Home Cani Apparato scheletrico del cane: differenze con quello umano

Apparato scheletrico del cane: differenze con quello umano

CONDIVIDI

In questa scheda illustrata parleremo dell’apparato scheletrico del cane messo a confronto con quello dell’uomo, per andare a evidenziare sostanziali differenze che potrebbero sfuggirci.

Lo scheletro:

La parte principale di un vertebrato è lo scheletro. Esso sorregge e protegge l’intero animale da urti, botte e balzi. Ha la funzione un ponte flessibile che attutisce i salti. Senza di esso l’animale sarebbe un cosiddetto invertebrato. Sia il cane che l’uomo hanno uno scheletro composto da molte ossa e tessuto cartilagineo. Le ossa sono tantissime in entrambi gli apparati scheletrici e si differenziano per forma e funzione. Mentre nello scheletro umano adulto si trovano 206 ossa (il neonato ne ha 270 alla nascita), in quello del cane ce ne sono 319. Una particolarità dello scheletro del cane è che gli esemplari maschi possiedono un osso in più, quello del pene.

Tutte le articolazioni sono corredate da una capsula articolare la quale ha all’interno del liquido che serve a lubrificare le giunture. Questo liquido si chiama sinoviale. Le estremità delle articolazioni sono ricoperte da cartilagine la quale ha il compito di assorbire il peso del cane durante una corsa o una camminata.

Divisione dello scheletro:

Ovviamente la prima cosa che notiamo è la postura; il cane è quadrupede e l’uomo è bipede. Questa differenza si riflette naturalmente nella struttura dello scheletro.

  • Lo scheletro del cane si può suddividere in due parti: gli arti e il tronco.
  • Quello umano, invece, in 3: ossa del capo, ossa del tronco ed ossa degli arti.

clicca successiva