Home Non solo Cani e Gatti Malattie cutanee del criceto. Riconosciamo le cause e il trattamento

Malattie cutanee del criceto. Riconosciamo le cause e il trattamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:09
CONDIVIDI

I criceti sono animaletti abbastanza forti, ma essendo così piccoli diventa facile che una malattia possa prendere rapidamente il sopravvento.  Come nel caso di malattie della pelle, andiamo a conoscere le cause, i sintomi e la cura delle malattie cutanee del criceto.

criceto
criceto che sfugge alle mani del proprietario(Foto da Pixabay)

È fondamentale che il proprietario stabilisca fin da subito un amichevole approccio fisico col criceto, in modo da rendere più naturale il controllo del corpo dell’animale, per la verificare di tanto in tanto lo stato di salute del criceto. La maggior parte di queste malattie cutanee del criceto sono causate da parassiti o un’infezione

Le infezioni della pelle possono essere fatali per il tuo piccolo roditore preferito. Non dobbiamo trascurarli. Qui di seguito andremo a conoscere le diverse cause e vedremo quali i trattamenti da poter praticare.

Gli acari della pelle nei criceti, portatori di malattie cutanee dei criceti

lavare il criceto
Come maneggiare il criceto  (Fonte Foto Pixabay)

Porta il criceto dal veterinario

Gli acari sono una delle malattie della pelle più comuni nei criceti. Il veterinario diagnostica gli acari raschiando leggermente la pelle del criceto con un bisturi e analizzandola successivamente al microscopio. Eventualmente per catturare gli acari, puoi anche spazzolare il criceto mentre tieni in mano un pezzo di carta bianca. In maniera tale che il veterinario li potrà vedere al microscopio.

  • Esistono due specie di acari che possono colpire i criceti. Una delle specie è il Demodex, è abbastanza facile da riconoscere, gli acari sono sottili e lunghi quando li vedrai al microscopio.

Isolare il criceto

Se hai diversi criceti, isola quello con gli acari fino al completamento del trattamento. Gli acari sono contagiosi, quindi se non vuoi che vengano contagiati i criceti sani sviluppino un problema dovuto agli acari, cerca di isolare quello contaminato. Se sono interessati diversi criceti, trattali tutti contemporaneamente.

Tratta il criceto come prescritto dal veterinario

 Esistono diversi trattamenti disponibili per il trattamento degli acari.

  • Un trattamento è lo shampoo medicinale. Tuttavia, i criceti non amano troppo i bagni, quindi se il criceto non può resistere al bagno con shampoo medicinale possiamo intervenire con un altro trattamento ossia un unguento medicinale che dovresti applicare sulle aree interessate della pelle.
  • L’ivermectina orale, che uccide i parassiti, è un’altra opzione di trattamento. Bisogna mettere la quantità prescritta di gocce di ivermectina nella bocca del criceto.
  • Gli spray contro gli acari sono disponibili come trattamento da banco. Parla con il veterinario prima di usare un farmaco da banco nel criceto.
  • Si consiglia un’immersione completa del corpo in caso di gravi infestazioni da acari. Questa immersione deve essere effettuata con un prodotto da bagno medicinale contenente ivermectina. Il veterinario spiegherà come fare questa immersione a casa.

 

Ripetere il trattamento, se necessario

I vecchi criceti e quelli con un sistema immunitario debole potrebbero dover essere trattati dagli acari più di una volta. Parla con il veterinario prima di ripetere il trattamento.

 

Pulisci la gabbia del criceto

  • I criceti possono infestarsi di acari dal materiale del pavimento della loro gabbia. Pertanto, pulire e disinfettare la gabbia del criceto è essenziale per il trattamento degli acari.
  • Innanzitutto, rimuovi tutto dalla gabbia e rilascia il materiale del terreno.
  • Lavare l’intero interno della gabbia con acqua calda e sapone e una spugna o uno spazzolone.
  • Lavare tutti gli accessori nella gabbia (contenitore per alimenti, borraccia, giocattoli di plastica, ecc.) con acqua calda e sapone.
  • Usa un disinfettante speciale per le gabbie per criceti, che puoi trovare nella maggior parte dei negozi di animali nella tua zona. Disinfettare la gabbia e gli accessori in essa contenuti secondo le istruzioni sull’etichetta del prodotto.
  • Lascia asciugare tutto prima di rimettere gli oggetti nella gabbia. Utilizzare un materiale per pavimenti pulito e fresco.

 La tigna, malattia cutanea del criceto

criceto malato
Criceto malato (Foto da Pixabay)

Il termine “tigna” è fuorviante perché la tigna è in realtà causata da funghi (Trichophyton mentagrophytes e Microsporum)che arrecano malattie cutanee della pelle del criceto. Se il tuo criceto ha la tigna, vedrai aree con piccoli capelli in cui la pelle appare croccante, instabile e rossa. Il veterinario diagnosticherà la tigna esaminando la pelle interessata con una lampada speciale ed controllando al microscopio una parte della pelle del criceto.

Seguire le istruzioni per il trattamento

 Esistono diverse opzioni di trattamento per la tigna:

  • una di queste è lo shampoo medicinale, che contiene iodio povidone (antibatterico) o un farmaco antifungino. Valuta di tagliare il pelo, prima di bagnare il criceto, per rendere lo shampoo più efficace. Tieni presente che è possibile che il criceto faccia resistenza al bagno
  • il trattamento topico con un farmaco antifungino, è un’altra opzione di trattamento. Il veterinario raderà prima le aree interessate della pelle, quindi dovrai applicare l’unguento a casa secondo la prescrizione del medico
  • isola il criceto durante il trattamento.
  • il trattamento per la tigna di solito dura dai 18 ai 21 giorni
  • la tigna del criceto è contagiosa per l’uomo, quindi dovresti indossare i guanti quando maneggi il criceto e lavarti le mani dopo averlo fatto.

Pulisci la gabbia del criceto

Un criceto può essere infettato da tigna a causa del materiale del pavimento della gabbia. Pulisci la gabbia e il suo contenuto con acqua calda e sapone. Butta via tutto il materiale del terreno e mettine uno nuovo quando la gabbia è completamente asciutta. Come quando si maneggia il criceto, indossare i guanti durante la pulizia della gabbia.

Mantieni la gabbia ben ventilata

Se la gabbia del criceto non riceve molta aria fresca, potrebbe bagnarsi all’interno, il che favorisce la crescita di funghi e aumenta il rischio di infezione da tigna.  Se non si dispone di una gabbia metallica, prendere in considerazione l’acquisto. Una gabbia metallica deve avere una buona ventilazione.

Tratta le ferite della pelle nei criceti

Criceto ferito

Un criceto può provocarsi una ferita alla pelle quando combatte con il suo compagno di gabbia o quando si gratta con un materiale affilato. Questa ferita può essere infetta, causando la formazione di un ascesso (una bolla d’infezione) prendendo così parte all’elenco delle malattie cutanee del criceto.

Quando porterai il criceto dal veterinario, prenderà un campione della ferita per identificare il tipo di batteri al suo interno. Il tipo di batteri determinerà quale antibiotico darà risultati migliori. Una particolarità invece dei criceti di genere femminile e che possono mordersi l’un l’altra.

  • Lascia che il veterinario tratti la ferita. Se si forma un ascesso, il veterinario lo rimuoverà chirurgicamente e inietterà un antibiotico nell’area interessata. Se l’ascesso si rompe da solo prima del trattamento chirurgico, il veterinario dovrà drenare il liquido e sciacquare l’area con un antisettico fino a quando non è pulito. Per prendersi cura successivamente del criceto a casa, il veterinario prescriverà un unguento antibiotico che dovresti applicare nell’area interessata.

 

  • Elimina la causa della ferita. Se il criceto ha una ferita da morso causata dal suo compagno di gabbia, posiziona i criceti in gabbie separate. Se la ferita è stata causata dal materiale tagliente del terreno, sostituire il materiale con qualcosa di morbido, come carta igienica o salviette di carta. Eliminando la causa della ferita, puoi aiutare a prevenire future ferite della pelle.

 

Consigli sulle malattie cutanee del criceto

Consigli su come tenere i criceti
  • Valuta di indossare guanti monouso se devi applicare un unguento sulla pelle del criceto.
  • I criceti maschi hanno ghiandole odorifere che usano per far sapere alle femmine che sono pronte a riprodursi. Queste ghiandole possono talvolta essere confuse con una malattia della pelle.
  • I criceti sono molto sensibili ai diversi profumi presenti nell’aria (ad esempio profumo, deodoranti, materiale profumato dal pavimento della gabbia, ecc.). Se sono allergici all’odore, si gratteranno la pelle e subiranno la caduta del pelo del criceto. Identificare e interrompere l’uso del profumo “colpevole” di solito elimina le allergie.
  • I criceti possono sviluppare il cancro della pelle, ma è raro.
  • La perdita dei peli nei criceti può essere dovuta a malattie che causano squilibri ormonali (ad esempio tumore surrenalico, insufficienza renale, problemi alla tiroide, ecc.). È possibile, ma da sottolineare anche raro, che la malattia di base non possa essere curata.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Anatomia del criceto e i suoi 5 sensi

I denti del criceto: come tenerli sani e forti ed evitare problemi

Diarrea nel criceto: cause e rimedi

Criceto: i comportamenti più strani e come interpretarli

Perché il criceto dorme troppo? Ecco come aiutarlo

 

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI