Home Non solo Cani e Gatti Come allevare il pesce neon: caratteristiche e cure dell’acquario

Come allevare il pesce neon: caratteristiche e cure dell’acquario

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:12
CONDIVIDI

Allevare il pesce neon non è un’impresa difficile. Ma è molto importante che le condizioni dell’acquario siano ottime per loro. Ecco come allevare il pesce neon.

come allevare il pesce neon
Come allevare il pesce neon: caratteristiche e cure dell’acquario (foto iStock)

Paracheirodon innesi più comunemente conosciuto come pesce neon, è uno dei pesci d’acqua dolce che si può allevare facilmente.

Questa specie di pesce può ”illuminare” il vostro acquario con i suoi sgargianti colori. Ecco allora quali sono le sue caratteristiche e cosa bisogna fare per rendere l’acquario adatto per questi piccoli e bei pesci.

Pesci neon: le loro caratteristiche

pesce neon
Pesci neon: le loro caratteristiche (foto Pixabay)

Tra i vari pesci che si possono allevare in un acquario, ci sono anche i pesci neon. Questi ultimi si presentano di piccole dimensioni, con la pancia argentata e con una striscia blu-azzurra che parte dal naso e arriva alla parte iniziale della coda che s’illumina durante la notte.

Infine dalla pancia alla coda presentano un colore rosso brillante che si scurisce, sia quando il pesce sta male sia quando riposa. A differenza dei pesci guppy di cui si può distinguere il maschio dalla femmina, i pesci neon sono difficili da distinguere.

Si può solo notare che la femmina presenta una pancia più gonfia rispetto al maschio. Possiamo definire i pesci neon onnivori in quanto quando vivono nell’acquario possono mangiare qualsiasi cosa.

Pesci neon: come creare l’acquario giusto

pesce neon
Pesci neon: come creare l’acquario giusto (foto Pixabay)

Per allevare i pesci neon è importante che l’acquario sia nelle condizioni giuste per ospitarli e soprattutto sia predisposto per la loro riproduzione.

Prima di tutto bisogna avere due vasche, una per l’allevamento e una per la riproduzione o nel caso tenere il maschio e la femmina nell’acquario e mettere in un secondo momento le uova in incubazione per la nascita degli avannotti.

L’acqua dell’acquario per allevare questa specie di pesci deve essere dolce, con un ph di 5-6 e una temperatura di 25°C. Inoltre bisogna inserire nella vasca un sistema di filtrazione (filtro) in modo tale da eliminare le feci e la sporcizia e quindi i batteri presenti nell’acquario. È consigliabile il filtro ad angolo in quanto è più delicato.

Il pesce neon per crescere nel migliore dei modi ha bisogno di un luogo buio, quindi è necessario posizionare la vasca in un ambiente con poca luce, quindi lontano da finestre soleggiate.

Come introdurre i pesci nell’acquario

Innanzitutto, anche se può sembrare strano, vi è un periodo della giornata preciso per introdurre i pesci nella vasca, soprattutto se si desidera farli accoppiare, cioè il tramonto. Inoltre per far si che avvenga la riproduzione è importante che i pesci neon abbiano 12 settimane di vita. Nel caso in cui i pesci neon non si accoppiassero è necessario controllare la dolcezza dell’acqua e il suo ph.

Una volta che avviene la riproduzione, è necessario notare sulla ghiaia dell’acquario la presenza delle uova e soprattutto togliere gli esemplari adulti dall’acqua per evitare che si nutrano delle loro uova. Dopodiché bisogna aspettare la nascita degli avannotti che possono essere dai 40 ai 50.

Come crescere gli avannotti

(foto iStock)

Gli avannotti dopo la schiusa devono rimanere al buio per 5 giorni in quanto sono sensibili alla luce, quindi potreste coprire l’acquario con un cartone. È importante non dar da mangiare ai piccoli pesciolini lo stesso mangime che si da’ agli adulti, ma del cibo specifico per gli avannotti.

Dopo 3 mesi è possibile introdurre gli questi ultimi nella vasca con gli adulti, nel caso in cui i pesci neon siano troppi potreste regalarli ai vostri amici.

Potrebbero interessarti anche i seguenti argomenti:

M.D.