Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo dell’Epagneul francais dalla spazzola al bagno

Cura del pelo dell’Epagneul francais dalla spazzola al bagno

Cosa si sa sulla cura del pelo dell’Epagneul francais? Tutti i consigli più utili dalla spazzola al bagno per un pelo sano e in forma.

Cura del pelo dell'Epagneul francais
(Foto Pinterest-pointingdogblog.blogspot.com)

Non è sempre così scontato garantire un manto sano, in forma e pulito al nostro amico a quattro zampe: c’è bisogno di tanta pazienza e cura, anche quando si tratta di un pelo relativamente ‘semplice’ da curare. Ecco tutti i consigli più utili sulla cura del pelo dell’Epagneul francais, dall’uso della spazzola alla frequenza del bagnetto per gli esemplari di questa razza.

Tutto sul pelo dell’Epagneul francais: caratteristiche e particolarità

Com’è il manto di questo esemplare? A prima vista potrebbe sembrare non facile da curare: infatti si tratta di un pelo lungo e mosso, ondulato. Questo può farci intuire la facilità della formazione di nodi, ma ciò che davvero lo rende particolare è probabilmente il colore.

Alimentazione dell'Epagneul Francais
(Foto Pinterest-fr.wikipedia.org)

Di base c’è il bianco ma sono caratteristiche le macchie marroni che si ‘spargono’ disordinatamente su tutto il pelo. Nei periodi di muta del cane, è bene sapere che ne perde non in quantità eccessiva ma con moderazione.

Cura del pelo dell’Epagneul francais: quanto usare la spazzola?

A prima vista il pelo lungo può creare qualche problema in più rispetto a uno corto, ma in realtà entrambi hanno bisogno di cure e attenzioni. In questo caso però è utile fare un buon uso della spazzola, magari una volta al giorno, senza che questo però diventi un momento spiacevole per il cane.

Epagneul Francais
(Foto Pinterest-hondenpage.com)

Infatti è ovvio che, essendo molto lungo, ha più possibilità di trattenere residui, sporco, polvere e elementi esterni (raccolti soprattutto durante le battute di caccia o le passeggiate all’aria aperta), quindi la spazzola può servire non solo a districare i nodi ma proprio a ‘pulire’.

Attenzione però a scegliere sempre gli strumenti adatti: facciamoci consigliare dall’esperto sull’acquisto di una buona spazzola per cani, la più adatta al manto del nostro amico a quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche: Scopri le razze compatibili con l’Epagneul francais: con chi va d’accordo e perché

Cura del pelo dell’Epagneul francais: e il bagnetto?

Non essendo un cane particolarmente diffuso nelle nostre zone, non vi sono particolari indicazioni sulla frequenza del bagnetto. In linea di massima gli esperti consigliano di lavare il cane una volta al mese o al massimo dopo 40 giorni dal lavaggio precedente.

Potrebbe interessarti anche: Scopri l’alimentazione dell’Epagneul Francais: cosa mangia, dosi e altro sulla sua dieta

Ma è ovvio che, trattandosi di un cane che ama le attività all’aria aperta, può essere utile lavarlo anche prima dei ‘canonici’ 30 giorni: a discrezione del padrone, si dovrà notare magari un cambiamento del colore e dell’odore dello stesso manto.