Home Non solo Cani e Gatti La tartaruga non mangia: cosa fare per non mettere a rischio la...

La tartaruga non mangia: cosa fare per non mettere a rischio la sua salute

CONDIVIDI

Il tempo, in questi casi, è un fattore determinante. Se la tua tartaruga non mangia da giorni devi agire e non aspettare. Ecco come devi comportarti per non farle correre inutili pericoli.

la tartaruga non mangia
Perché la tartaruga non si ciba? (Foto fonte Pixabay)

Se sei il padroncino di una tartaruga (sia d’acqua che di terra) e hai notato che da qualche giorno l’animale non mangia nulla o non mangia più come faceva prima non devi tralasciare l’evento etichettandolo come poco importante. Se è vero che altri animali come criceti, cavie e conigli (in cui tutto è più accelerato anche il decorso delle malattie) possono morire nel giro di poche ore è ancor più vero che difficilmente una tartaruga muore perché non si ciba da qualche giorno. Questo, però, non vi autorizza a fregarvene.

Come comportarsi quando una tartaruga non mangia

La tartaruga non mangia
Come agire quando la tartaruga non mangia (Foto fonte Pixabay)

Le tartarughine giovani, sia d’acqua che di terra, sono abbastanza voraci e mangiano tutto il giorno; quelle grandi mangiano anche solo due o tre volte la settimana.

Se hai notato che una tartaruga piccolina non mangia da qualche giorno oppure un esemplare adulto non si ciba da una o due settimane non devi perdere tempo.

Innanzitutto prendi appuntamento col veterinario per portare la tartaruga a visita; sarà lui a individuare il problema dopo un’accurata valutazione, a prescrivere una terapia e a correggere la gestione dell’acquario, del terrario e della dieta.

Nel frattempo:

  • controlla la temperatura della lampada riscaldante nell’acquario e nel terrario e accertati che sia tra i 26 e i 28 gradi;
  • al fine di riattivarne il metabolismo fai dei bagnetti tiepidi alla tartaruga, anche a quella di terra. L’unico accorgimento a cui prestare attenzione per gli esemplari di terra è che l’acqua sia bassa e che non sovrasti il naso per non farla affogare;
  • non aspettare settimane o mesi per prendere appuntamento col veterinario. Se non agisci con velocità lo stato di salute dell’animale potrebbe peggiorare e inoltre più passa il tempo e più sarà alta la probabilità di dover fare più esami e più cure per l’animale;
  • non sostituirti al veterinario e non somministrare farmaci alla tartaruga a casaccio.

Ricorda inoltre che se le tartarughe vanno in ipotermia gradualmente smettono di mangiare e muoiono.

Potrebbe interessarti anche >>>

S.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI