Home Cani Salute dei Cani Colpo di calore nel cane in estate: i sintomi, le cause ed...

Colpo di calore nel cane in estate: i sintomi, le cause ed i rimedi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30
CONDIVIDI

Uno dei maggiori pericoli per il nostro cane in estate è il colpo di calore. Riconoscerlo e sapere come intervenire, oltre che prevenirlo è fondamentale.

Colpo di calore nel cane in estate
Saper intervenire per un colpo di calore nel cane è fondamentale. (Foto Pexels)

Imparare a riconoscere i segni di un colpo di calore potrebbe salvare la vita al nostro cane. Nel momento in cui e temperature estive si alzano e le ondate di calore aumentano, le conseguenze di un caldo eccessivo possono essere davvero letali per i nostri pelosetti. Non solo i bambini e gli anziani devono fare attenzione, ma anche i nostri cani, che spesso vengono lasciati liberi di stare all’aperto al sole, o magari restano confinati in luoghi troppo caldi per loro (ad esempio, lasciati in auto sotto il sole). Dobbiamo quindi capire quelli che sono i sintomi e i segni di un colpo di calore nel cane, e come intervenire in tempo; ma è importante anche sapere come prevenire queste situazioni pericolose.

Potrebbe interessarti anche: Caldo in arrivo: 5 trucchi per proteggere il cane

Le cause del colpo di calore

infografica colpo calore cane
Infografica: colpo di calore nel cane (Redazione)

Quando parliamo di “colpo di calore”, parliamo in realtà di ipertermia, o una elevata temperatura corporea. In generale possiamo parlare di ipertermia se la temperatura del nostro cane supera i 39,4°C. Consideriamo che la temperatura critica in cui un cane può avere insufficienza degli organi e morte imminente è compresa tra i 41,2°C e i 42,7°C.

Le temperature corporee superiori ai 41°, senza precedenti problemi di salute, sono di solito associate a un’esposizione eccessiva al calore (in un ambiente troppo caldo, o all’aperto al sole), e sono il sintomo principale del colpo di calore.

Le più comuni cause del colpo di calore in un cane sono legate all’ambiente in cui si trova il nostro animale domestico: un classico esempio è quando viene lasciato in auto, senza una ventilazione adeguata. La temperatura del nostro amico a quattro zampe può aumentare in pochi minuti.

I cani non possono sudare come noi esseri umani, quindi non possono controllare la loro temperatura corporea come noi. Questo è dovuto a un numero molto basso di ghiandole sudoripare (che si trovano nei cuscinetti), per cui devono ricorrere al respiro per abbassare la loro temperatura, ansimando.

Altre ragioni per cui si verifica un colpo di calore possono essere: lasciare il cane in cortile, senza che possa trovare un po’ di fresco all’ombra; usare il phon per troppo tempo; esercizi fisici troppo pesanti con una temperatura troppo alta.

Quando un cane è troppo eccitato, o sotto sforzo per il troppo esercizio fisico, potrebbe essere a rischio anche se l’ambiente non ci sembra eccessivamente caldo. Questo vale se non c’è abbastanza ventilazione, ad esempio. Anche i cani con la museruola possono rischiare di più, perché la loro possibilità di respirare ansimando è limitata.

Ci sono cani che hanno poi un rischio maggiore di colpo di calore per questioni legate alla loro razza o condizione fisica: le razze brachicefale come i carlini, ad esempio, ma anche cani con infezioni che portano alla febbre, a convulsioni o spasmi muscolari, che sono tutti possibili motivi per l’innalzamento della temperatura corporea.

Cliccate su successivo per leggere il resto dell’articolo