Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare i wurstel di pollo? Più i benefici o...

Il cane può mangiare i wurstel di pollo? Più i benefici o i rischi?

Il cane può mangiare i wurstel di pollo? Vediamo quali gli eventuali benefici o rischi che sono legati al consumo di questo alimento.

cane mangia wurstel
(Foto AdobeStock)

Quando si sceglie di adottare un cane è importante imparare a conoscere anche il suo apparato digerente. Ciò ci permetterà di capire qual è la dieta corretta per il cane e quali cibi sono più adatti a lui e quali meno.

L’apparato digerente del cane sebbene sia molto simile a quello umano ha una serie di differenze seppur minime, molto importanti ai fini dell’alimentazione del nostro amico a quattro zampe.

Perciò in base a queste differenze che andremo a conoscere, è fondamentale porsi alcune domande sul cibo da condividere con il proprio animale domestico, come ad esempio: “Il cane può mangiare i wurstel di pollo?

Questo alimento può danneggiare l’organismo di Fido? Quali sono i rischi?”  Scopriamolo insieme.

Il cane può mangiare i wurstel di pollo?

Per quanto l’uomo, possa essere goloso di wurstel e voglia condividere questo alimento con il suo amato Fido, è necessario conoscere a fondo questo prodotto, prima di offrirlo al cane.

cane e wurstel
(Foto AdobeStock)

In quanti possono dire di essere a conoscenza del contenuto di quella che sembra essere una semplice salsiccia di carne? Sicuramente in pochi.

Perciò partiamo dalla spiegazione degli ingredienti dei wurstel. Essi sono fatti di ritagli di carne, macinati finemente e uniti ad amido, sale e aromi che insaporiscono e amalgamano il tutto.

Questo impasto viene poi cotto a vapore e infine mescolato con sciroppo di mais e inserito nei budelli di cellulosa, per darne la forma tipica.

I wurstel possono essere di carne di: suino, bovino, pollo e/o tacchino. Tuttavia, se proprio si vuole offrire questo alimento a Fido, ricordiamoci che il cane può mangiare il wurstel di pollo e mai quello di maiale.

Inoltre gli esperti consigliano di sbollentare o cuocerlo in padella prima di offrirlo e ricordarsi che si tratta di prodotti di non altissima qualità, ragion per cui vanno assolutamente moderate le porzioni.

Potrebbe interessarti anche: Come posso fermare la diarrea del cane? Causa, sintomi e trattamento

Perché il cane non può condividere tutti gli alimenti con il padrone?

Lo stomaco di un cane è molto grande, ovviamente il volume varia in base alla taglia del cane. Può allargarsi fino a diventare 3 volte la sua dimensione, a riposo può contenere fino a nove litri di cibo.

Proprio a causa di questa dilatazione, il cane non sentirà mai il senso di sazietà e dovremmo essere noi a dargli delle regole, su quanto e su cosa mangiare, onde evitare che il nostro amico a quattro zampe diventi obeso.

Purtroppo spesso abbiamo la tendenza a offrire al cane le cose che mangiamo noi, non tenendo presente che tra noi e il cane ci sono delle differenze.

Non solo quella appena descritta dello stomaco ma ci sono anche differenze negli alimenti, nelle dosi e nel modo di mangiare, come ad esempio:

  • il cane non mastica: occorre somministrargli alimenti non troppo grandi, in quanto cercherà di mangiarli interi;
  • la frequenza dei pasti: due massimo tre volte al giorno senza esagerare nelle dosi, per evitare l’obesità;
  • le proteine: fondamentali nella dieta di un cane (carne o pesce);
  • la digestione del cane: il cane non può digerire la fibra alimentare, ha solamente la funzione di stimolo del movimento intestinale;

Una volta a conoscenza di queste caratteristiche del cane, è possibile regolarci di conseguenza per quanto riguarda la sua alimentazione.

Soprattutto essere consapevoli che alcuni alimenti è meglio non somministrarli, per evitare di danneggiare il suo organismo.

Potrebbe interessarti anche:Cane e vomito: cause, patologie connesse e quando preoccuparsi

Rischi

Un’eccessiva quantità di wurstel anche se di pollo, può generare nel cane grossi disturbi gastrointestinali, causando anche problemi al fegato, come ad esempio la pancreatite nel cane.

In determinati casi, la carne cruda dei wurstel non sbollentati, può provocare anche la toxoplasmosi, una patologia dovuta all’ingestione di carne cruda con all’interno un parassita che causa una delle principali zoonosi.

Inoltre, come abbiamo precedentemente accennato, il cane tende ad ingerire per intero gli alimenti, senza perciò masticarli e nel caso dei wurstel avendo loro una forma allungata e sottile, occorre fare molta attenzione poiché potrebbero causare soffocamento al cane.

Essendo, i wurstel un’extra e non un alimento di prima necessità, dobbiamo stare attenti alle condizioni di salute del cane. Un eccesso di grassi potrebbe provocare nell’animale degli effetti indesiderati come vomito o diarrea nel cane.

Perciò meglio evitarli anche solo se il cane sia in sovrappeso o possa soffrire di particolari patologie come il diabete.

Senza dimenticare che i wurstel hanno una dose eccessiva di sale, un altro motivo per cui è giusto somministrarli con moderazione, evitando così di generare problemi ai reni del cane.

Raffaella Lauretta