Home Cani Salute dei Cani Malattie più comuni dell’Australian Terrier: quali sono

Malattie più comuni dell’Australian Terrier: quali sono

Quali sono tutte le malattie più comuni dell’Australian Terrier e come riconoscerle subito per correre ai ripari? Tutto quello che c’è da sapere.

Alimentazione dell'Australian Terrier
(Foto AdobeStock)

Quando si tratta di salute del nostro piccolo amico a quattro zampe è normale andare in ansia, quindi è bene informarsi. Ma quali sono le malattie più comuni dell’Australian Terrier e come riconoscerne lo sviluppo? Ovviamente è fondamentale l’aiuto del nostro veterinario di fiducia, ma individuare i primi sintomi è di certo molto utile. Ecco tutto quello che dovremmo conoscere sulle patologie più frequenti che questa razza può sviluppare.

Australian Terrier: salute e vita media

I padroni di questa razza possono tirare un sospiro di sollievo: si tratta di un cane tendenzialmente in forma e di buon salute, sempre con tanta voglia di correre e giocare. Ma naturalmente la sua salute dovrà essere tenuta sotto controllo!

Alimentazione dell'Australian Terrier
(Foto AdobeStock)

La sua salute buona è confermata dalla tendenza della sua vita media, che oscilla dai 12 ai 15 anni. Forse è proprio la sua ‘ruvidezza’ a renderlo forte e temprato quando si tratta di affrontare patologie, climi più rigidi e condizioni di vita non ideali.

Malattie più comuni dell’Australian Terrier: quali sono

Sebbene forte e resistente, la razza dell’Australian Terrier può presentare qualche piccolo problema di salute che, se non diagnosticato in tempo, può evolversi in situazioni ben più gravi. Purtroppo in questo cane così attivo e vitale possono insorgere delle patologie che vanno ad intaccare il suo organismo, come ad esempio la displasia dell’anca e la lussazione della rotula.

Australian Terrier
(Foto AdobeStock)

Nel primo caso, molto comune tra i nostri amici a quattro zampe, si ha una crescita anomala del bacino, con conseguente zoppia e una deambulazione scorretta. E’ proprio il suo incedere zoppicante ed incerto a doverci allarmare: è infatti questo il primo indizio utile per diagnosticarla.

Nel caso della lussazione della rotula invece, la malformazione riguarda questo osso del ginocchio, importantissimo per l’estensione della zampa. Anche in questo caso, un occhio non esperto può notare la zoppia del cane e portarlo a visita dal veterinario.

Potrebbe interessarti anche: Ecco perché dovresti proprio adottare un Australian Terrier: pro, contro e padrone ideale

Malattie più comuni dell’Australian Terrier: il diabete mellito

Un discorso a parte merita questa malattia endocrina, che comporta una del tutto assente o carente produzione di insulina da parte dell’organismo del cane. Questo ormone è responsabile del controllo del metabolismo dei carboidrati: quando non funziona c’è un concreto rischio di concentrazione di zuccheri nel sangue. Possiamo accorgercene perché il cane soffre di minzione continua, ha sempre sete e mangia spesso, ma non ingrassa.

Potrebbe interessarti anche: Scopri come si cura il pelo dell’Australian terrier

Come si curano le malattie dell’Australian Terrier

Se per alcune di queste descritte non esiste una cura definitiva, esistono dei ‘rimedi’ e dei supporti che renderanno la vita del nostro cane meno difficile. In realtà sia nel caso della lussazione della rotula sia in quello della displasia dell’anca c’è una soluzione drastica e definitiva, che ferma l’evolversi della patologia, ovvero l’intervento chirurgico.

Australian Terrier
(Foto AdobeStock)

In base alla gravità della situazione, sarà il nostro veterinario a capire se e come intervenire nel modo corretto: ovviamente prima si risolverà il problema e meglio sarà. nel caso del diabete mellito invece non vi è una soluzione definitiva, quindi non si guarisce dal diabete. Ma si può tenere sotto controllo.

Esattamente come accade nell’uomo, anche nel caso di un cane, possiamo non solo aiutarlo con una corretta alimentazione dell’Australian Terrier ma anche con la somministrazione di insulina, proprio quell’ormone che regola l’apporto degli zuccheri nel suo organismo.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio D’Agostino