Home Gatti Alimentazione Gatti Alimentazione dell’Ocicat: cibo, dosi e frequenza dei pasti

Alimentazione dell’Ocicat: cibo, dosi e frequenza dei pasti

Scopriamo tutto sull’alimentazione ideale dell’Ocicat: quali sono i cibi più indicati e quando dare da mangiare a questa razza felina.

alimentazione ideale ocicat
(Foto Adobe Stock)

Scegliere con cura gli alimenti da somministrare al micio è fondamentale per far sì che il nostro amico a quattro zampe si mantenga sempre in forma e in salute. Ecco cosa sapere sulla perfetta alimentazione dell’Ocicat, dai nutrienti essenziali alla frequenza dei pasti del gatto.

Alimentazione dell’Ocicat: dosi e frequenza dei pasti

Per pianificare la perfetta alimentazione dell’Ocicat è fondamentale conoscere la razione ideale per il micio e il momento della giornata più indicato per la pappa.

gatto leopardo
(Foto Adobe Stock)

Quanto cibo somministrare al quattro zampe? La risposta dipende dall’analisi di una serie di fattori, relativi a stile di vita, peso, età e condizioni di salute dell’animale.

Per questo, è consigliabile rivolgersi al veterinario per ottenere un piano nutrizionale appositamente studiato per il gatto.

In ogni caso, per individuare la quantità approssimativa di grammi di cibo umido da dare al micio è sufficiente moltiplicare il peso del micio per 40.

Per ottenere la dose di mangime secco basterà dividere la cifra ottenuta per 3. Qual è il migliore momento della giornata per dare da mangiare al pelosetto?

In primis, sarebbe preferibile somministrargli la pappa due volte al giorno. L’ideale sarebbe farlo al mattino e alla sera, in modo che il nostro amico a quattro zampe non ci svegli miagolando nel cuore della notte perché è affamato.

In alternativa, potrai suddividere la razione quotidiana del felino in piccoli spuntini, da somministrargli nel corso della giornata.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione del gatto in estate: cosa dargli da mangiare e cosa evitare

Cosa dare da mangiare all’Ocicat

Infine, non resta che scoprire quali cibi rientrano nell’alimentazione ideale dell’Ocicat.

ocicat
(Foto Pexels)

Esattamente come gli altri esemplari della sua specie, questo felino domestico è un carnivoro obbligato. Per tale ragione, la sua dieta deve essere principalmente basata sull’apporto di proteine di origine animale.

Via libera alla carne, come pollo, manzo e coniglio. Questi cibi, infatti, contengono nutrienti essenziali per il benessere del gatto, che l’organismo dell’animale non è in grado di sintetizzare autonomamente.

Meno frequentemente al quattro zampe può essere somministrato anche del pesce, come spigola, salmone e alici. Infatti, si tratta di alimenti che contengono Omega 3 ed Omega 6, benefici per la salute del micio.

Potrebbe interessarti anche: Quanta acqua deve bere il gatto ogni giorno? Quantità e come regolarsi

A seconda del tempo a disposizione, potrai scegliere tra un’alimentazione casalinga per l’Ocicat o, in alternativa, per mangimi già pronti.

Nel primo caso, ti occuperai della preparazione dei pasti per il micio, dalla selezione degli ingredienti alla loro cottura.

Attenzione: in questo caso, il rischio di carenze nutrizionali è dietro l’angolo. Per questo, è altamente consigliato chiedere aiuto al veterinario, che pianificherà una dieta completa ed equilibrata.

Per scoprire tutto quello che c’è da sapere sulla salute dell’Ocicat, consulta questo articolo.

In alternativa, potrai acquistare cibi industriali sugli scaffali del negozio. Naturalmente, non dimenticarti di leggere le tabelle nutrizionali riportate sul retro della confezione, evitando alimenti scadenti, eccessivamente ricchi di carboidrati e ceneri grezze.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci