Home Gatti Alimentazione Gatti Il gatto può mangiare la bresaola? Benefici o rischi?

Il gatto può mangiare la bresaola? Benefici o rischi?

Il gatto può mangiare la bresaola? Vediamo quali gli eventuali benefici o rischi che sono legati al consumo di questo salume.

gatto chef
(Foto AdobeStock)

Molto spesso ci troviamo nella condizione di incertezza dove ci chiediamo se è possibile condividere il nostro cibo con il gatto.

Partendo dal presupposto che il micio possiede un apparato gastrointestinale totalmente diverso dal nostro, possiamo dedurre che il nostro cibo non è del tutto adatto al gatto.

Per quanto esso ne possa essere ghiotto, si tratta di alimenti che non giovano alla sua salute, poiché il gatto non essendo onnivoro ma carnivoro, ha delle esigenze specifiche in merito alla sua alimentazione. Scopriamolo nei prossimi paragrafi se il gatto può mangiare la bresaola.

Salumi al gatto

gatto mangia salame
(Foto AdobeStock)

Molto spesso, ci ritroviamo a tavola con il micio sotto la sedia che elemosina il nostro cibo, ai suoi occhi prelibato.

Tuttavia, è preferibile evitare di cedere alla tentazione di somministrare i nostri alimenti al gatto.

In particolare se sono salumi, in quanto sono alimenti che non hanno alcun beneficio sull’organismo dell’animale.

Laddove invece decidessimo di fare uno strappo alla regola, sarà molto meglio optare per salumi privi di pepe e meno grassosi, come ad esempio:

Mentre per quanto riguarda la carne di maiale è opportuno escluderla totalmente dalla dieta del gatto.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto può mangiare la trippa? Benefici di questo alimento

Il gatto può mangiare la bresaola?

gatto e bresaola
(Foto AdobeStock)

Alla domanda “Il gatto può mangiare la bresaola?” La risposta è No, in quanto salata e cruda.

La bresaola pur essendo un ottimo alimento magro, privo di glutine e lattosio, molto appropriato per chi ha bisogno di un elevato apporto proteico, per il gatto non è indicata.

Esistono vari tipi di bresaola, a seconda della carne che viene utilizzata: si può produrre a partire da carne di cavallo, di manzo, di cervo o di maiale.

Molto famosa è la bresaola della Valtellina, che utilizza carne di manzo cruda (che può mangiare anche il gatto ma non sotto forma di insaccato, ossia bresaola).

A differenza di altri affettati come prosciutto, salame e mortadella, la bresaola è un prodotto povero di grassi, ricco di proteine ma come gli altri salumi, molto ricca di sodio. Ragion per cui non è possibile somministrarla al gatto.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto può mangiare il salame, magari come premio? Rischi e benefici

Rischi

Il consumo di bresaola (anche se atipico come salume) può causare disturbi gastrointestinali nel gatto.

Fornire questo salume al gatto, può causare patologie all’animale che vanno a colpire il fegato, come ad esempio la pancreatite nel gatto.

In aggiunta può provocare la toxoplasmosi felina, una malattia molto pericolosa per gli animali. Una patologia che rientra nelle zoonosi, provocata da un parassita che può trovarsi all’interno della carne cruda di maiale, agnello e insaccati crudi vari.

Perciò solo attraverso la cottura possiamo essere sicuri di eliminare questo spiacevole microrganismo.

Inoltre come abbiamo precedentemente accennato, vi è un’eccessiva dose di sale che nuoce gravemente alla salute del felino, generando problemi ai reni, innalzamento della pressione arteriosa ed eventuali malattie cardiache.

Perciò, se il tuo gatto ha mangiato la bresaola e presenta sintomi come vomito, letargia o mancanza di appetito, ti consigliamo di avvisare immediatamente il veterinario.

Nonostante ciò se accidentalmente il gatto dovesse ingerire una piccola fetta di bresaola, non occorre andare in panico, in quanto una quantità minima non genera danni smisurati.

Raffaella Lauretta