Home Non solo Cani e Gatti Il coniglio può mangiare la pasta? Ci sono dei rischi per l’animale?

Il coniglio può mangiare la pasta? Ci sono dei rischi per l’animale?

Il coniglio può mangiare la pasta? Tutto ciò che noi mangiamo fa bene anche al coniglio? Scopriamo se ci sono più rischi o benefici.
coniglio alimentazione

(Foto AdobeStock)In ogni parte del mondo, oggigiorno, ci sono alcuni piccoli animali che hanno preso il posto del classico cane o gatto da compagnia.

Stiamo parlando del coniglio, anche se non è l’unico animaletto in questione, insieme a lui tanti altri.

La convivenza con questi animaletti, nello specifico il coniglio, ci porta ad una simbiosi quasi totale, tanto da voler condividere con lui ogni momento e ogni cosa, in particolare se si parla di cibo.

In questo articolo, infatti, andremo a comprendere se il coniglio può mangiare la pasta, l’alimento più gettonato nella dieta mediterranea dell’uomo.

Scopriamo se ci soni rischi o magari benefici nell’offrire al proprio coniglio un po’ della nostra pasta. E se magari possono esserci delle valide alternative da condividere con il nostro pelosetto.

Il coniglio può mangiare la pasta?

coniglio può mangiare la pasta
(Foto AdobeStock)

Il coniglio adora tutti i carboidrati (pasta, pane, cracker, grissini, merendine, fette biscottate, fioccati, cereali per la colazione, riso e patate) e come succede per l’uomo tutto ciò che è buono è proibito perché fa male all’organismo.

Ebbene anche per il coniglio, questa affermazione è valida, una piccola quantità di carboidrati, provoca un’alterazione della flora e della motilità intestinale lieve, che si manifesta soprattutto con un rallentamento del transito intestinale (feci piccole e scarse) e/o una modificazione del ciecotrofo (le feci molli che il coniglio normalmente reingerisce) che diventa tenero e informe, e che non viene compiuto sporcando l’ano.

Peggio ancora, se il coniglio consuma una dose eccessiva di carboidrati, in un’unica porzione. Questa condizione può causare la morte in poche ore o pochi giorni.

Ciò si verifica perché arriva un sovraccarico di amidi e zuccheri all’intestino dell’animale e causa una sovrabbondante moltiplicazione dei batteri nocivi con conseguenze gravi e quasi sempre mortali.

Detto questo si dovrà assolutamente evitare di offrire al nostro pelosetto morbido, premi come: torte, biscotti, dolci e tutto ciò che contiene farina raffinata, in quanto cibi dannosi per il coniglio.

Perciò alla domanda: “Il coniglio può mangiare la pasta?” La risposta è, NO!

Potrebbe interessarti anche: Cosa mangia il coniglio: alimentazione corretta e rischi in caso di errori

Alimenti da non offrire al coniglio

Oltre alla pasta occorre fare attenzione ad escluderle dalla dieta del coniglio anche tanti altri alimenti.

Perciò gli esperti consigliano di non offrire al coniglio dei prodotti specifici che sono invece molto presenti nella nostra alimentazione e che per errore potremmo condividere con il coniglio.

Gli alimenti da evitare di offrire al coniglio sono:

  • semi di qualsiasi tipo e genere, sotto qualsiasi forma (anche gli snack per criceti fatti a forma di barrette con semi). Qui sono inclusi riso, farro, orzo, mais, semi di girasole…cetrioli e zucchine;
  • fagioli e fagiolini (per il contenuto eccessivo di proteine);
  • parti verdi (in particolare le foglie) di pomodori;
  • melanzane;
  • patate;
  • avocado;
  • aglio e cipolla;
  • dolci di qualsiasi tipo;
  • cioccolata;
  • frutta secca e frutta disidratata;
  • carrube;
  • qualsiasi tipo di proteina animale;
  • scatolette per cani e gatti.

È importante somministrare al coniglio, diversi tipi di verdure, evitando però, cambiamenti alimentari repentini.

L’alimentazione di questo mammifero deve essere varia ma lasciando all’intestino il tempo di abituarsi ai piccoli cambiamenti.

Somministrare all’animale una quantità eccessiva di un alimento non particolarmente adatto alla sua dieta, può generare spossatezza e creare problemi all’organismo del coniglio.

Perciò gli esperti consigliano di offrire all’animale un piccolo quantitativo di un qualsiasi prodotto alimentare nuovo, per poter capire se provoca malessere nell’animale.

È opportuno sottolineare che la verdura per quanto sia un alimento consigliato per il coniglio, deve essere fresca, ben lavata e di qualità.

Tutto ciò che poi l’animale non dovesse consumare in giornata, deve essere eliminato e sostituito da un prodotto fresco.

Potrebbe interessarti anche: Il coniglio può mangiare il pomodoro? Rischi e benefici di questo alimento

Alimenti adatti al coniglio

Il cibo per il coniglio
(Foto Pexels)

Come è noto a tutti, la dieta perfetta del coniglio è costituita per la maggior parte da fieno, erba e piante di campo, con l’aggiunta di verdure in particolare quelle a foglia larga con una maggioranza di fibre.

Ciò che invece occorre evitare sono le insalatine a foglie piccole e tenere. Gli esperti come snack consigliano: sedano, finocchio, radicchi, lattuga romana, indivia; bietta e coste.

Mentre per la classica alimentazione del coniglio sarà fondamentale somministrargli i seguenti prodotti:

  • fieno di buona qualità non polveroso e fatto di fibre miste;
  • erba di prato (basta che sia pulita e che non siano stati usati diserbanti);
  • verdure (precedentemente elencata);
  • frutta poca;
  • pellet fatto di sola erba pressata (senza semi, cereali o fioccati).

Raffaella Lauretta