Home Cani Salute dei Cani Malattie più comuni dell’Eurasier: tutte le patologie a cui fare attenzione

Malattie più comuni dell’Eurasier: tutte le patologie a cui fare attenzione

Purtroppo anche i cani di questa razza si ammalano, ma è bene conoscere queste patologie: le malattie più comuni dell’Eurasier.

Eurasier: malattie più comuni
(Foto Pixabay)

Quando succede, i primi a stare male sono forse proprio i padroni: per questo è importante essere consapevoli delle malattie più comuni dell’Eurasier per aiutarlo a prevenirle e, quando possibile, curarle. Una panoramica sulla sua salute e sulla vita media ci aiuterà inoltre a capire qualcosa in più sullo stato fisico dell’animale che abbiamo scelto come compagno di vita.

Eurasier: salute e vita media

Forte e resistente oppure debole e cagionevole? Sono queste alcune delle domande che si pongono i futuri padroni, soprattutto quando si trovano davanti alla scelta di un amico a quattro zampe. Ma cosa si sa di questo cane apparentemente forte e robusto? Per fortuna, in questo caso, l’apparenza non inganna affatto.

Eurasier
(Foto Pixabay)

Si tratta infatti di un esemplare molto forte, con una speranza di vita lunga e una vita media che si aggira intorno ai 12 anni di vita, ovviamente se ce ne prenderemo cura nel modo giusto. Non è un cane tra i più sportivi, non ha istinto di caccia quindi le possibilità che possa riportare ferite quando esce all’aria aperta sono scarse (ma ovviamente ci sono delle eccezioni).

Inoltre il folto pelo che lo ricopre funge da ‘impermeabile’ nei periodi più freddi dell’anno e lo tiene al riparo da possibili malanni e raffreddori di stagione. Ma allora l’Eurasier non si ammala mai? Purtroppo non è così, perché questa razza soffre di alcune patologie ricorrenti: vediamo quali sono.

Malattie più comuni dell’Eurasier: quali sono quelle oculari

Come per la maggior parte dei cani ci sono alcune malattie che colpiscono la razza e che possono abbassare di molto la qualità della vita del cane. Con attenzione però possiamo notare i segnali che spesso il suo corpo ci invia e che dobbiamo cogliere prima che la situazione peggiori.

Adottare un Eurasier
(Foto Pixabay)

Pare che questa razza abbia una debolezza per le malattie oculari o che comunque riguardano l’apparato visivo, che potrebbe essere compromesso anche irrimediabilmente se non si interviene in tempo. Tra queste ritroviamo:

Nel primo caso è importante far valutare all’esperto di quale tipo di glaucoma di tratta (primario o secondario) e intervenire o con una terapia a base di collirio oppure chirurgicamente, per drenare l’umor acqueo.

L’entropion il più delle volte si ‘risolve’ con l’intervento di asportazione di una sottile striscia di tessuto cutaneo della palpebra, in modo che non entri nell’occhio provocando infiammazione, lacrimazione e infezioni di vario genere.

Per la distichiasi sta dando ottimi risultati la crioterapia: in stato di anestesia generale, al cane verrà applicata una sonda nella parte interna della palpebra che inibisce il movimento dei follicoli delle ciglia.

Malattie più comuni dell’Eurasier: tutte le altre più importanti

Con la giusta alimentazione dell’Eurasier di sicuro gli potremo dare la carica per affrontare le sue giornate. Ma sempre restando in fatto di cibo facciamo attenzione a non esagerare con le porzioni e a non lasciarci convincere dai suoi occhi imploranti quando ci chiede il suo snack preferito.

Eurasier
(Foto Pixabay)

Questa razza infatti ha una particolare predisposizione all’obesità canina, per questo il suo peso deve essere sempre tenuto sotto controllo. In particolare proviamo a convincerlo a fare qualche passeggiata e un po’ di esercizio all’aria aperta: trattandosi di un cane piuttosto pigro, è opportuno spronarlo a muoversi di più (anche per tenere a bada i kg di troppo che potrebbero accumularsi).

Potrebbe interessarti anche: Scopri perché adottare un Eurasier: pro, contro e padrone ideale

Come la maggioranza dei suoi simili, l’Eurasier può soffrire di displasia dell’anca, che ne compromette i movimento e lo induce a zoppicare. Ad oggi purtroppo non esiste una cura che dia risultati definitivi per questo problema, ma una buona dieta con l’uso di integratori ed esercizio all’aria aperta possono sicuramente aiutare a non peggiorare il suo stato di salute.

Potrebbe interessarti anche: Scopri la cura del pelo dell’Eurasier: tutto dalla spazzola al bagnetto

Infine merita una menzione speciale la sindrome di Dandy-Walker o ipoplasia cerebellare canina, ovvero una malformazione congenita del cervello per la quale non esiste cura. L’unico lato positivo pare essere che i sintomi non peggiorino nel corso degli anni.