Home Cavalli Come curare il manto del cavallo: consigli per la sua bellezza

Come curare il manto del cavallo: consigli per la sua bellezza

Come curare il manto del cavallo e fare in modo che sia sempre pulito e bello? La bellezza del mantello equino è molto importante per questo nobile animale e si tratta anche di una questione di salute. Vediamo, nell’articolo, quali sono i migliori consigli con cui possiamo prenderci cura di lui.

Come curare il manto del cavallo
(Foto Pixabay)

Il cavallo è un magnifico animale che fa innamorare tutti anche grazie alla sua incredibile bellezza. Questa creatura così grande ed elegante è dotata di un fascino che non lascia indifferenti. Alcune caratteristiche uniche dell’equino, come la meravigliosa criniera e il suo splendido mantello lo rendono ancora più attraente, perché danno un’idea del suo aspetto sano e curato. Oggi, infatti, vediamo come curare il manto del cavallo attraverso alcuni ottimi consigli per esaltare e conservare la sua bellezza naturale.

Come curare il mantello del cavallo: consigli efficaci di bellezza

Avere cura del manto del cavallo è molto importante, così come per il suo aspetto. Pulizia e bellezza nell’animale devono essere mantenuti con costanza e attenzione. Leggiamo di più.

La cura del manto dell'equino
(Foto Pexels)

Possedere un cavallo come animale e amico domestico regala emozioni ogni giorno, in ogni istante che passiamo con lui. Non c’è soddisfazione più grande di vedere correre felice e bello il nostro equino, fiero del suo nobile portamento e della sua bellezza luminosa. Occuparsi di un cavallo, però, non è facile. Questa splendida creatura ha bisogno di cure giornaliere e particolari per mantenere vivo il suo fascino e il suo benessere generale. Per fare in modo che la sua bellezza resti viva nel tempo è necessario prendersene bene cura.

Il destriero tende ad attirare polveri e sporcizia sul suo pelo, perciò è fondamentale saperlo pulire con il metodo giusto e conoscere gli strumenti utili per questo scopo. Quando un cavallo è sano e in forma, lo manifesta tramite la sua figura completa. La pulizia del suo manto è il passaggio chiave per prenderci cura di lui. Prima di passare a parlare della sua pulizia, bisogna sapere che sono sconsigliati i bagni frequenti, perché troppi lavaggi possono seccare la pelle dell’animale. Di norma, due o tre lavaggi all’anno sono l’ideale.

Per iniziare la pulizia del manto equino, ci si focalizza sulla rimozione di tutta la polvere e lo sporco rimasto su di lui, con l’uso di un guanto. Attraverso l’utilizzo di una pompa, si procede a lavare il cavallo con acqua calda, partendo dalle zampe. Si può usare anche uno shampoo adatto a lui e strofinare mano a mano, per ottenere una pulizia maggiore. Non dimentichiamoci nessuna zona del corpo, è importante insistere su tutte le sue parti, anche sulla coda. Il bagno sarà ultimato solo quando sparirà ogni residuo di sapone. Una volta finito il lavaggio, potremo asciugare l’equino con un lenzuolo o una coperta.

Spazzolare l’equino: una routine essenziale

La spazzolatura del mantello del cavallo è una pratica importantissima per fare sì che abbia un fantastico aspetto luminoso e bello. Questo rituale deve essere fatto ogni giorno: ci si deve concentrare anche su criniera e coda. Spazzolare l’animale quotidianamente aiuta ad eliminare le cellule morte, tracce di fango e polvere, oltre che ospiti indesiderati, come i parassiti nel cavallo. Inoltre, questo esercizio giornaliero per la sua bellezza, permette di migliorare la sua sudorazione. É pur vero che una pratica simile per un animale così maestoso richiede energie e tempo libero, ma sono sacrifici che verranno ripagati.

Trascorrere più tempo con il nostro cavallo, poi, può soltanto far crescere l’affetto e la sintonia nel rapporto di amicizia. L’occorrente indispensabile per la pulizia del cavallo prevede: acqua, olio di oliva, spatola di gomma, spazzola e pettine. Iniziando con dei movimenti circolari sul collo e passando su tutto il corpo, passiamo bene la spazzola sul nostro amico e cerchiamo di notare la sua reazione, per capire se è a suo agio. Se il cavallo si agita e scalcia, significa che non trova piacevole la pratica.

Potrebbe interessarti anche: Dermatite del cavallo: sintomi e rimedi della malattia della pelle dell’equino

L’equino e la cura del suo manto: l’importanza della dieta

Insieme alla pulizia e alla spazzolatura del cavallo, c’è un altro fattore molto importante per la sua salute e per la sua bellezza completa: l’alimentazione. Vediamo meglio qui.

Il cavallo e il suo manto
(Foto Pexels)

Quando parliamo di come curare il manto del cavallo dobbiamo sapere che in questo obiettivo gioca un ruolo fondamentala la sua alimentazione. Un mantello sano, bello e luminoso è il risultato anche di una dieta corretta ed equilibrata nell’animale, che non manchi di sostanze necessarie per la sua salute, quali vitamine e minerali basilari. La dieta dell’equino consiste nel consumo di erba e di una buona quantità di acqua, facendo attenzione ad evitare quegli alimenti tossici per il cavallo, inadatti al suo organismo.

L’animale, seguendo un’alimentazione sana e venendo curato correttamente, produce oli naturali che aiutano ancora di più a mantenere la lucentezza del suo manto. Ogni integratore in più aggiunto alla sua dieta, può contribuire a renderlo splendido. É possibile preparare in casa delle sostanze utili al mantenimento di questo splendore nel manto del cavallo, come l’utilizzo dell’aceto di mele che, mischiato con acqua, viene in maniera completa sul suo corpo, rimuovendo poi il grasso rimasto con la spazzola. Un insieme di oli, poi, può essere usato sulla criniera dell’equino. Antiche soluzioni che restano eterne.

Ilaria G