Home Cani Perché il cane detesta alcune persone? 6 ragioni principali

Perché il cane detesta alcune persone? 6 ragioni principali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:44
CONDIVIDI

A volte il nostro cane abbaia o dimostra una forte antipatia verso determinati individui. Potrebbe sembrare una cosa inspiegabile, ma in realtà… Perché il cane detesta alcune persone? Scopriamolo insieme!

cane detesta alcune persone
Un cane piuttosto aggressivo (Fonte foto Pixabay)

Non sempre i cani si comportano in modo amichevole con tutti. Anzi, in alcuni casi possono mostrare una vera e propria antipatia nei confronti di determinati individui, uomini o donne che siano. Fido comincia ad abbaiare, ringhiare e a diventare persino aggressivo nei loro confronti, senza una ragione apparente. Come mai questa trasformazione improvvisa? Perché il nostro cane detesta così tanto alcune persone?

Nonostante questo possa sembrare un comportamento “inspiegabile”, in realtà nasconde delle ragioni specifiche: non si tratta quasi mai di “antipatie ingiustificate”, ma è un atteggiamento influenzato da differenti fattori… proviamo a scoprire quali!

Perché il cane detesta alcune persone? 6 ragioni principali

cane odia alcuni individui
Per quale motivo il cane detesta alcune persone? (Foto fonte Pixabay)

Grazie ai loro sensi estremamente sviluppati, i cani sono in grado di raccogliere molte informazioni sulle persone che hanno davanti, a prescindere dal comportamento che esse adattano con loro e che noi possiamo vedere o percepire dalla nostra limitata analisi della situazione. Per approfondire l’argomento sulla percezione canina vi consigliamo la lettura dell’articolo Cosa sente il cane: premonizioni o capacità olfattive e uditive?

Molteplici fattori sono quindi alla base di un’eventuale azione aggressiva dei cani verso determinate persone: qui vi riportiamo le 6 ragioni principali che possono indurre odio o antipatia in un cane.

1.Un’errata socializzazione del cane

La socializzazione del cucciolo di cane è un aspetto fondamentale per la formazione del suo carattere da adulto. Nel periodo che va dalla quarta settimana fino al primo anno di vita, è importante che il cucciolo impari a conoscere il mondo che lo circonda e a socializzare con altri cani ed esseri umani in una maniera positiva e costruttiva. Se ciò non è avvenuto nel modo corretto, è probabile che il comportamento aggressivo del cane si manifesti con una maggiore frequenza e con differenti tipologie di persone.

2. Un aspetto che spaventa

Gli abiti indossati, accessori come occhiali o cappelli particolari, una barba folta o ancora, il parlare a voce alta o l’utilizzo di una sedia  a rotelle o di un bastone per camminare sono tutti elementi che possono creare disturbo e spaventare i cani più timorosi. Anche in questo caso, l’abitudine alla diversità e alla novità avuti dal cane fin dai suoi primissimi mesi di vita ha un ruolo determinante nella sua capacità di accettare gli altri e di non considerare quello che vede come una minaccia.

Un cucciolo entrato in contatto con individui di età, sesso ed etnie diversi, con toni di voce e caratteristiche fisiche differenti, avrà minore probabilità di sentirsi allarmato in queste circostanze, principalmente perché già conosce quei determinati elementi: li ha già incontrati in passato e non è spaventato da adulto.

3. Un brutto ricordo

Come noi esseri umani, anche i cani hanno dei loro ricordi, soprattutto se si tratta di eventi traumatici avvenuti nella loro vita. Queste memorie possono essere risvegliate da un certo aspetto fisico, da uno specifico odore o modo di muoversi o camminare e creano antipatie basate sull’istinto, che non sono legate strettamente alla specifica persona che hanno davanti. Ad esempio, un cane maltrattato da un individuo basso e molto grasso, tenderà ad associare questo messaggio negativo a persone che hanno sembianze simili a quelle incamerate dal cervello dell’animale.

4. Un linguaggio del corpo non amichevole

I cani non decidono coscientemente di odiare le persone, ma sono naturalmente portati a difendersi e stare in guardia da situazioni che percepiscono come possibili pericoli. Per questo motivo, se una persona urla, gesticola o si avvicina con scatti o movimenti bruschi, il cane interpreterà il tutto come una minaccia o un atto violento nei suoi confronti, reagendo di conseguenza in maniera aggressiva. E’ bene cercare di avere un contatto più cauto e di avvicinamento graduale, con l’approvazione e il consenso del padrone. Anche un comportamento rigido della persona, magari dovuto alla sua paura nei confronti dell’animale, potrebbe indispettire il cane, che è in grado di percepire lo stato d’animo anche solo “leggendo” il linguaggio del corpo.

5. Protezione del territorio

Esiste poi una motivazione, che possiamo considerare più logica, in grado spiegare l’antipatia del cane verso certe persone. I cani, infatti, sono animali molto territoriali e potrebbero intendere la presenza di un essere umano come un’intrusione nella sua area, in cui l’animale si sente il padrone e che ha il bisogno di difendere a ogni costo. Come espresso in precedenza, anche in questo caso è sempre meglio cercare di avere un approccio positivo e tranquillo nei confronti di Fido.

6. Gelosia

L’ultima ragione per cui un cane può dimostrare forte antipatia per alcune persone è che si tratta di un cane geloso. La gelosia è un sentimento arcaico, conosciuto anche da questi splendidi e fedeli animali: può capitare infatti che il cane non voglia condividere l’amore del proprio padrone con il partner, i figli o con altri membri della famiglia, allo scopo di proteggere il suo ruolo privilegiato all’interno del branco.

 

Potrebbe interessarti anche >>>

R.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI