Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo del Francese tricolore: tutto dalla spazzola al bagnetto

Cura del pelo del Francese tricolore: tutto dalla spazzola al bagnetto

Quanto conta l’igiene del manto del cane? E’ fondamentale: tutti i consigli sulla cura del pelo del Francese tricolore.

Alimentazione del Francese tricolore
(Foto Pinterest-worldlifeexpectancy.com)
Cani
Salva
worldlifeexpectancy.com)

Non è solo una questione di estetica, anzi forse quello dovrebbe essere l’ultimo obiettivo della cura del pelo del Francese tricolore: infatti è un fatto di salute. Un pelo sano e in forma è frutto di una alimentazione sana ed equilibrata ma anche della frequenza e dell’uso di alcuni strumenti fondamentali per la sua toelettatura. Ecco dunque una serie di consigli utili per la sua manutenzione.

Pelo del Francese tricolore: caratteristiche

Sembra scontato definirne solo i colori, che sono tre o forse anche di più: perché oltre al bianco di base vi sono macchie (di diverse dimensioni) di nero, marrone e di sfumature più chiare, come il sabbia ad esempio.

Razze compatibili col Francese tricolore
(Foto Pinterest-aquarius)

Ma non è solo questione di colori: la particolarità di questo pelo è anche il fatto di essere raso, quindi molto corto e ben aderente a tutto il corpo fino alla coda. Quest’ultima è lunga e conferisce al Francese tricolore un’aria molto slanciata ed elegante.

Cura del pelo del Francese tricolore: uso della spazzola

Sebbene il rischio di nodi sia praticamente nullo, bisogna scegliere la spazzola per cani più adatta per questo tipo di pelo: consideriamo che si tratta di un cane da caccia, che non ama stare chiuso in casa e non avrà remore nello gettarsi nel fango, nell’erba, tra rovi, foglie etc.

Adottare un Francese tricolore
(Foto Pinterest-aquarius)

Di conseguenza l’uso della spazzola non è solo fondamentale per eliminare lo strato di polvere e sporcizia che si accumulerà inevitabilmente sul suo manto, ma anche un’occasione di intimità per stare insieme a lui, dato che non è mai particolarmente affettuoso (uno degli aspetti da valutare quando si sceglie di adottare un Francese tricolore).

Potrebbe interessarti anche: Scopri l’alimentazione del Francese tricolore: cibi, dosi e rischi della dieta

Cura del pelo del Francese tricolore: la frequenza del bagnetto

In realtà non vi sono indicazioni particolari sulla frequenza del bagno per questo esemplare di cane da caccia, quindi ci si potrebbe affidare ai canonici 30-40 giorni tra un lavaggio e l’altro.

Potrebbe interessarti anche: Scopri le razze compatibili col Francese tricolore: con chi va d’accordo e perché

Meglio chiedere consiglio al nostro veterinario di fiducia e affidarsi anche al nostro olfatto e alla vista: se notiamo che vi è un cambiamento nel colore o nell’odore (perché troppo sporco al ritorno da una passeggiata) è sicuramente il caso di ‘accorciare’ i tempi tra un bagno e l’altro.