Home Cani Salute dei Cani Sindrome di Wobbler nel cane: causa, sintomi e trattamento

Sindrome di Wobbler nel cane: causa, sintomi e trattamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:09
CONDIVIDI

In questo articolo, tratteremo di una patologia, che colpisce maggiormente i cani di razze grande. Vediamo le cause, i sintomi e la cura della sindrome di Wobbler nel cane.

cane razza grande
La sindrome di Wobbler è una malattia che colpisce maggiormente i cani di razze grande. (Foto Pixabay)

La sindrome di Wobbler nel cane, è una malattia del rachide cervicale che compromette le vertebre caudali e i dischi intervertebrali. Questa malattia causa la compressione del midollo spinale, in modo che compaiano dolore e disturbi del tipo neurologico.

Lo slittamento del disco intervertebrale è più comune nei cani di razza, pincher, doberman. Mentre le malformazioni ossee sono più probabili nei cani giganti. Generalmente i cani di sesso maschile, sono più predisposti a questa malattia rispetto alle femmine. In ogni caso, le razze più inclini ad ammalarsi, sono:

  • Doberman;
  • Wolfhound irlandese;
  • Basset Hound;
  • Dalmata;
  • Rottweiler;
  • Alano;
  • Mastino.

Anche se, casi simili si sono verificati anche nei cani di piccole razze.

Cause della sindrome di Wobbler nel cane

cane malato terminale
La sindrome di Wobbler è un’irregolarità del midollo spinale a livello cervicale.  (Foto Facebook)

Questa condizione fisica del cane, la cui origine non è propriamente certa, porta a disturbi della mobilità o addirittura alla paralisi del cane. La sindrome di Wobbler è un’irregolarità del midollo spinale a livello cervicale. Questa malattia cronica peggiora nel tempo se non trattata. Gli scienziati condividono due possibili cause:

  • Patrimonio genetico: alcuni specialisti ipotizzano che la sindrome di Wobbler abbia cause genetiche e sia trasmessa da una generazione all’altra. Tuttavia, questa tesi non è stata ancora dimostrata.
  • Dieta: cioè l’assunzione di proteine ​​e calcio troppo rapidamente rischia di accelerare la crescita del cane e favorire la deformazione ossea. Da qui l’importanza di monitorare la dieta del cane ed evitare l’eccesso. In quanto si ritiene che una dieta troppo ricca possa anche essere la causa della malattia.

Sintomi

Cane sofferente per la malattia di Wobbler.(Foto Pixabay)

I primi sintomi della sindrome di Wobbler nel cane, possono essere generali, come dolore e torcicollo, che possono causare frequenti mal di testa. Inoltre con il progredire della malattia, si presenteranno ulteriori sintomi.

I sintomi della sindrome di Wobbler nel cane sono:

  • rigidità nella regione cervicale (“collo duro”);
  • debolezza e stanchezza nel cane;
  • gambe anteriori e posteriori gonfie;
  • movimenti traballanti;
  • passi brevi e lenti;
  • perdita frequente di equilibrio, che causa cadute e colpi;
  • difficoltà a muoversi e alzarsi;
  • perdita progressiva della massa muscolare delle gambe e delle spalle anteriori;
  • paralisi del cane completa o parziale.

Purtroppo, quando il trattamento inizia in ritardo, l’animale è troppo debole per affrontare, un deficit neurologico irreversibile e la sua disabilità.

Diagnosi della sindrome di Wobbler nel cane

cane radiografia
La sindrome di Wobbler viene diagnosticata tramite la possibile osservazione dei Raggi X, dei mielografi, della tomografia computerizzata (TC) e della risonanza magnetica (MRI).(Foto Pixabay)

Il veterinario, insieme ai test medici standard, che includono un profilo chimico del sangue del cane, un emocromo completo, un’analisi delle urine e un pannello elettrolitico per escludere altre malattie, ascolterà la storia clinica completa, della salute del tuo cane, dalla manifestazione dei sintomi ai presunti incidenti che potrebbero essere accaduti per arrivare a questa condizione.

Tali incidenti potrebbero essere: traumi alla schiena o eventuali malattie precedenti. Anche qualsiasi informazione che il proprietario potrebbe avere sul background genetico del cane può essere utile.

La sindrome di Wobbler nel cane, viene diagnosticata tramite la possibile osservazione dei Raggi X, dei mielografi, della tomografia computerizzata (TC) e della risonanza magnetica (MRI). Questi esami daranno la possibilità al medico di poter osservare la colonna vertebrale e tutte le vertebre.

In merito ai raggi X, questi vengono effettuali sul cane per poter eliminare il dubbio che ci possano essere disturbi ossei, mentre mielografi, TC e RM servono per poter osservare la compressione del midollo spinale. I risultati dell’analisi del liquido cerebrospinale (CSF) dovrebbero individuare l’origine dei sintomi.

Verrà anche considerata una diagnosi differenziale che ha come scopo ultimo, una corretta diagnosi della patologia in esame, escludendo patologie simili o che possono dare sintomi/segni simili ed evitando tutti i possibili errori di valutazione

Trattamento della sindrome di Wobbler nel cane

Cane malato
Cane in cura per il trattamento della malattia.(Foto iStock)

Il trattamento di questa malattia consiste nell’alleviare la compressione del midollo spinale e sostituire le vertebre. Esistono due possibili soluzioni:

  • Trattamento farmacologico: il posizionamento di un tutore per il collo e la somministrazione regolare di farmaci antinfiammatori possono stabilizzare la malformazione o evitare un decadimento più veloce. Il trattamento può essere applicato durante tutta la vita del cane.
  • Operazione chirurgica: Non è assolutamente raccomandato per un cane anziano, inoltre l’operazione ha un costo notevole e può portare a molte complicazioni postoperatorie.

In entrambi i casi, la guarigione totale è impossibile. Il trattamento ha lo scopo di limitare le conseguenze della malformazione, ma non di guarire in modo definitivo il cane.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI