Home Cani Salute dei Cani Calli sui cuscinetti del cane: dritte e consigli per prevenirli e curarli

Calli sui cuscinetti del cane: dritte e consigli per prevenirli e curarli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00
CONDIVIDI

Purtroppo anche i nostri amici animali invecchiano, e il corpo ne mostra i segni, come i calli sui cuscinetti del cane. Ecco cosa fare per prevenirli e curarli.

Calli sui cuscinetti del cane (Foto Adobe Stock)
Calli sui cuscinetti del cane (Foto Adobe Stock)

Il passare degli anni non risparmia neanche i nostri amici pelosetti, che anzi invecchiano più velocemente di noi. I calli sono dei segni visibili e tangibili sul corpo del cane, simbolo di qualche acciacco più che normale. Nei cani, una delle zone più soggette alla loro comparsa sono i cuscinetti, ovviamente indispensabili per la deambulazione. Vediamo insieme cosa fare.

Potrebbe interessarti anche: Il cane anziano perde il pelo: cause e soluzioni al problema

Quando il cane invecchia

Calli sui cuscinetti del cane (Foto Adobe Stock)
Calli sui cuscinetti del cane (Foto Adobe Stock) 

La comparsa dei calli sui cuscinetti delle zampe del cane non deve assolutamente allarmarti. Si tratta di un fenomeno assolutamente normale, specie se il tuo cane ha percorso insieme a te tanta strada nella sua vita, metaforicamente e non. Insomma, un segno normale dell’età che avanza, come le nostre rughe.

Il problema sorge nel momento in cui questi calli diano fastidio o siano dolorosi per il cane. In questo caso la deambulazione potrebbe essere compromessa ed indurre il cane a non voler camminare in diverse occasioni, come ad esempio quando fate la passeggiata. Ed è chiaro che in questi casi dovrete prendere i giusti provvedimenti.

Le cause

La passeggiata del cane (Foto Pixabay)
La passeggiata del cane (Foto Pixabay)

Come detto, i calli insorgono con il passare degli anni, certo. Ma ovviamente ciò accade perché i cuscinetti sono indispensabili per la deambulazione del cane, e nel corso del tempo sono soggetti continuamente alla pressione del peso dell’animale.

Percorrono ogni tipo di superficie, dal pavimento all’asfalto per passare alla naturale terra, e con ogni temperatura (si pensi all’estate dove si toccano i picchi più alti dell’anno, ben oltre i 40 gradi). Insomma, un processo di usura inarrestabile e senza fine.

La prevenzione

come fa perdere peso al cane
E’ molto importante far mantenere al cane il peso ideale (Foto iStock)

Inutile dire che la prevenzione è la migliore della terapie possibili. Non fermerà di certo l’insorgere dei calli sui cuscinetti del cane, ma con le giuste accortezze potrai tenerli sotto controllo. Fondamentale è che il cane conduca uno stile di vita sano ed equilibrato.

Per questo è necessario prima di tutto curarne l’alimentazione, tenendo il cane sempre entro i limiti del peso ideale. In questo modo Fido non andrà a gravare eccessivamente sui cuscinetti della zampa, che avranno meno peso da sostenere.

Potrebbe interessarti anche: Calli sul gomito del cane: dritte e consigli per la cura o la prevenzione

Quando la prevenzione non basta

Se il cane non vuole più camminare potrebbe dipendere dai calli ai cuscinetti delle zampe (Foto Getty images)

Se i trattamenti preventivi non sono sufficienti, oppure nell’ipotesi in cui hai deciso di agire solo dopo l’insorgenza del problema, dovrai valutare l’entità dei calli comparsi sui cuscinetti del cane. Come detto, molte volte non creano problemi a Fido, che continua a condurre la sua vita normalmente, senza difficoltà di sorta.

Se invece ti accorgi, magari durante la passeggiata con il cane che l’animale ha problemi di deambulazione, dovrai consultare immediatamente un veterinario, che ti saprà consigliare il rimedio più adatto alla situazione specifica di Fido.

La terapia

cane a visita
Cane a visita dal veterinario.(Foto Adobe Stock)

Non tutti i calli sono uguali: chiaramente sarà il veterinario a valutare lo stato degli stessi e la relativa terapia da adottare. I casi più gravi potrebbero richiedere l’intervento chirurgico volto all’asportazione dei calli. Per fortuna nella maggior parte dei casi non è così, e si procede ad una terapia ovviamente meno invasiva.

Un rimedio molto comune è quello di immergere le zampe del cane in una soluzione composta da sali minerali e acqua calda, secondo le dosi prescritte dal veterinario di fiducia. Un trattamento da eseguire tutti i giorni, a cui dovremmo far seguire un massaggio delicato ai cuscinetti del cane.

Il veterinario potrebbe anche prescrivere al cane degli integratori alimentari, per rinforzare la pelle del cane, cuscinetti compresi. Si tratta di un accorgimento tuttavia che produrrebbe effetti più incisivi se attuato in un’ottica preventiva.

Antonio Scaramozza