Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare i cavoletti di Bruxelles: cosa occorre sapere

Il cane può mangiare i cavoletti di Bruxelles: cosa occorre sapere

Il cane può mangiare i cavoletti di Bruxelles? Questo cibo può dargli dei benefici oppure è un pericolo per la sua salute? Vediamo di capire bene in questo articolo.

Il cane può mangiare i cavoletti di Bruxelles
(Foto Unsplash)

Fido è sempre curioso di annusare e assaggiare i piatti che il suo umano porta in tavola, ogni giorno. L’amico peloso sa che anche l’umano è di buona forchetta e che apprezza il gusto del cibo ed è continuamente attratto da esso. Ma gli fa sempre bene mangiare tutto? Leggiamo, qui, se il cane può mangiare i cavoletti di Bruxelles oppure è meglio evitare.

Il cane può mangiare i cavoletti di Bruxelles?

Sono un cibo spesso presente sulla nostra tavola, usato come prezioso contorno in un pasto, ricco di sostante nutritive importanti. Questo particolare ortaggio, però, può essere offerto anche a bau? Approfondiamo qui di seguito.

Bau e la sua alimentazione
(Foto Pixabay)

Ogni cagnolino ha delle caratteristiche e delle esigenze per cui occorre studiare in modo dettagliato la sua alimentazione, ma anche il suo stile di vita.

Con il peloso domestico non è affatto facile fargli percorrere la giusta strada a tavola, perché è attratto di continuo da ciò che mangia il suo umano, frutta e verdura comprese.

Qualsiasi cibo fido ci veda mangiare con gusto e con un sapore inebriante, non riesce mai a resistere e ne vorrebbe sempre assaggiare un pochino.

Questo atteggiamento canino va sì compreso ma anche valutato con attenzione perché, ricordiamolo, il cane non può mangiare tutto ciò di cui ci nutriamo noi. É una questione di salute.

Purtroppo, ci sono cibi che fanno bene al peloso e altri no. Ad esempio, in molti si chiedono se il cane può mangiare i cavoletti di Bruxelles. Vediamo di rispondere qui.

Forse non tutti se lo aspettano, ma il caro bau può mangiare i cavoletti di Bruxelles. Questo ortaggio può avere numerosi benefici per la salute del compagno domestico.

I tanti benefici dei cavoletti di Bruxelles per fido

In realtà, i cavoletti di Bruxelles possono fare molto bene anche al nostro animale, a cominciare dall’aiuto per la circolazione del sangue e contro le infiammazioni.

Si tratta di un alimento molto ricco di antiossidanti e fibre. Inoltre, i cavoletti hanno un alto contenuto di vitamine, tra cui A, B1, B6, C e K, utilissime per fortificare il suo sistema immunitario.

Contengono altre sostanze fondamentali quali potassio, acido folico e magnesio, essenziali per il benessere di fido.

Parliamo di un cibo che ha il potere di proteggere le sue ossa e i problemi ad esse connessi, e di combattere l’artrite nel cane, attenuandone il dolore.

Potrebbe interessarti anche: Il cane può mangiare il seitan? Tutto ciò che c’è da sapere a riguardo

Fido e i cavoletti: quali sono i rischi

Anche se i cavoletti di Bruxelles possono essere offerti al cane, bisogna comunque fare molta attenzione con questo alimento. Ecco quali sono i rischi e le conseguenze negative per bau.

Esemplare aspetta la pappa
(Foto Pexels)

Come per ogni cibo che si decide di somministrare al cane, ci sono dei limiti ed è bene non esagerare mai con un cibo nuovo o pericoloso per il suo organismo delicato.

Se fido dovesse esagerare nel mangiare i cavoletti di Bruxelles, potrebbe iniziare a stare male e far nascere dei disturbi fastidiosi come vomito, diarrea e anche problemi gastrointestinali.

Ciò può accadere a causa del potere di pulizia del colon di questo cibo. Essendo molto potente, può far aumentare lo stimolo nel peloso. I cavoletti andranno offerti a fido senza eccedere, tenendo conto della sua stazza (di solito da 1 a 3 cavoletti massimo).

Somministriamo al cane i cavoletti di Bruxelles, cucinandoli per pochi minuti soltanto con un po’ di olio di oliva ed evitando di aggiungere il sale o altre spezie, molto pericolose per la salute.

Dobbiamo sapere, poi, per fornire a fido questo cibo, occorrerà effettuare una pulizia: dei cavoletti andrà eliminato il gambo, quindi la parte più dura e sporca, facendo attenzione a dividere ogni germoglio.

Occhio alla cottura di questo alimento, necessaria per fare sì che il cane possa mangiarlo senza nessun problema di masticazione e ingerimento. Altrimenti, fido rischierà di avere seri problemi.

Consultarsi con il proprio veterinario, circa l’assunzione dei cavoletti di Bruxelles, può aiutare. Se fido ha delle malattie o possibili allergie, allora verranno di sicuro sconsigliati.