Home Cani Adottare un Alpenlaendische dachsbracke: pro, contro e il suo padrone ideale

Adottare un Alpenlaendische dachsbracke: pro, contro e il suo padrone ideale

Prima di adottare un Alpenlaendische dachsbracke volete essere sicuri che sia il cane perfetto per voi? Tutti i pro e contro di questa scelta.

Adottare un Alpenlaendische dachsbracke
(Foto AdobeStock)

‘E’ lui o non è lui?’: probabilmente è questa la domanda che si pongono tutti quando si tratta di accogliere in casa un nuovo amico a quattro zampe. Non c’è nulla di male a conoscere prima pro e contro di questa scelta: vediamo dunque cosa sapere prima di adottare un Alpenlaendische dachsbracke e se siamo proprio noi i suoi padroni ideali.

Adottare un Alpenlaendische dachsbracke: 5 pro

Non si tratta di scoprire i lati positivi dell’avere un esemplare di questa razza, quanto capire se le sue caratteristiche migliori siano proprio quelle che cerchiamo in un cane e quanto esse sono compatibili con la nostra personalità e il nostro stile di vita. Vediamo quali sono i 5 pro da considerare quando si sceglie un Alpenlaendische dachsbracke.

Cura del pelo dell'Alpenlaendische dachsbracke
(Foto AdobeStock)

Un cane per la famiglia

Sì, è proprio un cane adatto al contesto familiare non solo per quanto riguarda i vari componenti umani di casa ma anche le dimensioni della stessa (se dotata di spazi all’aperto però).

E’ molto affettuoso ma soprattutto si adatta ai ritmi di ognuno: ama stare in compagnia di tutti ma, se abituato alla solitudine sin da cucciolo, non soffre più di tanto qualche ora di ‘solitudine’.

…ma anche un ottimo cacciatore

Non solo fatto per la famiglia ma anche e soprattutto scelto per la caccia. Le sue piccole dimensioni non vi fanno sperare che riesca a cacciare animali molto più grandi? A quanto pare sì invece: la sua specialità sono lepri e volpi, ma anche quelli di grossa stazza come i cinghiali e i cervi.

E’ anche un cane da sangue o da traccia, ovvero partecipa molto attivamente alla ricerca di animali feriti o morti, dopo traumi e incidenti in particolare.

Molto coraggioso (come guardiano)

E’ proprio vero che le dimensioni non contano: non possedendo infatti un fisico imponente, questa razza sfrutta proprio il suo abbaiare per mettere in allerta i suoi padroni quando c’è qualcosa che non va.

Non ha paura di nulla e si dimostra piuttosto diffidente verso gli estranei: questa dote lo rende particolarmente adatto come cane da guardia.

Facile da ‘curare’

Oltre a preoccuparci di somministrargli la giusta alimentazione per un Alpenlaendische dachsbracke non sarà molto impegnativo dal punto di vista della toelettatura.

Ha una perdita di pelo moderata e basteranno 2-3 spazzolate (magari col trimmer) alla settimana per tenere il pelo ordinato, ma soprattutto pulito.

Può viaggiare

Se abituato fin da cucciolo a spostamenti di questo genere, è facile che possiate portarlo sempre con voi anche in viaggio. Infatti, grazie alle sue dimensioni, non sarà un problema ‘trasportarlo’.

Potrebbe interessarti anche: Scopri qui tutti i segreti per la cura del pelo dell’Alpenlaendische dachsbracke

Adottare un Alpenlaendische dachsbracke: i 3 contro da considerare

Come per tutti gli animali domestici, possono esserci delle caratteristiche (non difetti) che non sono tanto compatibili col nostro stile di vita. Vediamo dunque quali sono i motivi che potrebbero distoglierci dall’idea di adottare un esemplare di questa razza.

Alimentazione dell'Alpenlaendische dachsbracke
(Foto AdobeStock)

Non è molto socievole

Oltre a mostrarsi piuttosto diffidente nei confronti degli estranei, l’Alpenlaendische dachsbracke non è un cane particolarmente adatto a condividere gli spazi con altri animali, soprattutto se della stessa razza e dello stesso sesso.

E con i gatti va meglio? Assolutamente no! Purtroppo anche con i felini sarà difficile per lui instaurare un rapporto che non sia quello tra cacciatore e preda.

Non può stare solo

Anche se abituato sin da cucciolo alla socializzazione con i suoi simili e allo stare solo per qualche ora, non significa che quando tornate a casa non vi faccia trovare dei ‘regalini’.

Infatti questo cane, se si sente frustrato, sa essere particolarmente distruttivo nei confronti di oggetti e mobilio. Quindi se siamo persone costrette a mancare parecchie ore da casa, forse non è il cane che fa per noi.

Abbaia tanto (forse troppo)

Abbaia quando avverte il pericolo o quando vede qualcosa che può essere per lui una potenziale preda: insomma abbaia tanto e spesso, con poco piacere da parte dei nostri vicini di casa.

Anche per questo è meglio avere una casa con un ampio spazio esterno: in questo modo potrà sentirsi libero di scorrazzare nel verde e di cacciare ciò che vuole, senza disturbare troppo il vicinato.

Potrebbe interessarti anche: Ecco chi non può assolutamente convivere con un Alpenlaendische dachsbracke

Se vuoi scoprire com’è il suo padrone ideale prima di adottare un Alpenlaendische dachsbracke, clicca su Successivo: