Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili Come addomesticare un pappagallo cacatua: consigli utili

Come addomesticare un pappagallo cacatua: consigli utili

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:54
CONDIVIDI

Per addomesticare un pappagallo cacatua bisogna procedere lentamente, potrebbe risultare anche divertente per esempio insegnargli a farsi coccolare. 

Come addomesticare un pappagallo cacatua: consigli utili (foto iStock)
Come addomesticare un pappagallo cacatua: consigli utili (foto iStock)

Addomesticare un pappagallo cacatua può essere divertente, in quanto è possibile insegnargli a farsi coccolare, a giocare con voi e potrete persino insegnargli a ballare. Possiamo dividere i passaggi di addestramento dell’uccello in tre parti:

  • Socializzare il cacatua
  • Insegnare al cacatua a muoversi a comando
  • Addestramento avanzato

Vedremo singolarmente tutti i passaggi per realizzare un ottimo addestramento.

Come addomesticare un pappagallo cacatua: socializzare il cacatua

come allevare un pappagallo Cacatua (foto Pixabay)
pappagallo Cacatua (foto Pixabay)

Inizialmente appena il cacatua arriva a casa bisogna tenerlo in gabbia per far si che si abitui all’ambiente, e parlagli dall’esterno con voce calma. E’ importante tenere il pappagallo in un luogo tranquillo e silenzioso.

Se vi trovate al di sopra della gabbia del cacatua sarebbe bene posizionarsi a livello appena sopra gli occhi del pappagallo, mettendovi in una posizione meno minacciosa per lui. Nel momento in cui il volatile si troverà a suo agio, spostate la mano al di sotto della sua altezza, parlandogli tranquillamente finché l’animale non si calma del tutto.

Per addestrare il cacatua avrete bisogno di una spiga di miglio, fatela passare attraverso la gabbia ma senza fargliela arrivare al becco, cosicché il volatile si avvicinerà a voi volontariamente.

Usate questo alimento solo come premio, in quanto il pappagallo potrebbe essere meno motivato all’addestramento se riceve il cibo in qualsiasi momento.

Ripetete ogni giorno, una o due volte questi gesti con una sessione che non deve durare più di 10-15 minuti per far si che il pappagallo non si innervosisca. Al termine di ogni sessione fate avvicinare il pappagallo alla vostra mano prima di donargli il premio.

Nel caso in cui il cacatua vi becca, cercate di non reagire esageratamente, allontanandovi velocemente o gridando potreste incoraggiare il pappagallo a beccarvi di nuovo.

Cercate quindi di evitare di essere beccati, potreste farlo lasciando stare il cacatua quando si lamenta, quando alza la cresta completamente e quando la cresta è appiattita contro la testa.

E’ consigliabile non punire mai il cacatua, perché non riesce a capire cosa state facendo quando cercate di punirlo e potrebbe prendere tutto come se fosse un gioco. Concentratevi ad elogiarlo quando si comporta bene, nel caso contrario come punizione potreste provare ad ignorarlo.

Accarezzate l’uccello solo se è tranquillo, di solito si fanno accarezzare sul becco e sulla cresta ma state attenti perché ad alcuni non piace nessun tipo di carezza. Nel momento in cui il cacatua si sente a suo agio e resta vicino a voi, potreste convincere il volatile ad uscire dalla gabbia, ovviamente prima che esca, è opportuno chiudere finestre e porte.

Insegnare al cacatua a muoversi a comando

Come addomesticare un pappagallo cacatua: consigli utili (foto Pixabay)
Come addomesticare un pappagallo cacatua: consigli utili (foto Pixabay)

Durante la sessione di addestramento, avvicinate sempre di più la mano al volatile. Quando si avvicina a voi per mangiare dalla mano fategli trovare la mano vuota e allungate due dita orizzontali.

Tenete la mano in questa posizione finché l’uccello si calma e gli date il premio. Fate questo gesto una, due volte al giorno per 10-15 minuti. Quando l’addestramento diventa più difficile, è opportuno che usiate un clicker (strumento che serve per l’addestramento) o un suono breve ogni volta che il cacatua si comporta bene.

In questo modo l’uccello sarà ben addestrato e potrete usare solo quest’oggetto come premio. Un suono è preferibile ad un comando verbale, in quanto il suono è difficile che il pappagallo lo senta al di fuori dell’addestramento.

Infine avvicinate la vostra mano fino a toccare la zampa del cacatua, se quest’ultimo non si agita alla vostra presenza, con un leggero colpetto fategli perdere l’equilibrio, in modo tale che il pappagallo faccia un passo sul dito con una zampa.

Bisogna incoraggiare il volatile, quindi ogni volta che si muove dategli un breve comando, come per esempio ”sali”. E’ importante elogiarlo e dargli un premio ogni volta che lo fa.
Nel momento in cui il pappagallo ha imparato a salire sulle vostre dita, insegnategli anche come poter scendere, usando lo stesso metodo.

Rinforzate questo comportamento facendolo passare da una mano all’altra ripetutamente, è consigliabile addestrare il cacatua a questi movimenti ogni giorno, finché lo farà a comando senza ricevere alcun premio.

Addestramento avanzato

Insegnare al cacatua a stare avvolto in un asciugamano sentendosi a suo agio è molto importante, in quanto in questo modo potrete portare il cacatua dal veterinario quando ne ha bisogno, o toglierlo dalle situazioni pericolose.

Per farlo trovare a suo agio, ogni giorno mettetelo su un asciugamano beige o bianco posto sul pavimento durante l’addestramento. Sollevate poco alla volta gli angoli dell’asciugamano, nel caso in cui l’uccello si ribella fermatevi immediatamente.

Ripetete il gesto ogni giorno finché non riuscirete ad avvolgerlo nell’asciugamano completamente senza problemi. Un’altra cosa che potete fare è insegnare al vostro amato pappagallo a parlare, basta semplicemente ripetere una parola con tono ed espressione animata, quando il pappagallo è rilassato.

Se vi guarda e piega il capo oppure dilata le pupille, potrebbe essere interessato alla parola. Continuate a ripeterla, ma smettete appena il cacatua si annoia. Ogni volta che cercherà di imitarvi premiatelo con un buon bocconcino.

Ricordate che un cacatua può imparare a parlare a otto mesi d’età, può essere difficile insegnare a parlare ad un pappagallo adulto che in precedenza non è stato mai addestrato a fare ciò.

Infine potrete incoraggiare il volatile a fischiare e ballare, quando lo guardate muovete il capo o battete le dita a tempo con una musica movimentata. Noterete che il cacatua inizia a muoversi avanti e indietro, in tal caso premiatelo.

Se continuerete con questo addestramento e troverete la musica che attrae il pappagallo, quest’ultimo potrebbe ondeggiare energicamente e aprire le ali mentre ondeggia.
Se durante queste sessioni di danza, fischiettate, molto probabilmente incoraggiate il cacatua a emettere suoni.

Potrebbero interessarti anche i seguenti argomenti:

M.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI