Home Cani Salute dei Cani Stereotipia nel cane: cause, sintomi, diagnosi e terapia della malattia

Stereotipia nel cane: cause, sintomi, diagnosi e terapia della malattia

Stereotipia nel cane, un disturbo comportamentale abbastanza comune nell’animale domestico. Vediamo di capire quali sono le cause che la provocano, attraverso quali sintomi si manifesta e qual è la terapia migliore per lui.

Stereotipia nel cane
(Foto Pixabay)

L’amico a quattro zampe comunica a noi ogni sua esigenza e riesce ad esprimere, anche solo con uno sguardo, sentimenti ed emozioni che tiene dentro. Anche se non ha il dono della parola, fido ha un linguaggio tutto suo per mandare messaggi importanti e chiedere aiuto al suo padrone umano. Sta a lui osservarlo bene e capirlo. Oggi, vediamo cosa si intende per stereotipia nel cane e quando è il caso di preoccuparsi per la salute di fido.

Stereotipia nel cane: cause e sintomatologia

Per stereotipia nel cane si intende un comportamento uguale e ripetitivo che viene messo in atto dall’animale senza uno scopo apparente. Parliamo di una malattia comportamentale che colpisce molti cani, le cui cause e sintomi possono essere diversi. Leggiamo di più qui.

Il comportamento del cane
(Foto Pexels)

Il nostro amico fido assume, spesso, dei comportamenti curiosi e inusuali nella vita di tutti i giorni. Il più delle volte non ci facciamo caso, pensando che siano gesti momentanei legati ad una determinata situazione, consapevoli del fatto che all’animale può succedere.

Ma alcuni dei comportamenti del cane possono essere segnali della presenza di un disturbo fisico o psichico in lui. Questo particolare disagio comportamentale si definisce come stereotipia e indica quell’atteggiamento ripetuto e identico che non ha una finalità precisa. La stereotipia nel cane, quindi, dissocia l’animale dal contesto in cui si trova e rivela un’ansia alla base del suo gesto.

Quando nasce una stereotipia nel cane? Il disturbo del comportamento dell’animale si verifica comunemente in ambienti di stress e molto piccoli. Esempio di stereotipia è il cane che abbaia insistentemente o che gira su se stesso per mordersi la coda.

Le cause che provocano stereotipia nel peloso sono legate, principalmente, all’impossibilità nel cane di poter seguire il suo istinto e la sua natura, insieme alla scarsa nutrizione, al poco spazio e all‘assenza di attività fisica. Questi fattori fondamentali negati scatenano varie stereotipie, che vanno analizzate e curate.

I sintomi e i segnali della stereotipia

L’atteggiamento del cane colpito da stereotipia lo porta a dissociarsi dalla realtà dell’ambiente in cui si trova, indifferente alla presenza delle persone intorno a lui. Fido non capisce cosa sta accadendo. Altre forme di stereotipia sono: quando il cane cammina avanti e indietro senza sosta; oppure quando fido salta sul posto abbaiando quando cade.

Ansia e noia rendono il cane stressato, sono segnali da non trattare con superficialità. La mancanza di contatto con l’esterno e con la natura, zero stimoli e assenza di socializzazione con umani e altri cani, possono generare comportamenti ansiosi e rituali nell’animale.

Vediamo, nell’articolo, come si può diagnosticare la presenza di questo problema e come si può aiutare il peloso a guarire.

Potrebbe interessarti anche: Il cane gira per casa: i motivi e i rimedi al suo comportamento

Fido e il disturbo comportamentale: diagnosi e terapia

Occorre osservare ogni giorno il proprio cane e si notano i sintomi di una sospetta stereotipia nell’animale, è necessario effettuare una diagnosi e stabilire, con l’aiuto del medico esperto, la migliore terapia o trattamento per la sua cura. Leggiamo meglio qui.

Il cane e la malattia comportamentale
(Foto Unsplash)

Se si sospetta la presenza di una delle stereotipie sopra elencate nel proprio peloso domestico, si consiglia di rivolgersi ad un veterinario o ad uno specialista comportamentale per effettuare un controllo approfondito della condizione in cui si trova il cane. É importante non agire da soli, perché si potrebbero confondere i sintomi con quelli di un’altra malattia comune.

Sarà l’etologo o il medico a verificare lo stato mentale e fisico dell’animale, scartando altre cause della sua situazione. Non dimentichiamo che anche altri problemi come traumi e aggressioni, compresa l’ansia da separazione nel cane, possono generare stereotipie.

L’esperto suggerirà, sicuramente, di risolvere il suo disturbo con dei cambi nella gestione e nell’educazione del cane. Veloce e corretto deve essere il nostro intervento, per evitare che la situazione problematica peggiori nell’animale. Ecco in che modo è possibile aiutare fido:

Consigli utili per la cura della stereotipia nel cane

Se il cane vive in un ambiente poco stimolante ed è immerso in situazioni di caos e forte stress, privato delle esperienze sensoriali dentro e fuori casa, in assenza di contatto con i suoi simili e con persone di ogni età, lo sviluppo di patologie comportamentali è inevitabile. Rispettare e lasciare le giuste libertà al proprio peloso è un dovere morale.

Esistono, poi, razze canine più soggette a sviluppare stereotipie, le razze di cani da lavoro come il Pastore tedesco o belga e i cani da caccia, esemplari abituati sin da piccoli a lunghi addestramenti per lavori molto duri. Il trattamento specifico, in ogni caso, può essere prescritto e consigliato soltanto dallo specialista, che si baserà sulla sua condizione.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G