Home Cronaca Allevamento lager: nuovo sequestro dopo il servizio di ‘Striscia la notizia’

Allevamento lager: nuovo sequestro dopo il servizio di ‘Striscia la notizia’

CONDIVIDI
striscia la notizia
(screenshot video)

Allevamento lager in provincia di Treviso: ieri mattina è scattato un nuovo sequestro dopo il servizio di ‘Striscia la notizia’.

Ancora una volta, una denuncia da parte del tg satirico ‘Striscia la notizia’ porta dei risultati. La storica trasmissione di Canale 5 lunedì sera ha denunciato quanto avveniva in un allevamento di cani di Volpago del Montello. Ieri mattina, è così scattato il blitz di Nas e veterinari dell’Usl 2 di Treviso. Sequestrati sia la struttura che gli animali. Non si tratta della prima volta che il canile finisce sotto i riflettori: nel 2013 era scattato il primo blitz, sempre dopo un servizio di ‘Striscia la notizia’. Poi nuove operazioni nel 2015 e nel 2016, in quest’ultimo caso con il sequestro penale per le varie irregolarità riscontrate.

Leggi anche –> Blitz a Salerno: animali detenuti in condizioni deplorevoli in allevamento abusivo

Le condizioni dell’allevamento denunciate da ‘Striscia la notizia’

Ieri mattina dunque il nuovo blitz dei carabinieri dei Nas, guidati dal colonnello Vincenzo Nicoletti: riscontrata la totale assenza di autorizzazioni sanitarie per la gestione dell’allevamento. 47 i cani ospiti della struttura: si tratta di razza Setter Inglese, Cocker, Bulldog Francese, Yorkshire, Barboncini. Il tutto è stato documentato da una telecamera nascosta, ma non sembrava essere stata riscontrata alcuna violazione delle norme.

In realtà carabinieri e veterinari dell’azienda sanitaria hanno stabilito che il canile era forse oltre le regole. Sotto i riflettori sono finiti la situazione delle gabbie e le condizioni generali del canile. Inoltre, già nel nuovo servizio di Edoardo Stoppa, inviato di ‘Striscia la notizia’, si notava come ben poco fosse cambiato rispetto al 2013.

Leggi anche –> Stoppa: nuovi maltrattamenti in un casolare di campagna alle porte di Roma

Allevamento lager posto sotto sequestro

Posto così sotto sequestro il canile: 20mila euro circa il valore della struttura, 40mila euro quello dei cani. Che sono stati affidati al proprietario dell’allevamento, in attesa che adempia a tutte le necessarie procedure per regolarizzare la struttura. L’uomo, un 50enne, nel servizio di ‘Striscia la notizia’, afferma parlando con una finta cliente: “Non sono un allevatore”. E aggiunge: “Se devo farti la fattura, non posso darti il cane, devo metterti l’iva, ho le tasse da… Siamo sinceri, purtroppo è così”. Anche queste sue affermazioni saranno ora passate al vaglio di chi indaga e la vicenda potrebbe finire in mano alla Guardia di Finanza.

GM