Home Non solo Cani e Gatti Infestazione di acari nel gerbillo: cause, sintomi e trattamento

Infestazione di acari nel gerbillo: cause, sintomi e trattamento

Infestazione di acari nel gerbillo un problema frequente nel nostro animaletto domestico. Vediamo quali le cause, i sintomi e il trattamento.

gerbillo
(Foto AdobeStock)

Negli ultimi anni come animale domestico si è diffuso sempre più il gerbillo. Si tratta di un roditore proveniente dall’Asia, curioso, simpatico, un piccolo roditore di compagnia.

Lungo all’incirca 12 centimetri (più altri 10 cm di coda) e pesa intorno ai 100 grammi. Possiamo dire che in tanti lo preferiscono proprio per le sue misure poco ingombranti.

L’aspettativa di vita del gerbillo domestico è di circa 3/4 anni ma per arrivare a tanto occorre avere cura e rispettare periodicamente i controlli dal veterinario.

Questo è importante perché anche questo piccolo roditore è soggetto a malattie e problematiche come l’infestazione di acari nel gerbillo.

Cause dell’infestazione di acari nel gerbillo

Le cause dell’infestazione di acari nel gerbillo sono dovute a diverse condizioni.

gerbillo
(Foto Pixabay)

C’è da dire che nel gerbillo anche se in piccole quantità sono sempre presenti piccolissime colonie di acari.

Purtroppo però con il passare degli anni ovvero con la vecchiaia, il numero di parassiti tende ad aumentare e le difese immunitarie dell’animale non sono pronte a controbattere.

La stessa situazione si verifica in un gerbillo malato o anche solo stressato o addirittura dal cibo somministratogli.

Inoltre gli acari nel gerbillo potrebbero aver preso il sopravvento quando l’animale risiedeva nel negozio di animali domestici, magari accanto a qualche uccello.

Un altro modo in cui il gerbillo può infestarsi di acari, sempre nel caso di quelli aviari, è stesso nell’ambiente domestico.

Il gerbillo, vivendo nella stessa casa con un uccellino da compagnia ma volendo anche solo tenendo la sua gabbietta vicina ad una finestra che a sua volta è vicina ad un eventuale nido di uccelli.

Potrebbe interessarti anche: Cosa mangia il gerbillo? Alimentazione corretta di questo roditore

Sintomi della presenza di acari nel gerbillo

I sintomi di un’infestazione di acari nel gerbillo possono essere i seguenti:

  • prurito in particolare sulla schiena e sulla groppa;
  • pelle infiammata o arrossata;
  • pelle ruvida e secca;
  • polvere simile a forfora o sporco sulla pelle;
  • perdita di pelo (alopecia).

Diagnosi e trattamento dell’infestazione di acari nel gerbillo

I sintomi presenti nell’animale possano già aiutare ad individuare un’infestazione di acari nel gerbillo e per quanto la sola apposizione di un tovagliolo di carta bianco possa rilevare la presenza di polvere rossa o nera, il veterinario dovrà comunque procedere con una valutazione più precisa.

Ecco perché il medico procederà con il raschiamento di una piccola parte della pelle in superficie e campioni di pelo per effettuare un esame microscopico.

Durante questa operazione il veterinario potrà notare la presenza di acari che si spostano tra pelle e pelo del gerbillo. Potrebbe essere utile raccogliere gli acari in un barattolo o in un contenitore chiuso in modo da poterli analizzare.

Stabilita la diagnosi il veterinario procederà con la prescrizione del trattamento basata sull’applicazione di polveri e spray medicati antiparassitari per il tuo gerbillo domestico, assicurandoti di continuare la terapia per la durata raccomandata.

Naturalmente dovrà essere trattato il gerbillo in questione e tutti i gerbilli che vivono nella stessa gabbia, insieme all’ambiente circostante.

Sarà necessario rimuovere completamente la gabbia e la vaschetta trattandole per alcune settimane per essere sicuri che sia priva di acari prima di riutilizzarle.

Il tutto deve essere pulito con un disinfettante specifico e tutte le ciotole di cibo e acqua devono essere pulite accuratamente o sostituite.

L’infestazione da acari nel gerbillo può essere prevenuta cercando di mantenere una buona igiene e pulizia dell’animale come della gabbia.

Cercando di avere oltre che cura anche un’alimentazione adeguata, evitando lo stress e mantenendo la gabbia separata da altri animali.

Ricorda che è sempre meglio consultare il tuo veterinario prima di applicare qualsiasi prodotto sul tuo gerbillo.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta