Home Gatti Alimentazione Gatti Alimentazione del gatto Turco Van: dosi, alimenti e frequenza pasti

Alimentazione del gatto Turco Van: dosi, alimenti e frequenza pasti

Alimentazione del gatto Turco Van, i segreti di una forma fisica perfetta grazie ad un’alimentazione idonea a questa stupenda razza di gatto.

turco van
(Foto AdobeStock)

Un’alimentazione corretta permette al gatto di condurre uno stile di vita sano e soprattutto sfoggiare un manto sempre lucente.

Ecco perché è importante conoscere nello specifico quali sono i prodotti giusti da offrire al nostro gatto e in quali quantità onde evitare eccessi o carenze nutritive.

A tal proposito in questo articolo andremo a descrivere nello specifico l’alimentazione Turco Van, la frequenza dei pasti e le dosi adeguate alla razza.

Cosa dare da mangiare al Turco Van

Il Turco Van è un gatto dalle dimensioni medio grandi per cui necessita di un piano alimentare adeguato. Vediamo in cosa consiste.

cibo gatti
(Foto AdobeStock)

L’alimentazione del gatto Turco Van è basata prettamente su proteine animali, come del resto avviene per tutti i gatti. Predilige per lo più il cibo secco con l’aggiunta di cibo umido da integrare ogni tanto.

Anche gli stessi proprietari preferiscono il cibo secco per questa razza in quanto non crea danni allo stupendo manto di questa razza.

Gli alimenti di cui Turco Van può beneficiare, come avevamo accennato, sono le proteine animali, senza però escludere però carboidrati, grassi e quant’altro.

Nell’ordine devono essere introdotti ad ogni pasto del Turco Van, i seguenti valori nutritivi:

  • proteine: basilari in quanto utili alla formazione e al mantenimento dei muscoli, degli altri tessuti, del sangue ma anche per la rigenerazione e la conservazione delle cellule corporee e dei tessuti.
  • grassi: fonte di energia necessaria e sono i principali responsabili per il trasporto di sostanze nel corpo oltre che per il supporto e lo sviluppo delle articolazioni e del sistema nervoso;
  • carboidrati: fonte immediata di energia per affrontare uno sforzo improvviso come una corsa, un inseguimento, una fuga, uno stress improvviso ecc.
  • minerali: fondamentali per lo sviluppo ed il mantenimento dei tessuti;
  • vitamine: utili a mantenere forte e sano il sistema immunitario. È necessario però farne un uso appropriato, meglio ancora se ci si rivolge al veterinario.

Questi valori devono far parte dell’alimentazione del gatto Turco Van a prescindere che si usino i mangimi (in vendita nei negozi specializzati per prodotti di animali) o un’alimentazione fatta in casa (dieta BARF).

In tanti, optano per il cibo secco o umido confezionato ma altrettanto tanti sono quelli che amano preparare ricette per gatti con le proprie mani.

I prodotti con cui vengono preparati deliziosi manicaretti per i gatti sono principalmente: pollo, tacchino, manzo, salmone, tonno, trota, sgombro, fegato, polmoni, cuore, stomaco, frutta e verdura fresca e prodotti a base di latte fermentato.

Molto spesso ricorrono anche ad integratori vitaminici e minerali per sopperire ad alcune mancanze, ma sempre sotto consiglio e prescrizione del veterinario.

Potrebbe interessarti anche: La differenza tra l’Angora Turco e il Turco Van: da cosa capirla

Alimentazione del gatto Turco Van: dosi e frequenza dei pasti

Per la quantità di cibo da somministrare ad un gatto di razza Turco Van è opportuno regolarsi tenendo presente alcuni fattori.

turco van
(Foto AdobeStock)

Frequenza dei pasti e soprattutto le dosi non potranno mai essere uguali per tutte le razze di gatti.

Ogni razza, o per meglio dire, necessita di una quantità di cibo specifica per l’età, il genere, l’attività fisica, la salute e lo stile di vita.

Nel caso specifico del Turco Van, ovvero un gatto di taglia medio grande che pesa circa 9 kg, gli esperti consigliano di somministrare nei primi mesi di vita del gatto, 3 e 4 porzioni al giorno, da 25 a 30 grammi ciascuna.

Passando poi successivamente, a consumare per ogni chilo di peso corporeo, circa 40 grammi di alimento umido, che sia scatoletta o cibo preparato a casa.

Se si vuole ottenere il peso del cibo secco basterà dividere il risultato per 3.

Quando il gatto inizia ad invecchiare, ovvero, superati i 7 anni bisognerà adattare la dieta tenendo presente le sue esigenze, in modo da potergli garantire uno stato di buona salute, quanto più a lungo possibile.

Il Turco Van come pure gli altri felini, preferisce fare tanti piccoli e frequenti pasti, piuttosto uno solo e grosso.

Questo metodo può tornare utile anche per fare in modo che il cibo umido non vada a male se lasciato lì per l’intera giornata.

Naturalmente, come accennavamo prima, ogni esemplare è a sé e per poter soddisfare al meglio il fabbisogno del proprio gatto occorre tener presente dei fattori precedentemente indicati, in particolare modo la salute del gatto.

Se vuoi approfondire l’argomento sulla salute di questa razza. Ti consigliamo l’articolo relativo alle malattie del Turco Van.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta