Home Cani Alimentazione Cani Alimentazione del Clumber spaniel: dosi, frequenza pasti e alimenti

Alimentazione del Clumber spaniel: dosi, frequenza pasti e alimenti

Alimentazione del Clumber spaniel: la dieta adeguata per rendere felice e in perfetta forma il vostro amico a quattro zampe.

clumber spaniel
(Foto AdobeStock)

In questo articolo tratteremo dell’alimentazione del Clumber spaniel, un fantastico esemplare originario della Gran Bretagna.

Anche se può sembrare strano, è opportuno specificare per ogni razza la quantità esatta, la frequenza dei pasti e gli alimenti adatti, in quanto non tutte possono avere lo stesso tipo di dieta.

Infatti, ogni razza necessita di particolari attenzioni alimentari, oltre che una maggiore considerazione per eventuali allergie, intolleranze e in alcuni casi a patologie e predisposizioni.

È quindi opportuno conoscere lo stato di salute e lo stile di vita della razza che si è deciso di adottare per poi stabilirne la dieta. Vediamo perciò qual è l’alimentazione del clumber spaniel.

Alimentazione del Clumber spaniel: quantità

Prima di passare ai pasti del Clumber spaniel è fondamentale fare chiarezza sulla tipologia di razza e lo stile di vita.

cibo cane
(Foto AdobeStock)

Il Clumber spaniel è ad oggi considerato un cane da compagnia ma anche utilizzato per la caccia, attività per cui del resto nasce.

Si tratta di un cane di taglia media, con un’altezza al garrese di circa 48-50 cm e un peso di circa 32 kg, una corporatura forte, massiccia ma equilibrata.

Caratterialmente è allegro, simpatico, intelligente, fiero e fedele, un cane molto attento e territoriale, protettivo con la sua famiglia umana e in particolare con i bambini.

È estremamente predisposto all’addestramento che è necessario iniziare fin da cucciolo.

Il Clumber spaniel è un gran lavoratore, instancabile e silenzioso, oltre che come cane da caccia e da compagnia e anche utile per la guardia, riscontrando pure un considerevole successo.

Insieme alle considerazioni in merito alla razza e allo stile di vita, occorre tenere presente anche il sesso, l’età, la corporatura e lo stato di salute del singolo individuo.

In generale gli esperti consigliano di somministrare ad un esemplare adulto circa da 400 a 500 grammi di crocchette di buona qualità, insieme al 15% di cibo umido, possibilmente monoproteico.

Le dosi sono da dividere in 2 pasti giornalieri, tuttavia occorre tenere presente che il Clumber spaniel è un cane piuttosto goloso e si dovrà stare attenti poiché rischia il sovrappeso.

Per i cuccioli, invece, gli esperti consigliano anche 3 o 4 pasti giornalieri, in quanto molto irrequieti e giocherelloni, per tale motivo il loro metabolismo è molto più attivo.

Cosa dare da mangiare al Cane dell’Atlas: nutrienti

L’alimentazione del Clumber spaniel, come per tutte le altre razze deve essere ricca di nutrienti e completa. Vediamo cosa è possibile offrire a questa razza.

clumber spaniel
(Foto AdobeStock)

Per poter offrire un pasto completo e nutriente al vostro Clumber spaniel è possibile somministrare delle formule che si trovano nei negozi per animali, a cui occorre solo fare attenzione che contengano i seguenti valori nutritivi:

  • proteine: responsabili in merito allo sviluppo e la crescita del tono muscolare e delle ossa del cane;
  • carboidrati: ricchi di zuccheri e sono coloro che apportano le maggior energie e fibre, le quali sono necessarie per poter effettuare una buona digestione;
  • fibre: favoriscono un regolare movimento intestinale;
  • grassi: i grassi per il cane sono fonte di energia e i principali responsabili per il trasporto di sostanze nel corpo e per il supporto e lo sviluppo delle articolazioni e del sistema nervoso;
  • vitamine e minerali: aiutano a mantenere forte e sano il sistema immunitario.

Non è fondamentale somministrare formule industriali, è possibile fornire al vostro Clumber spaniel anche del cibo fresco preparato in casa.

Sono in tanti, infatti a preferire alimenti freschi e a preparare delle deliziose ricette per cani con le loro mani.

Un’alimentazione basata su soli prodotti freschi e suddivisi in proporzioni pari a: un terzo di pesce (o carne), un terzo di verdure e infine uno di riso.

Per chi preferisce utilizzare questo tipo di dieta, gli esperti suggeriscono di basarsi sulla dieta BARF con carne cruda, ossa edibili ed organi.

Potrebbe interessarti anche: Dieta semi-BARF: differenze con la BARF e caratteristiche

I rischi di un’alimentazione non corretta: cosa non dare al Clumber spaniel

In generale nell’alimentazione dei cani, ci sono alimenti che non devono essere somministrati.

Offrire dei prodotti poco salutari potrebbero nuocere all’organismo dell’animale, creando problemi di malassorbimento, simile alla sindrome dell’intestino irritabile nell’uomo.

Ecco l’elenco degli alimenti da evitare al cane:

  • carne di maiale;
  • cioccolato, cacao, caffe, thè, alcol: tutti alimenti tossici per il cane. Da evitare assolutamente.
  • cipolle, aglio e cavoli (contengono il disolfuro di n-propile che distrugge i globuli rossi circolanti, determinando così un’anemia, che in alcuni casi può anche essere letale;
  • farinacei (patate, piselli, fagioli, lenticchie);
  • mandorle, noci, nocciole;
  • ossa di pollo e coniglio e costolette di maiale;
  • pomodoro, funghi, peperoni, melanzane;
  • tutti i vari tipi di dolci (biscotti, caramelle, cioccolato, gelati, ecc.);
  • uva, avocado, ciliegie.

Sono da evitare anche tutti gli avanzi della nostra cucina, in particolare quelli molto speziati, piccanti e molto salati.

Ricordatevi che non tutti gli alimenti che preparate per il vostro pasto possono essere condivisi con il cane. È sempre meglio chiedere il parere del vostro veterinario di fiducia.

Una sana ed adeguata alimentazione del vostro amico a quattro zampe ne determina un buono stato di salute e una vita più longeva.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.