Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo del Mudi: dalla toelettatura all’igiene completa

Cura del pelo del Mudi: dalla toelettatura all’igiene completa

Cura del pelo del Mudi, la conoscenza del mantello, le tecniche e gli accessori per la toelettatura completa di questa razza di cane.

cura del pelo del Mudi
Cura del pelo del Mudi. (Foto AdobeStock)

Per poter avere un cane con un mantello splendente e sano, è importante una costante cura e manutenzione del pelo.

Spazzolare il cane regolarmente non solo riduce la perdita di pelo, ma permette anche di verificare lo stato di salute del proprio amico a quattro zampe.

La frequenza, poi con cui si deve spazzolare dipende dalla razza e dal pelo.

Vediamo, quindi come avere cura del pelo del Mudi, partendo dalla conoscenza delle caratteristiche del suo mantello.

Cura del pelo del Mudi: tipo di pelo

Per avere cura del pelo del Mudi occorre conoscere le sue caratteristiche.

due cani di razza Mudi
Mudi adulto e cucciolo. (Foto AdobeStock)

La gestione, non è complicata, ma possiede un mantello particolare che necessita di attenzioni.

Iniziamo con il dire che il Mudi è un cane di taglia media, armonioso, forte, ben proporzionato che misura circa 37-40 cm al garrese e pesa circa 11-13 kg.

È consigliato come cane da guardia e da compagnia, ma si dimostra un valido atleta per l’Agility dog.

Spesso è utilizzato anche nella caccia al cinghiale e alla grossa selvaggina.

Tuttavia, grazie alla taglia e alla tipologia di pelo, è adatto a vivere in appartamento, purché gli venga concesso il giusto spazio all’esterno e una buona dose di sport.

Venendo al pelo del Mudi, possiamo dirvi che si tratta di una razza di cane, il cui pelo varia a seconda delle regioni.

Testa e arti sono ricoperti da pelo raso, dritto e liscio. Sulle altre parti del corpo si trova pelo di lunghezza compresa fra 5 e 7 cm, spesso, ondulato e lucente.

I colori ammessi sono il nero lucente o bianco, ma vi sono anche manti bianchi striati di nero o neri striati di bianco, con macchie di grandezza media e distribuite uniformemente.

Ora che è chiara la tipologia di pelo con cui avere a che fare, andiamo a vedere come averne cura. La cura del pelo del Mudi, richiede una toelettatura media.

Almeno due/tre volte a settimana è necessaria una spazzolatura.

Si tratta di un momento che può rafforzare il legame con l’animale ed è anche un modo per controllare le orecchie e tenerle pulite per evitare parassiti e infezioni.

Ora non vi resta che conoscere gli accessori adatti alla toelettatura di questa stupenda razza di cane ungherese.

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

La spazzolatura e le spazzole adatte

La toelettatura del Mudi, deve essere eseguite con strumenti adeguati che sono:

  • pettine: serve a dare un aspetto liscio e lucido al pelo del cane;
  • cardatore: si utilizza per aprire il pelo senza graffiare la cute;
  • forbici;
  • spazzola doppia e morbida per lucidare.

Quando utilizzate questi accessori, fate sempre attenzione ad eventuali ferite presenti sul corpo del cane, potreste procurargli dolore.

Prestate particolarmente cura anche all’eventuale presenza di parassiti e all’aspetto del mantello, potrebbe essere necessario l’intervento del veterinario.

Potrebbe interessarti anche: Razze di cani ungheresi: ecco quali sono i cani originari dell’Ungheria

Il bagnetto e l’igiene del corpo del Mudi

Il bagno al vostro Mudi non dovrebbe essere frequente, solo quando richiesto perché ha un cattivo odore o è sporco.

Tuttavia, sappiamo che questo cane ama trascorrere del tempo all’esterno e ciò può presentare la necessità di doverlo in qualche modo pulire.

L’alternativa al bagno, potrebbe essere l’utilizzo di un panno umido, delle salviettine profumate per animali, shampoo a secco e tanti altri prodotti che potrete trovare nei negozi specializzati.

A prescindere dal bagnetto, ciò a cui non si può rinunciare è l’igiene del corpo, ovvero la pulizia di orecchie, occhi, bocca e unghie del cane.

Per queste ultime è sempre meglio rivolgersi al veterinario o ad un professionista, poiché potreste ferire il vostro Mudi, poco bendisposto in questa operazione.

In merito invece alle altre parti del corpo, potete tranquillamente utilizzare dell’ovatta o una garza imbevuta di acqua ossigenata e passarla agli angoli degli occhi, per poi procedere con un’altra garza alla pulizia delle orecchie.

Infine, per l’igiene orale esistono in commercio degli spazzolini e dentifrici per cani che agevolano non di poco l’operazione.

Ricordatevi che il mantello del cane rispecchia la salute dell’animale, perciò se all’apparenza appare ispido poco brillante, occorre portarlo a visita dal veterinario.

Avere cura del pelo del Mudi e della sua igiene del corpo, permetterà al vostro cane di vivere una vita più lunga e sana.