Home Non solo Cani e Gatti Criceto anziano: quali sono le malattie che lo colpiscono

Criceto anziano: quali sono le malattie che lo colpiscono

CONDIVIDI

Come tutti ben sappiamo e per chi ancora non lo sapesse, i criceti hanno una breve vita, invecchiano presto e sono frequentemente colpiti da malattie della vecchiaia. Scopriamo insieme quali le frequenti malattie del criceto anziano.

criceto anziano
Criceto anziano (Foto da Pixabay)

I criceti sono fra gli animali domestici più amati da bambini e adulti. Essi si differenziano dagli altri roditori per la coda corta, le gambe tozze e le orecchie piccole. Possono essere di vari colori, tra cui nero, grigio, marrone, bianco, giallo, rosso o una miscela di diversi colori. Purtroppo però il criceto va incontro a malattie degenerative dovute all’età .

Malattie nel criceto anziano

criceto malato
Roditore malato (Foto da Pixabay)

Fra le malattie più comuni del criceto abbiamo l’amiloidosi. Il 90% dei criceti anziani sviluppa una condizione detta amiloidosi che consiste nel deposito in alcuni organi, soprattutto nel rene, di una sostanza detta amilode, che non permette a quest’ultimo di funzionare. Questa malattia è progressiva e si sviluppa più rapidamente nelle femmine. L’amiloidosi renale provoca insufficienza renale con aumento delle urine e della sete, edema, ascite, dimagramento e perdita di proteine con le urine.

Circa tre quarti dei criceti anziani soffre di trombosi cardiaca (formazione di un coagulo nel cuore) di solito localizzata nel lato destro. I sintomi tipici sono rappresentati da cianosi (colorazione bluastra delle mucose), difficoltà respiratoria, edema, morte improvvisa.

La presenza di queste problematiche la si può stabilire tramite un esame radiografico che può mostrare l’edema polmonare e l’ingrandimento del cuore.  Si può tentare una terapia con farmaci per l’insufficienza cardiaca ma in genere la morte sopravviene in  pochi giorni.

Inoltre abbiamo i tumori come altra problematica. L’incidenza dei tumori spontanei nei criceti è altissima (fino al 100%).
Le cause principali di questi tumori sono la poca ed imprecisa informazione riguardante l’allevamento domestico, la mancanza del letargo, l’accoppiamento di esemplari della stessa cucciolata o di esemplari già ammalati, la somministrazione di alimenti che contengono sostanze chimiche sintetiche o funghi dovuti alla cattiva conservazione degli stessi.

L’identificazione di queste cisti o protuberanze, date le ridotte dimensioni del corpo del criceto, avviene attraverso la palpazione. Perciò solo accarezzando ed esaminando il corpo dell’animale è possibile accorgersi della comparsa di tumori e di conseguenza poter intervenire in tempo asportando con intervento chirurgico, naturalmente sotto anestesia.

Tra i tumori maligni più comuni ci sono:

  • cheratoacantoma,
  • i linfomi
  • le leucemie
  • i melanomi
  • adenocarcinomi intestinali

 

Cosa possiamo fare per il criceto anziano malato?

criceto in casa
Il nostro amico in casa (Foto da Pixabay)

Aspettare sperando che “passi da solo”, risulterebbe inutile. L’attesa in numerosi casi ha fatto solo in modo che l’animale guaribile, morisse nel giro di poco tempo. Ricordiamo che spesso e volentieri un criceto con evidenti cisti tende a strapparsele procurandosi serie lesioni, anch’esse letali.

Consigliamo di far visitare il criceto dal veterinario, periodicamente e costantemente, in modo che si possono prevenire malattie o magari intervenire tempestivamente, laddove ce ne fosse il bisogno.

Quindi non aspettiamo di ritrovare il nostro amico magro o poco attivo, perché non è in letargo ma sicuramente sofferente.

 

La scelta di un criceto giovane e sano

criceto gabbia
Criceto in gabbia

Scegli un criceto attivo e uno che non sembra avere la coda bagnata o gli occhi umidi. Entrambi gli occhi dovrebbero essere aperti e tendenzialmente il criceto sano mangia o corre nella sua gabbietta.

Se nella gabbia dei criceti, vi sembra di notare alcuni criceti malati, probabilmente è meglio non comprare un criceto da questo gruppo, perché la malattia del criceto è molto contagiosa.

R.L.

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Criceto: i comportamenti più strani e come interpretarli

Diarrea nel criceto: cause e rimedi

Perché il criceto dorme troppo? Ecco come aiutarlo

Criceto maschio o femmina: come riconoscerlo e tutte le caratteristiche

Un criceto in casa: come averne cura in 5 semplici mosse

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI