Home Cani Salute dei Cani Malattie più comuni del Black and Tan Toy Terrier: di cosa può...

Malattie più comuni del Black and Tan Toy Terrier: di cosa può soffrire e come si cura

Piccolo e fragile? In effetti ci sono alcune malattie più comuni nel Black and Tan Toy Terrier: vediamo quali sono e come si curano.

Malattie più comuni del Black and Tan Toy Terrier
(Foto Pinterest-ilaria ferraiolo)

Quando e come può ammalarsi il nostro cucciolo? In realtà vi sono quelle patologie che possono accorrere all’improvviso e altre alle quali pare invece essere più predisposto: ecco quali sono le malattie più comuni del Black and Tan Toy Terrier, come riconoscerle e (quando possibile) curarle.

Salute del Black and Tan Toy Terrier

Non si può dire che si tratti di un cane debole: per fortuna questa razza è è abbastanza longeva coi suoi 12-14 anni di vita media. D’altra parte anche il suo corpo, piccolo ma ben proporzionato, dà l’idea di essere in forma.

Alimentazione del Black and tan toy terrier
(Foto AdobeStock)

In quanto ad energia poi ne ha da vendere: infatti ha sempre voglia di giocare e di stare in compagnia della sua famiglia (facciamo solo attenzione che i piccoli non gli facciano del male).

In linea di massima non ha grossi bisogni da soddisfare, ma deve comunque poter uscire all’aria aperta non solo per i suoi bisogni ma anche per la sua attività fisica.

Malattie più comuni del Black and Tan Toy Terrier: peso e ossa

Per fortuna non si tratta di un cane fragile, sebbene le sue ridotte dimensioni possano suggerire proprio questo. E’ un piccolo esemplare il cui peso deve sempre essere tenuto sotto controllo.

Cura del pelo del Black and Tan Toy Terrier
(Foto AdobeStock)

Infatti, come spesso accade in queste razze, è importante che un peso eccessivo non gravi su ossa e articolazioni: il rischio di obesità canina, è sempre dietro l’angolo.

Inoltre c’è una debolezza a livello osseo, che mette il cane a rischio di lussazione mediale della rotula, che è una patologia ereditaria e che costringe il cane a zoppicare.

Potrebbe interessarti anche: Adottare un Black and Tan Toy Terrier: pro, contro e padrone ideale

Malattie più comuni del Black and Tan Toy Terrier ai denti e al cuore

Una spazzolatura regolare dei denti è assolutamente necessaria per tenerli puliti ma anche per evitare alcune malattie, come ad esempio la parodontite nel cane. Il tartaro può svilupparsi se i denti del Black and tan Toy Terrier non viene spazzolato quotidianamente, ma la prevenzione può avvenire anche somministrando al nostro amico a quatto zampe cibi secchi.

Assolutamente fondamentale per la sua salute è tenere sotto controllo una patologia cardiaca, nota come ‘insufficienza mitralica nel cane’, soprattutto quelli di piccola taglia: si tratta di un processo degenerativo delle valvole, che provocano il cosiddetto ‘soffio al cuore’.

Potrebbe interessarti anche: Cura del pelo del Black and Tan Toy Terrier: tutto su pettine, bagno e pulizia

Come si curano queste malattie

Per quanto riguarda il rischio di obesità, è fondamentale somministrare al cane cibi sani seguendo una dieta equilibrata, così come prevede una ideale alimentazione del Black and tan toy terrier. Pur non essendo un cane goloso, è meglio non esagerare coi fuori pasto.

Cucciolo di Black and tan toy terrier
(Foto AdobeStock)

La lussazione mediale della rotula, nei casi più gravi, può prevedere un’operazione chirurgica con un intervento di rotulopessi: in seguito il cane dovrà osservare un periodo di riposo (se non di immobilità).

Per la parodontite è meglio non rischiare di far sviluppare tanto tartaro con una preventiva pulizia dentale; nel caso in cui ve ne fosse già troppo accumulato si procederà ad una rimozione dello stesso con apparecchi ad ultrasuoni.

Infine per la insufficienza mitralica è meglio portare il cane a controllo ogni anno; può essere consigliato l’uso di integratori, se il veterinario lo consiglierà.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio D’Agostino