Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare il miele? Rischi e benefici di questo alimento

Il cane può mangiare il miele? Rischi e benefici di questo alimento

Il miele è un dolce alimento dagli innumerevoli benefici. Ma il cane può mangiarlo? Scopriamo rischi e benefici per il nostro Fido.

cane mangia miele
(Foto Pexels)

Prodotto dall’impollinazione delle api, e non solo, il miele è ricco di sostanze nutritive. Non solo fornisce energia ma aiuta anche il nostro sistema immunitario. Per le sue tante proprietà benefiche è diventato uno dei nostri alleati domestici più importanti e lo utilizziamo spesso in casa come rimedio naturale al mal di gola, ad esempio, ma anche per la cura della pelle, dei capelli, e perchè no, per addolcire le nostre giornate.

Ma questo dolce alimento dagli innumerevoli benefici è utile anche nell’alimentazione del nostro amico a quattro zampe? Con le giuste quantità e nelle giuste occasioni farlo mangiare al nostro cane non può che fargli bene.

I benefici del miele per il nostro cane

Il miele è ricco di zuccheri naturali (fruttosio e glucosio), antiossidanti, vitamine (del gruppo C e del gruppo B) e minerali (come calcio, fosforo, magnesio, potassio e sodio), e proprio per questo gli esperti hanno confermato che, nelle giuste quantità, anche il cane può mangiare il miele.

benefici miele cani
(Foto Pexels)

A parte due eccezioni che vedremo in seguito, possiamo confermare che il miele fa bene ai cani. Con le sue proprietà calmanti, antinfiammatorie, antibiotiche, antisettiche, cicatrizzanti, diuretiche e lassative, possiamo darlo ai nostri amici a quattro zampe in più occasioni.

Facciamo qualche piccolo esempio:

  • se il nostro cane ha la tosse o il mal di gola possiamo dargli direttamente due cucchiaini di miele oppure diluirli con un pò di limone: grazie al suo principio calmante allevierà l’infiammazione alle vie respiratorie;
  • se Fido si è ferito ad una zampa possiamo coprire il taglio, o l’escoriazione, con uno strato di miele lasciandolo agire: noteremo i suoi effetti curativi in poco tempo;
  • ottimo anche per cani anemici. Grazie al suo apporto di ferro, il miele fornirà al cane la giusta energia per combattere la debolezza dovuta all’anemia.

Naturalmente tutte queste proprietà sono maggiormente presenti nei mieli naturali, privi di dolcificanti o conservanti. Dunque è bene preferire il miele biologico a quello ‘commerciale’.

Come somministrare il miele al nostro cane? Naturalmente senza mai esagerare ed in base all’uso, è possibile dare al nostro cane due cucchiaini di miele al giorno direttamente oppure diluito in acqua, o in una camomilla.

Potrebbe interessarti anche: Rimedi naturali per curare un cane anziano

Quando non dare il miele al cane

Seppur ricco di proprietà nutritive, non sempre fa bene al nostro cane. Scopriamo perchè.

cucciolo cane
(Foto Pexels)

Il miele non va dato al nostro cane superficialmente. E’ importante sapere quali sono le sue condizioni:

  • se il nostro cane è diabetico o obeso dargli del miele potrebbe aggravare la sua situazione, in quanto ricco di fruttosio e glucosio. E’ importante in questa circostanza consultare sempre prima il veterinario;
  • se il nostro cane è un cucciolo di meno di 18 mesi non dobbiamo assolutamente darglielo. In questa fascia d’età il nostro amico a quattro zampe ancora non ha ben sviluppato il sistema immunitario, e la presenza nel miele di spore potrebbe fargli del male.

Potrebbe interessarti anche: Alimenti dannosi per cani

Tipologie di miele ottime per Fido, ma non solo

Tante sono le tipologie di miele che con moderazione e nelle giuste quantità possiamo far mangiare al nostro cane.

miele per cani
(Foto Getty Images)

Importantissimo però è ricordare di dargli solo miele naturale, quello biologico. Evitando le tipologie di miele più ‘commerciali’ (quelle che facilmente troviamo in qualsiasi supermercato), in quanto contengono un elevata quantità di dolcificanti e conservanti che possono far male a Fido.

Sicuramente ad oggi, viste le sue incredibili proprietà, la tipologia di miele più ricercata e consumata per il nostro cane è il miele di Manuka (la Manuka è una pianta che cresce in Nuova Zelanda). Se il nostro cane ha la tosse, è perfetto!

La presenza di una particolare molecola presente sul suo fiore conferisce al miele non solo un gusto forte e piacevole ma anche capacità teraupetiche. Infatti grazie alle sue proprietà antibatteriche, il miele di Manuka viene comunemente usato per combattere disturbi gastrici ed anche per guarire ferite.

Altra tipologia di miele che possiamo dare al nostro cane è il miele d’Acero (ma sempre biologico, mi raccomando). Seppur non un miele d’api, ma prodotto estraendo la linfa dell’albero d’acero, questo nettare è ricco di minerali, antiossidanti e vitamine. Principi che fanno bene non solo a noi, ma anche al nostro amico a quattro zampe.

Un avvertimento però dobbiamo farvelo. Prestare molta attenzione al miele prodotto con il nettare di alcune piante velenose (come l’azalea o l’aconito ad esempio), in quanto in alcuni casi e se assunto in dosi eccessive potrebbe essere tossico non solo per il cane, ma anche per noi.

Si, il cane può mangiare il miele, ma è sempre opportuno consultare prima il vostro veterinario.

Rossana Buccella