Home Cani Adottare un cane Affenpinscher: tutti i motivi e qual è il suo...

Adottare un cane Affenpinscher: tutti i motivi e qual è il suo padrone ideale

Perché adottare un cane Affenpinscher? Bisogna valutarne tutti i motivi e scoprire se si possa essere il suo padrone ideale.

Cuccioli di Affenpinscher
(Foto da Pinterest)

L’Affenpinscher è un cane divertente ma, come ogni razza, presenta delle esigenze diverse dagli altri. Prima di prenderlo in casa con sé bisogna chiedersi se si possa essere il suo padrone ideale e per quale motivo adottare lui e non un cane di un’altra razza.

Perché adottare un Affenpinscher

Spesso, soprattutto se non si possiede un giardino o se si è un po’ in là con gli anni, si preferisce adottare un cane di piccola taglia, convinti che sia meno impegnativo.

Affenpinscher da piccolo
(Foto da Pinterest)

A volte non è proprio così. Seppur l’Affenpinscher si presenti come un batuffolo di pelo tutto da coccolare, non possiamo aspettarci che resti immobile nella sua cuccia.

È un cane molto vivace ed ha bisogno di sfogarsi, di avventurarsi tra i prati cercando le sue possibili prede: ha un istinto da cacciatore intrinseco e spesso questo esce fuori fiutando in giro la presenza magari di piccoli roditori.

Senza dubbio ha un’intelligenza spiccata, ma conviene educarlo già da piccolo: è testardo, seppur non abbia reazioni violente, ed è restio ad eseguire ordini imposti in modo brusco.

Qualora fosse stimolato dolcemente, invece, arriverebbe a fare quello che gli avremmo impartito: è un curiosone ma anche molto furbo e terrebbe in pugno benissimo una persona raggirabile ed insicura.

È anche una buona forchetta e questo si potrebbe sfruttare durante la fase educativa: l’utilizzo dei premietti ogni qualvolta dovesse eseguire gli ordini funziona sempre.

Ha bisogno di un approccio fermo ma pacato del proprietario, che sia un compagno di giochi ma anche un punto di riferimento: si fiderà a tal punto da mettere a rischio la sua vita pur di difenderlo.

Non ama, però, che lo si stritoli troppo. È affettuoso ma ha bisogno dei suoi spazi: chi si cimenti a volerlo addestrare deve dare il giusto peso alla prossemica e non invadere troppo la sua zona di comfort.

A tal proposito, chi abbia bambini in casa deve sapere che l’Affenpinscher li ama alla follia ma non è disposto ad essere un loro peluche: sa farsi rispettare e saprebbe anche difendersi attaccando.

Spesso, infatti, si sottovaluta il comportamento dei bambini verso i cani: a loro non dev’essere concesso tutto, devono imparare allo stesso modo a rispettare l’animale e sapere che un loro comportamento sbagliato potrebbe farlo arrabbiare.

Per adottare un Affenpinscher non bisogna essere degli esperti educatori: basta tener ben presente che il cane avverte se chi ha davanti sia sicuro di sé o manipolabile e potrebbe approfittarsene.

Non è un cane pauroso, ama esplorare luoghi e situazioni sempre nuovi; sarebbe un’ottima spalla per viaggiare anche oltre oceano.

Potrebbe interessarti anche: Come curare il pelo e l’igiene dell’Affenpinscher: bagno e toelettatura

Raccomandazioni

Chi decide di adottare un cane di certo sceglie di arricchire la sua vita, ma anche le sue giornate saranno più piene e stimolanti.

Affenpinscher
(Foto da Pinterest)

Non si può pretendere che un cane come l’Affenpinscher possa rimanere inattivo per troppo tempo: anche quando sarà arrivato più in là con gli anni resterà sempre un cane curioso ed intelligente, seppur non tanto dinamico.

In realtà né da cucciolo né da adulto amerebbe fare tutti i giorni una maratona: lui si diverte saltellando qua e là ed andando all’esplorazione.

Da anziano magari non riuscirà a fare tutto ciò, ma potremmo stimolarlo con dei giochini intelligenti di problem solving per cani, ad esempio.

Come tutte, anche la salute di questa razza di cane ha i suoi punti deboli: bisogna sapere che l’Affenpinscher è predisposto più di altri a determinate malattie ed ha bisogno di cure particolari.

Il suo pelo è molto folto ed a tratti lungo, ne perde abbastanza e non è un cane adatto per chi pensasse di non doverlo spazzolare spesso né curare troppo la sua igiene.

Sarebbe meglio se fosse seguito da un veterinario, sia per le visite di controllo periodiche sia per avere una guida sulla corretta dieta da somministrare all’Affenpinscher.

Sa essere un perfetto animale da compagnia, fedele amico del padrone e molto territoriale anche per la casa: non sa essere, però, un soprammobile in appartamento e potrebbe annoiarsi stando troppo fermo e combinare danni.

Potrebbe interessarti anche: Malattie più comuni nell’Affenpinscher: quali sono e come prevenirle

Prima di adottare un cane di questa razza bisogna considerare anche l’eventuale presenza in casa di altri animali.

In linea di massima va d’accordo con tutti ma, avendo un bel caratterino, ci sono razze di cane più compatibili con l’Affenpinscher e razze meno. Con un gatto dispettoso, poi, sarebbe una bella lotta.

In sostanza questo cane non ha straordinarie necessità, almeno non sono difficili da considerare. Chi adottasse un Affenpinscher vivrebbe il tempo insieme a lui sempre a pieno ed in modo stimolante.

Bisogna solo ricordarsi che va trattato seguendo la sua natura, senza cercare di imporsi perché si plasmi alle nostre di esigenze.

S. A.