Home Gatti Alimentazione Gatti Alimentazione dello Skookum: cibo, dosi e frequenza dei pasti

Alimentazione dello Skookum: cibo, dosi e frequenza dei pasti

Quali nutrienti non possono mancare per far sì che l’alimentazione del nostro Skookum sia sana e bilanciata? Scopriamolo insieme.

Alimentazione Skookum
(Foto Instagram)

Pianificare accuratamente la dieta del nostro quattro zampe è indispensabile per assicurarci il benessere del pelosetto. Ecco perché dovremmo conoscere tutte le informazioni a disposizione sull’alimentazione perfetta dello Skookum, dalla quantità di pappa ideale alla frequenza dei pasti.

Alimentazione del gatto Skookum: dosi e frequenza dei pasti

Qual è la quantità di cibo ideale da somministrare al nostro amico a quattro zampe, che ci permetta di soddisfare il suo fabbisogno energetico e, al tempo stesso, evitare che possa accumulare peso in eccesso?

skookum-gatto
(Foto Instagram)

Si tratta di una domanda a cui non è facile rispondere. Infatti, per individuare la dose di pappa ideale sarebbe opportuno ricorrere all’aiuto del veterinario.

Il professionista, sulla base di una serie di considerazioni relative all’età, allo stato di salute e allo stile di vita dell’animale, formulerà il piano alimentare perfetto per il pelosetto.

In linea di massima, l’alimentazione dello Skookum dovrebbe essere basata sull’assunzione di 30 grammi di cibo umido per ogni chilo di peso corporeo dell’animale.

Dopo aver calcolato questa cifra, potremo dividerla per 3 in modo da individuare la dose di secco perfetta per il micio.

Ogni quanto dare da mangiare al gatto? In linea di massima, si consiglia di farlo due volte al giorno, mattina e sera.

In alternativa, potremo somministrare al felino degli spuntini regolari, in modo da mantenere costante il suo livello di energia.

Potrebbe interessarti anche: Quanta acqua deve bere il gatto ogni giorno? Quantità e come regolarsi

Cosa dare da mangiare al micio

I gatti sono carnivori obbligati. Ciò significa che l’alimentazione dello Skookum, così come quella degli altri felini, non può essere basata sugli avanzi della nostra tavola.

skookum-gatto
(Foto Instagram)

Questi animali dovrebbero assumere prevalentemente proteine di origine animale, indispensabili per garantire loro salute e benessere.

Da alimenti come pollo, manzo, tacchino, tonno e salmone, infatti, i mici assimilano nutrienti essenziali, che il loro organismo non è in grado di produrre autonomamente.

Per questo, lo Skookum deve introdurli attraverso la dieta. Tra queste sostanze fondamentali ci sono niacina, tiamina e cobalamina.

Le loro funzioni? Davvero numerose: dalla regolazione del metabolismo al corretto funzionamento del sistema nervoso.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione casalinga del gatto: vantaggi, svantaggi, tabelle e ricette

Alimentazione casalinga o industriale per lo Skookum?

Qual è la migliore alimentazione per lo Skookum?

skookum-gatto
(Foto Instagram)

Possiamo decidere tra due opzioni: la prima consiste nel preparare da noi i pasti da somministrare al micio; la seconda, invece, prevede che il gatto si alimenti di mangimi già pronti, acquistati direttamente dagli scaffali dei negozi per animali.

In realtà, non esiste una modalità migliore a priori: tutto dipende dalle nostre esigenze in termini di tempo ed energie.

L’alimentazione casalinga, infatti, prevede che siamo noi a curare ogni singola fase di preparazione della pappa dell’animale, dall’acquisto delle materie prime alla loro cottura.

Se questo, da un lato, ci permette di curare nel dettaglio ogni aspetto della dieta del felino, selezionando ingredienti di qualità e modalità di cottura salutari, dall’altro è indispensabile un consulto veterinario.

Un’alimentazione casalinga scorretta, infatti, potrebbe determinare l’insorgenza di carenze nutrizionali nel gatto. Per scoprire tutto sulla salute dello Skookum, consulta questo articolo.

La dieta industriale, d’altro canto, si rivela un buon compromesso tra salute e risparmio di tempo.

In questo caso, tuttavia, è indispensabile esaminare con estrema attenzione la tabella nutrizionale riportata sul retro della confezione, per assicurarsi che il mangime scelto sia nutriente e di qualità.