Home Curiosita Nuovi animali: la top ten delle specie più uniche scoperte nel 2020

Nuovi animali: la top ten delle specie più uniche scoperte nel 2020

Anche in un anno difficile come il 2020, gli scienziati mondiali hanno scoperto nuovi animali nel mondo. Ecco i 10 più particolari.

duobrachium sparksae
(Foto Pinterest)

Sono tante le scoperte scientifiche che ogni anno stupiscono il mondo. Quando ci troviamo di fronte a nuovi animali, forse lo stupore è ancora più grande, visto che si tratta spesso di specie nemmeno immaginabili prima. Tra quelle del 2020, alcune sono già però in pericolo.

I nuovi animali scoperti nel 2020

Se negli anni passati avevamo già presentato le novità del mondo animale, anche nel 2020 le scoperte sono state molto interessanti.

Achalinus Zugorum youtube
(Foto YouTube)

Purtroppo, tra queste specie – oltre a vermi marini, anfibi e specie davvero uniche – ci sono già alcuni primati in via d’estinzione.

Tra i più particolari, abbiamo selezionato una top ten delle specie appena scoperte che vogliamo presentarvi:

  • Achalinus Zugorum;
  • Trachypithecus Popa;
  • Ophelina Nunnallyi;
  • Oedipina Villamizariorum;
  • Wataloricus Japonicus;
  • Cnemaspis Avasabinae;
  • Duobrachium Sparksae;
  • Oreobates Zongoensis;
  • Noblella Worleyae;
  • Petauroides Armillatus.

Achalinus Zugorum

Questo serpente dai colori iridescenti è stato scoperto nel Vietnam del nord, una zona che ha sempre mostrato una grandissima biodiversità.

Il serpente Achalinus Zugorum probabilmente non si trova in nessun altro luogo del mondo, ed è particolare sia per il colore che per l’assenza di recettori per la luce.

Questo può significare che vive sottoterra, o al buio sotto il fogliame. Che sia per questo che è stato scoperto solo ora?

Trachypithecus Popa

Questa specie di primati è l’ultima scoperta delle altre oltre 500 che conosciamo. Il Trachypithecus Popa è detto anche “Popa langur”.

Trachypithecus Popa twitter
(Foto Twitter)

Questo nome deriva da un vulcano spento del Myanmar centrale, in cui vive il più grande gruppo di questi primati.

Purtroppo sono rimasti solo circa 200 – 250 esemplari di Popa langur, e sono già considerati a rischio di estinzione.

Questo deriva sia dalla caccia indiscriminata, ma anche dalla distruzione del loro habitat. Per questo, gli scienziati, stanno tentando di attivare misure protettive immediate.

Ophelina Nunnallyi

In realtà con il nome Ophelina Nunnallyi indichiamo non una ma 12 diverse specie di vermi marini, trovati nel profondo Oceano Pacifico.

A 5000 metri circa di profondità, il fondo marino ospita una enorme biodiversità, tra cui questi particolarissimi animali.

Oedipina Villamizariorum

Scoperta dagli scienziati dell’Università di Quito (San Francisco), questa Oedipina Villamizariorum è una salamandra davvero unica, che vive nel confine tra Ecuador e Colombia.

Oedipina villamizariorum facebook
(Foto Facebook)

Oltre a questa specie, è stata scoperta già un’altra salamandra simile (la Oedipina ecuatoriana), e si presume ne esistano molte altre in quella zona.

Wataloricus Japonicus

Questo minuscolo invertebrato marino si diverte a sguazzare tra il fondo degli oceani, in mezzo ai sedimenti dei fondali.

Il Wataloricus Japonicus ha piccolissime spine sulla testa (oltre 200), e l’addome è coperto da un guscio protettivo. Si presume abbia fatto la sua comparsa nell’epoca precambriana.

Parliamo di un animale di cui sappiamo ancora molto poco, tanto che i ricercatori dell’università che lo hanno scoperto non conoscono nemmeno ancora del tutto che posizione ha nell’albero della vita degli animali.

Cnemaspis Avasabinae

Un geco dall’aspetto davvero meraviglioso, originario dell’Asia meridionale, il Cnemaspis Avasabinae vive prevalentemente in India.

Cnemaspis Avasabinae pinterest
(Foto Pinterest)

Si distingue dai suoi simili sia perchè è più piccolo degli altri, ma anche perchè non ha squame sul fianco ed è di un colore davvero unico.

Duobrachium Sparksae

Si tratta di un animale scoperto in realtà già nel 2015, ma ne è stata data notizia ufficiale solo nel 2020.

Questo ctenoforo (animali marini di dimensioni minime, costituiti per lo più da acqua), il Duobrachium Sparksae, è stato scoperto grazie a un sottomarino.

Al largo di Porto Rico, gli scienziati hanno notato questo bizzarro animale, di cui però abbiamo pochissime immagini disponibili.

Potrebbe interessarti anche: Specie animali più antiche: erano tutti qui molto prima di noi

Oreobates Zongoensis

Questa piccola rana, detta anche “rana dagli occhi di diavolo” per il suo aspetto un po’ bizzarro, in realtà non è del tutto una nuova scoperta.

Oreobates Zongoensis yahoo
(Foto Yahoo)

Si presumeva infatti che l’Oreobates Zongoensis fosse estinta ormai da circa venti anni, ed invece è stata avvistata durante una recente spedizione.

Noblella Worleyae

Una rana di dimensioni davvero minuscole, che è stata scoperta in Bolivia da una spedizione di scienziati.

Con una lunghezza di appena 10 millimetri, la Noblella Worleyae è certamente una delle più piccole rane al mondo.

Potrebbe interessarti anche: Quale è il cane più bello e ricercato del 2020? Ve lo presentiamo noi

Petauroides Armillatus

Scoperto in Australia insieme a un suo “parente”, il Petauroides Minor, questo marsupiale è stato oggetto di un piccolo “caso”.

Petauroides Armillatus flickr
(Foto Flickr)

Il Petauroides Armillatus, infatti, e il suo “cugino” minore, in un primo momento erano stati considerati la stessa specie.

Solo un esame del DNA è riuscito a chiarire che si trattava di due diversi animali, e non dello stesso petauro volante.

F. B.