Home Cani Pastore australiano: carattere, disturbi del comportamento e addestramento

Pastore australiano: carattere, disturbi del comportamento e addestramento

Come socializza: il rapporto con il padrone, gli altri umani e i suoi simili

La gelosia per il suo padrone trova radici probabilmente proprio nel tipo di rapporto così intenso che l’Aussie instaura con lui: vuole sentirsi utile, lavorare con l’umano fianco a fianco ed essere indispensabile per la sua vita di tutti i giorni.

Pastore australiano e il suo padrone
(Foto Pixabay)

Date le sue origini, non ci risulterà difficile credere che gli piaccia affiancare il suo padrone in lunghe passeggiate, attività all’aperto e anche nel lavoro sui campi. Il padrone ideale per lui è infatti un uomo attivo e sempre presente; la caratteristica che però rende questo esemplare così speciale è però anche la capacità di stare accanto a un uomo con disabilità fisiche, proprio grazie alla sua infinita tenerezza e generosità nel donarsi. In cambio vorrà avere la nostra totale dedizione, un’attenzione particolare all’alimentazione del Pastore australiano e tante coccole.

Sebbene sia dunque poco incline a ‘dividere’ il suo umano con gli altri, dopo un iniziale momento di scontrosità diventa amichevole anche con gli altri componenti della famiglia e gli ospiti. Non a caso viene scelto come cane adatto a famiglie con bambini: saranno loro i suoi compagni di gioco preferiti! Non li lascerà mai soli e li proteggerà, esattamente come i suoi antenati hanno sempre fatto con le pecore.

Sebbene sia un cane che esige rispetto e considerazione anche dai suoi simili, non si tratta di una razza aggressiva: al massimo può essere diffidente e scostante, soprattutto verso animali che non conosce, ma vi ritroverete raramente a chiedere scusa per il suo comportamento.

Come educare un Pastore australiano: l’addestramento ideale

Pensate che la sua continua voglia di stare col suo umano lo renda docile e facile da educare? Assolutamente no! E’ un cane con una forte personalità, intelligente sì ma anche testardo e molto furbo. Se infatti capisce quali sono i punti deboli del suo umano, tenderà ad approfittarne sempre.

Pastore australiano in mare
(Foto Pixabay)

E’ necessario farlo socializzare, farlo abituare cioè al contatto e alla convivenza con gli altri, per evitare che possa essere scontroso e diffidente verso altri animali o esseri umani. D’altra parte hanno un carattere incline allo stare in mezzo alle persone, ma devono esserci abituati.

Dobbiamo assolutamente ‘sfruttare’ il suo costante desiderio di gioco e di attività all’aria aperta per farlo stare a contatto con gli altri, magari impegnato in attività che coinvolgano tutti.

Francesca Ciardiello