Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo del Beagle Harrier: com’è fatto e come tenerlo sano...

Cura del pelo del Beagle Harrier: com’è fatto e come tenerlo sano e in forma

La salute parte anche dal suo manto! Come prendersi cura del pelo del Beagle Harrier: com’è fatto e in che modo tenerlo sano, pulito e in forma.

Cura del pelo del Beagle Harrier
(Foto AdobeStock)

Distinguerlo dai cugini Beagle e Harrier è davvero complicato a causa del manto davvero troppo simile! L’unico elemento che può aiutarci a capire se si tratta dell’una o dell’altra razza è la taglia, perché apparentemente sono uguali. Ma come si fa a prendersi cura del pelo del Beagle Harrier correttamente? Prima di capire come procedere, daremo qualche cenno sulle sue caratteristiche e su come tenerlo sempre pulito e in ordine.

Beagle Harrier: com’è fatto il manto

Non è certo dal manto che distingueremo un Beagle Harrier dai ‘familiari’ da cui discende: tutti hanno il pelo corto, piuttosto fitto ed è proprio questo ‘ammasso’ di peli vicini che lo rende praticamente impermeabile.

Razze compatibili col Beagle Harrier
(Foto AdobeStock)

Per quanto riguarda i colori sono tre quelli che si stagliano sul manto del nostro Beagle Harrier: il fulvo, il nero e il bianco, con varie combinazioni e sfumature dell’uno o dell’altro colore.

Solitamente il bianco ricopre gli arti inferiori di ogni esemplare, mentre i colori fanno il loro gioco sulla parte superiore del corpo, comprese le orecchie e parte del muso. Solo in punta e sotto il tartufo sembra esserci di nuovo il colore bianco.

Cura del pelo del Beagle Harrier: cosa fare

Erroneamente si tende a pensare che un cane con pelo corto sia più facile da gestire rispetto a uno col pelo lungo solo perché non vi è il rischio di nodi. In realtà è vero che non dovremo impegnarci a districare masse di peli ingarbugliati nel Beagle Harrier, ma non è assolutamente vero che si può trascurare.

Cura del pelo del Beagle Harrier
(Foto AdobeStock)

Non solo perché una costante spazzolatura, magari una a settimana, consente al manto sottostante di uscire fuori e dunque di rigenerarsi. Poiché si tratta di un esemplare molto dinamico ed avventuroso, che va d’accordo con i cani sportivi, non perderà occasione di gettarsi nel fango e tra i cespugli per inseguire la sua preda e dunque dovrà essere pulito.

Una spazzola adatta al pelo corto infatti non solo servirà quindi ad eliminare il pelo morto, ma anche a tenerlo più pulito: è ovvio che in alcuni casi sarà necessario approfondire la pulizia con un bel bagnetto. Infine non dimentichiamo la coda: anche questa appare molto ricca di peli, e dovrà essere curata allo stesso modo del resto del manto.

Potrebbe interessarti anche: Razze compatibili col Beagle Harrier: il suo carattere e con quali animali va d’accordo

Cura del pelo del Begale Harrier: bagnetto e rasatura

In realtà in entrambi i casi, gli esperti consigliano di decidere il da farsi a discrezione del proprietario: in base alla condizione del manto dell’animale ci si dovrà rendere conto se è il caso di procedere con un bagnetto extra (oltre a quello mensile).

Alimentazione del Beagle Harrier
(Foto AdobeStock)

Anche la rasatura non è necessaria, a meno che non si presentino condizioni particolari in cui è utile accorciargli il manto. Facciamo attenzione soprattutto all’interno delle orecchie, poiché è lì che potrebbero svilupparsi infezioni anche piuttosto serie.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Francesca Ciardiello