Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo dello Jamthund: tutto dalla spazzola al bagnetto

Cura del pelo dello Jamthund: tutto dalla spazzola al bagnetto

Come garantirgli un manto sano, pulito e in forma? Tutto ciò che dovresti sapere sulla cura del pelo dello Jamthund.

Cura del pelo dello Jamthund
(Foto AdobeStock)

Per cani abituati a stare all’aria aperta, l’aspetto selvaggio e disordinato del manto dovrebbe essere un tratto distintivo: ciò non vuol dire però che non abbia bisogno di cure e manutenzione. Infatti ecco cosa bisognerebbe sapere sulla cura del pelo dello Jamthund dall’uso della spazzola alla frequenza del bagnetto per gli esemplari di questa razza svedese. Prima però bisognerà conoscere bene le caratteristiche del suo manto, che lo rendono unico nel suo genere.

Il pelo dello Jamthund: caratteristiche e particolarità

Come distinguerlo da tutti gli altri? Da alcune caratteristiche fondamentali, come ad esempio il colore (blu) e la lunghezza. Inoltre, trattandosi di un cane abituato a combattere le basse temperature, è dotato di un folto sottopelo, che lo tiene caldo anche negli inverni più rigidi.

Razze compatibili con lo Jamthund
(Foto AdobeStock)

Naturalmente questa composizione doppia e folta non si adatta per nulla bene alle alte temperature, che il cane soffrirà terribilmente. Se il colore superficiale del manto sarà blu-grigio chiaro, gli farà contrasto il bianco-crema del sottopelo. All’esterno appare liscio al tatto e più lungo in alcune zone del corpo, come il collo, le zampe e il petto.

Cura del pelo dello Jamthund: quanto bisognerà spazzolarlo

Nel caso dello Jamthund la spazzolatura dovrà essere regolare per due motivi principali: il primo consiste nell’eliminare tracce di residui che facilmente si potranno depositare sul manto dopo una passeggiata o una caccia; il secondo invece riguarda il cambiamento di colore del sottopelo.

Jamthund
(Foto AdobeStock)

Infatti pare che usare la spazzola frequentemente su questo cane, aiuti il pelo sottostante a non opacizzarsi, quindi senza perdere il suo colore e la sua brillantezza. Procuriamoci inoltre gli strumenti adatti, ovvero una spazzola per cani adatta al suo pelo e facciamoci consigliare dal nostro toelettatore di fiducia per eventuali altri strumenti utili.

Potrebbe interessarti anche: Scopri tutto prima di adottare uno Jamthund: pro, contro e padrone ideale

Cura del pelo dello Jamthund: tempi e frequenza del bagnetto

Come per tutti i suoi simili, anche in questo caso, non è opportuno esagerare con la frequenza del bagno: oltre ad utilizzare lo shampoo per cani più adatto al suo manto (possibilmente con ingredienti naturali), è importante capire che lavarlo spesso può essere addirittura dannoso per la sua salute.

Jamthund
(Foto AdobeStock)

Potrebbe interessarti anche: Scopri le razze compatibili con lo Jamthund: con chi va d’accordo e perché

Infatti un intervallo di 30-40 giorni tra un lavaggio e un altro sarà più che sufficiente per tenerlo pulito, poiché abbreviare questa distanza temporale potrebbe seccare la pelle e rendere il pelo più opaco e disidratato.