanto quest’ultimo può essere pericoloso per i nostri cani e i nostri gatti. Vediamo nel seguente articolo il perché.

Albero di Natale pericoloso per cani e gatti: attenzione alla scelta

Sono molte le famiglie che condividono le festività natalizie con un cane o un gatto, tuttavia questi ultimi possono interagire con i vari addobbi presenti in casa e provocare danni alla loro salute.

Cane e albero di natale
Cane e albero di Natale (Pexels)

Per questo motivo chi convive con un amico peloso, deve fare attenzione alla scelta delle decorazioni. Infatti i pericoli natalizi per i nostri amici a quattro zampe sono molti, dalle luci colorate e le palline che possono attirare l’attenzione di Micio e Fido, alle piante natalizie che sono davvero tossiche per i nostri amici pelosi.

Ma i pericoli non sono finiti, per festeggiare con gioia il Natale con il nostro cane o gatto, è molto importante fare attenzione anche alla scelta dell’albero di Natale.

Infatti se avete deciso di addobbare la vostra casa con un albero vero, dovreste evitare l’abete, o nel caso evitare che Fido e Micio si avvicinino a quest’ultimo.

Potrebbe interessarti anche: Piante di Natale tossiche per il cane: ecco una piccola lista

Pericoli dell’abete per il cane e il gatto

Poche persone sono a conoscenza che il l’albero utilizzato per Natale, è fonte di pericolo per i nostri amici a quattro zampe. Infatti, l’abete, proprio come la maggior parte delle specie conifere (piante sempreverdi), presenta sul fusto e all’interno dei suoi aghi una resina che è tossica per i nostri amici pelosi.

Gatto sotto l'albero di Natale
Gatto sotto l’albero di Natale (Pexels)

Tale resina se ingerita dal nostro Micio o Fido può causare in questi ultimi i seguenti sintomi:

La gravità della situazione dipende dalla quantità di resina ingerita e dalla specie dell’abete. In caso di intossicazione lieve, i nostri amici pelosi potrebbero non presentare sintomi o nasconderli nel caso in cui si tratti di un gatto. Per questo motivo è necessario fare attenzione ad ogni minimo segnale e contattare il veterinario.

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

Attenzione al sottovaso

Oltre all’abete in sé per sé, anche il sottovaso può essere fonte di pericolo per i nostri amici a quattro zampe. Infatti gli abeti coltivati presentano sostanze chimiche, pesticidi e fertilizzanti che possono, attraverso il terreno, arrivare nel sottovaso e accumularsi a batteri e funghi.

Se il nostro felino o il nostro cane beve l’acqua presente nel sottovaso corre il rischio di assumere anche tali sostanze, le quali possono provocare un’intossicazione nel nostro amico a quattro zampe causandogli problemi gastrointestinali.

Se portato subito dal veterinario la nostra palla di pelo può recuperare nel giro di poche ore. Per prevenire ciò è opportuno tenere Micio e Fido lontani dall’abete o installando una recinzione dinanzi all’albero di Natale o posizionando quest’ultimo in un luogo non accessibile agli animali.

Potrebbe interessarti anche: Piante di Natale tossiche per il gatto: ecco quali sono

Inoltre è necessario mettere a disposizione del proprio amico a quattro zampe sempre acqua fresca e pulita, in modo tale da evitare che vada a bere l’acqua del sottovaso.