Home Cani Salute dei Cani Nematodi nel cane: la causa, i sintomi e il trattamento

Nematodi nel cane: la causa, i sintomi e il trattamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:03
CONDIVIDI

Il tuo cane ha problemi digestivi, sangue nelle feci ed è debole? Probabile colpa sia dei nematodi nel cane. Vediamo le cause, i sintomi e il trattamento.

cucciolo
I nematodi sono una famiglia di vermi che devastano l’intestino dei nostri cani. (Foto iStock)

È fondamentale, a scopo preventivo, sverminare l’animale in modo regolare oltre ad eliminare i parassiti esterni. Spesso sono molto difficili da identificare e in alcuni casi nemmeno ce ci accorgiamo. I nematodi sono una famiglia di vermi che devastano l’intestino dei nostri cani, per la loro forma, sono anche soprannominati vermi rotondi.

Causa e contagio dei nematodi nel cane

cane infreddolito
I più colpiti sono i cuccioli, attraverso l’utero materno o attraverso il latte  (Foto Pixabay)

I nematodi nel cane sono i parassiti più frequenti di verme intestinale nei nostri amici a quattro zampe. I più colpiti sono i cuccioli, attraverso l’utero materno o attraverso il latte materno, solitamente tendono a procurarsi la variante T. canis i quali si attaccano alla parete e succhiano il sangue.

Questi vermi possono diffondersi ad altri cani adulti e anche all’uomo. Pertanto, è importante che i cuccioli siano seguiti fin dal primo momento dal veterinario. La specie di nematodi più diffusa sono gli anchilostomi, detti anche “ad uncino” a causa della ripiegatura dell’estremità cefalica.

I nematodi possono essere ingeriti attraverso l’ingestione di animali infetto entrare nella cute o i cuscinetti delle zampe. Una volta nel corpo, le larve degli anchilostomi possono rimanere dormienti nelle pareti intestinali e risvegliarsi dopo mesi o anni fino a diventare adulti.

Sintomi dei nematodi nel cane

 

cane e feci
La presenza di sangue nelle feci del cane è uno dei sintomi.(Foto Pixabay)

I sintomi provocati dai nematodi nel cane possono differire da animale a animale, ciò dipenderà da diversi fattori, come per esempio, il tipo di verme che ha provocato l’infestazione, il tempo di permanenza all’interno del corpo del cane, l’età del cane (cucciolo o adulto) e la gravità dell’infestazione nel suo insieme. Ma in tutto ciò possiamo comunque individuare sintomi comuni, che sono:

  • Diarrea;
  • Perdita di peso corporeo e dimagrimento;
  • Anemia (causata soprattutto dai vermi intestinali dei cani che si nutrono di sangue);
  • Gonfiore e/o dolore addominale;
  • Presenza di sangue nelle feci;
  • Vomito nel cane;
  • Occlusione intestinale.

Purtroppo, nei casi più gravi non diagnosticati e trattati in tempo, l’animale potrebbe rischiare la morte.

Diagnosi e trattamento

cane a visita
in alcuni casi potrebbe essere necessario intervenire chirurgicamente..(Foto Pixabay)

La diagnosi dei nematodi nel cane, viene stabilita in maniera corretta unicamente attraverso la valutazione dei sintomi descritti dal proprietario del cane e analizzando le feci del cane. Ecco perché la diagnosi dei nematodi nel cane è ritenuta al quanto semplice.

In linea di massima l’esame coprologico è sufficiente ad individuare l’eventuale presenza di larve o uova di vermi intestinali, ma il veterinario potrebbe decidere di indagare anche sul sangue del cane. In determinati casi quelli in particolare molto gravi, per eliminare completamente i nematodi, questi vermi intestinali nel cane, potrebbe essere necessario intervenire chirurgicamente.

Mentre laddove potesse bastare il trattamento, il veterinario prescriverà la somministrazione di farmaci antiparassitari per via orale, specifici per i nematodi responsabili della parassitosi. Quindi la cura consisterà nella semplice eliminazione dei parassiti che provocano la problematica.

Insieme al trattamento medico, bisogna avere presente la possibilità di aiutare il nostro amico a quattro zampe con alcuni rimedi casalinghi per alleviare i sintomi. Come ad esempio:

  • aglio ha il potere antibiotico e antiparassitario;
  • ananas contente enzimi, ottimi a combattere i vermi;
  • genziana pianta con poteri antibiotici e antisettici;

Questi prodotti si possono tranquillamente mescolare all’alimentazione quotidiana del cane, ma se il cane dovesse mostrarsi intollerante ad essi, sospendere la somministrazione. Ricordiamo che questi suggerimenti sono utili a liberare il cane da questi parassiti, ma la soluzione migliore a tutto è sempre la prevenzione.

Agire usando preparati una volta al mese o ogni due mesi, aiuteremo l’animale a prevenire i vermi. Il cane dovrebbe iniziare da cucciolo con il primo vermifugo, durante la prima settimana di vita e nelle dosi esatte indicate dal veterinario di fiducia. Dopo la prima dose, la dose deve essere ripetuta ogni 2 settimane fino a quando il cucciolo raggiunge i 3 mesi di vita e, da lì e per il resto della sua vita, deve ricevere un trattamento ogni 3 mesi.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI