Home Cani In vacanza con il cane: tutti i consigli per viaggiare col tuo...

In vacanza con il cane: tutti i consigli per viaggiare col tuo amico a quattro zampe

CONDIVIDI

Devi partire per un viaggio e non vuoi assolutamente lasciare a casa il tuo cane? Ecco come viaggiare sereni e senza problemi.

Viaggiare col cane: ecco cosa sapere prima della partenza

Separarci dal nostro cane per il periodo di vacanze sembra quasi un controsenso:  non è possibile fare a meno di parte della nostra famiglia nei periodi di relax. Anche per spostamenti più o meno lunghi è necessario che il cane abbia i documenti giusti e regolari per poter viaggiare con noi. Di seguito saranno specificati quali sono e in che tipo di viaggio sono indispensabili. A quanto pare anche il nostro amico a quattro zampe è un alla pari di un umano, che per farsi riconoscere ha bisogno di avere sempre con sé delle carte di riconoscimento.

Il cane: una persona di famiglia

Il cane è considerato a tutti gli effetti un membro importante della nostra famiglia: separarsene obbligatoriamente per un viaggio sarebbe come lasciare a casa un figlio. Di certo umanizzare i nostri animali non è sempre visto di buon occhio, ma per molti umani essi rappresentano tutta la famiglia. Per fortuna strutture e mezzi di trasporto si sono attivati affinché il cane possa viaggiare in condizioni ottimali e ospitato in strutture adeguate.

In viaggio col cane: come è cambiata l’idea di vacanza

Ormai numerose sono le strutture che si preoccupano di trovare una sistemazione confortevole per i padroni ma anche per i loro animali. B&B, residence, appartamenti in villaggi vacanze e perfino alberghi sono ormai attrezzati per garantire un soggiorno a tutti i componenti della famiglia. +

In accordo con la Legge per la regolamentazione del soggiorno dei cani in spiaggia, pare siano sempre più numerose le cosiddette Dog Beach, ovvero spazi recintati con attrezzature per cani e altri animali, come ad esempio sulla riviera romagnola. Insomma al mare o in montagna è sempre possibile portare con sé il proprio cane: ma allora cosa serve per viaggiare? Ecco i documenti necessari in base al mezzo di trasporto scelto per lo spostamento.

Viaggiare con il cane: i mezzi di trasporto

E’ ovvio che vi siano restrizioni e norme differenti a seconda del trasporto che si sceglie di utilizzare. A seconda che si preferisca viaggiare in auto, in treno, in aereo o in nave, vi saranno dei documenti che è consigliabile portare sempre con sé. Inoltre vi sono ulteriori prescrizioni se si sceglie di viaggiare all’estero o in Italia. Nel primo caso è sempre consigliabile consultare il regolamento a riguardo del Paese di destinazione, come ad esempio nel Regno Unito,per essere certi di avere tutti i documenti necessari per il viaggio.

LEGGI ANCHE: Viaggiare con il cane: treni, navi, compagnie aeree e alberghi. Mai stato così facile!

Cosa serve al cane per viaggiare: i documenti

Impianto di microchip al cane: ecco a cosa serve

Un cane regolarmente adottato in casa deve essere dotato di microchip: si tratta di un obbligo a cui nessun proprietario può sottrarsi. Si tratta di un sistema efficace per identificare un animale, compresi quelli di compagnia: sotto forma di capsula di pochi millimetri di lunghezza e larghezza, esso viene inserito sotto la cute retro-auricolare dell’animale. E’ costituito da un materiale anallergico proprio per evitare gravi infezioni o episodi di rigetto. Il microchip, detto anche transponder, è diventato obbligatorio dopo il provvedimento dell’Anagrafe canina.

L’anagrafe canina: quali documenti richiedere

Esempio di passaporto canino

Istituito nel 1991, questo ufficio dipendente dal Comune di residenza ha ufficializzato l’obbligo per tutti i cittadini italiani di dichiarare il possesso di un cane e di altro animale. Esso sarà dunque registrato in un database e avrà diritto al microchip, rilasciato dall’ASL insieme al libretto sanitario. Alla stessa anagrafe canina sarà possibile fare richiesta del passaporto canino, documento di identificazione dell’animale da compagnia. Quest’ultimo è fondamentale se si sceglie una meta estera: per avere quello valido per l’espatrio è necessario che il cane faccia il vaccino contro la rabbia. Una volta fatto il vaccino, il passaporto sarà valido dopo 21 giorni dalla inoculazione del vaccino, da ripetere entro una data scadenza prevista dal veterinario.

Mezzi su cui può viaggiare il cane: l’auto

Viaggiare in auto col cane: ecco cosa serve

Partiamo dal mezzo di trasporto a disposizione di quasi tutti i padroni di animali, l’automobile. Le limitazioni riguardano soprattutto le condizioni di viaggio del cane all’interno dell’abitacolo: può essere inserito nel trasportino o kennel, tenuto legato con apposite cinture di sicurezza oppure viaggiare nel retro della macchina in un ambiente diviso da una grata rigida.

Viaggio in treno

Cane a bordo del treno

Le compagnie ferroviarie italiane, Trenitalia e Italo, hanno condizioni differenti riguardo il trasporto del cane. Entrambe però prevedono un costo pari a zero per i cani di piccola taglia che rientrano nei trasportini non superiori a 30x40x50 (nel primo caso) e cani non superiori ai 10 kg di peso per Italo. Per i cani di medie e grandi dimensioni però vi è l’obbligo di acquisto di un biglietto: il costo del ticket Trenitalia è pari alla metà del prezzo del biglietto di seconda classe, mentre per gli umani che viaggiano con Italo sarà necessario procurarsi una prenotazione del posto per il loro cane fino a due ore prima della partenza con un costo pari a 50 euro.

Viaggio in aereo

Viaggiare in aereo con il cane: condizioni

Il viaggio sui mezzi volanti invece hanno diverse limitazioni a seconda della compagnia aerea di riferimento: le più severe a riguardo sono quelle più economiche, come Ryanair e Easyjet, ma anche una costosissima come la Emirates, che ammettono in volo solo cani guida. Con Alitalia, Meridiana e Blu Express possono viaggiare in cabina solo cani che non superano i 10 kg di peso; quelli di taglia maggiore invece saranno costretti a rimanere nella stiva. Air France, Swiss, TAP Portugal, Iberia, Finnair, Aegena, Austrian, Volotea e Vueling non ammettono in cabina cani più pesanti di 8 kg. KLM e Air Berlin invece hanno una limitazione del peso dei cani sui 6 kg.

Viaggio in nave

Cane a bordo di una nave

Trattandosi di un ambiente di grosse dimensioni nel quale i cani hanno più libertà di movimento, i cani devono essere dotati di museruola e guinzaglio per non importunare gli altri passeggeri. Ma in realtà questa libertà è concessa solo in apposite aree o nelle cabine messe a disposizione dalla nave. Per le navi da crociera invece il discorso è diverso: le grandi compagnie di navigazione, come MSC, Royal Caribbean e Costa Crociere, ammettono a bordo solo cani guida.

F.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.