Home Gatti Alimentazione Gatti Ricette per gattini a base di latte e derivati: formule nutrienti

Ricette per gattini a base di latte e derivati: formule nutrienti

Ricette per gattini a base di latte e derivati, preparazioni ideali per il micio in fase di crescita. Vediamo quali gli ingredienti e come prepararle.

gattino e latte
(Foto AdobeStock)

Già dalla primissima fase dello sviluppo del gattino è importante fornire all’animale una buona e sana alimentazione per poter crescere in buona salute.

Il tutto dipende molto dalla razza, dall’età e dal temperamento. Infatti a differenza dei gattini che dormono tanto e che sono più coccoloni, i gatti più energici e vivaci hanno bisogno di sostentamento.

Naturalmente non occorre esagerare e anche se un gatto cicciottello può catturare più simpatia, ricordiamoci che non dovrebbero esserci riserve di grasso a livello addominale.

In particolare attraverso la pelliccia e l’addome, le costole dovrebbero essere ben visibili e sensibili al tatto.

Perciò per una maggiore sicurezza di un’adeguata somministrazione di alimenti al tuo gattino è sempre meglio rivolgersi al veterinario.

Nei prossimi paragrafi vi proponiamo delle ricette per gattini a base di latte e derivati che potrebbero tornare utili per i vostri pelosetti in fase di crescita.

Alimentazione dei gattini

gattino mangia latte
Un gattino beve il latte (Foto Pixabay)

C’è un momento nella vita di un gattino in cui occorre abituare progressivamente il cucciolo alla nuova alimentazione. Questo momento arriva intorno alle tre o quattro settimane dalla nascita.

Quando la produzione di latte da parte di mamma gatta inizia lentamente a diminuire.

A partire poi dal terzo mese di vita, quando il gattino viene svezzato, è possibile introdurre inizialmente piccole porzioni di alimenti prettamente dedicati a lui, a cui è possibile mischiare del latte.

Questa tecnica è ottima per favorire l’accettazione dei nuovi pasti, da parte dell’animale.

In questo articolo infatti proporremo delle ricette per gattini a base di latte e derivati, pietanze ricche di vitamine e minerali, particolarmente importanti in questa fase di crescita del micetto.

Inutile sottolineare che in commercio esistono diverse soluzioni che possono soddisfare il fabbisogno quotidiano del nostro gattino che tra l’altro non portano via neanche tempo per la preparazione.

Ma vuoi mettere la soddisfazione e l’amore che dimostriamo al nostro gatto nel preparare una pietanza appositamente per lui? Non c’è paragone!

Potrebbe interessarti anche: Ricette per gatti fatte dai bambini: polpette di pollo multicolori

Ricette per gattini a base di latte e derivati

È fondamentale sottolineare che in queste ricette per gattini a base di latte e derivati è necessario utilizzare latte di vacca senza lattosio o latte di capra (avente un indice di lattosio inferiore).

Questo perché quando il gattino raggiunge il periodo di svezzamento, la produzione dell’enzima chiamato lattasi (la cui funzione è quella di far digerire il lattosio acquisito dal latte materno), diminuisce progressivamente.

In questo modo l’organismo dell’animale si prepara al cambio alimentazione. Di seguito vi consigliamo alcune ricette per gattini a base di latte e derivati.

Ricetta N.° 1 (per gattini malnutriti)

Ingredienti:

  • 200 ml di latte intero senza lattosio;
  • 25 ml di crema di latte (preferibilmente con il 40% di grassi);
  • 10 g di burro;
  • 15 g di caseinato di calcio (che è la proteina del latte già isolata);
  • 1 tuorlo d’uovo;
  • cucchiaino di miele.

Preparazione

Unire tutti gli ingredienti e mescolare fino ad ottenere una consistenza del latte più densa e di un colore tendente al giallastro.

Riscaldare a bagnomaria il composto ottenuto, fino a quando non raggiunge una temperatura di 37° C.

Aspettare che torni a temperatura ambiente prima di offrirlo al gattino e con l’aiuto di una siringa sterile o di un biberon sterilizzato. Somministrarlo con cura e attenzione.

La formula può essere preparata anche 1 o 2 giorni prima di somministrarla, per poi essere conservata in frigorifero per non più di 2 giorni ad una temperatura media di 4 ºC.

Ricetta N.°2 (per tutti i gattini)

Ingredienti:

  • 250 ml di latte intero senza lattosio;
  • 150 ml di crema di latte (preferibilmente con il 40% di grassi);
  • 1 tuorlo d’uovo;
  • 1 cucchiaio di miele.

Preparazione

Mescolare tutti insieme gli ingredienti fino ad ottenere una consistenza del latte più densa e di colore giallastro.

Riscaldare a bagnomaria il composto ottenuto, fino a quando non raggiunge una temperatura di 37° C.

Riportare il composto a temperatura ambiente prima di offrirlo al gattino e con l’aiuto di una siringa sterile o un di un biberon sterilizzato somministrarlo al cucciolo.

La formula può essere preparata anche 1 o 2 giorni prima di somministrarla, per poi essere conservata in frigorifero per non più di 2 giorni ad una temperatura media di 4 ºC.

Ricetta N.°3 (per gattini con problemi di digestione)

Ingredienti:

  • 250 ml di latte di capra;
  • 150 ml di yogurt greco (senza lattosio è preferibile);
  • 1 tuorlo d’uovo.

La preparazione di questa ricetta avviene nello stesso identico procedimento che abbiamo utilizzato per le ricette precedenti, l’unica differenza consiste nei prodotti adoperati.

Potrebbe interessarti anche: Gattino troppo magro: come capirne le cause e i rimedi per farlo tornare in forma

Quanto latte può bere un gattino?

Il calcolo stimato della quantità di latte per un gattino, è di 20 Kcal al giorno per ogni 100 g di peso corporeo.

Gli esperti consigliano di somministrare da 6 a 8 pasti giornalieri per il gattino con intervalli di 3-5 ore tra di loro.

In fase di crescita è fondamentale mantenere la continuità e la regolarità nell’alimentazione del gattino.

Una cosa importante è di fare attenzione a non lasciarlo mai senza mangiare per più di 6 ore.

Questo vuol dire che il cucciolo va nutrito anche in piena notte e al mattino, proprio come se fosse un bambino.

Raffaella Lauretta