Home Gatti Il gatto fa pipì sul letto: tutte le cause e i rimedi...

Il gatto fa pipì sul letto: tutte le cause e i rimedi per impedirlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:06
CONDIVIDI

‘Sul letto, no!’: eppure la fa proprio lì. E’ un dispetto o nasconde qualche problema di salute? Cosa sapere sul gatto che fa pipì sul letto.

Il gatto fa pipì sul letto
Il gatto fa pipì sul letto: cause e rimedi (Foto Pixabay)

A volte pare che il nostro micio si diverta a farci i dispetti. Uno dei più frequenti è il fatto di fare i suoi bisogni in posti della casa assolutamente inopportuni: praticamente ovunque tranne che nella bella lettiera che gli avevamo messo a disposizione. Ma quando il gatto fa pipì sul letto è il caso di capire il perché di questo suo comportamento, soprattutto per trovare il rimedio giusto per impedirglielo. Prima dunque di gettare via lenzuola e materassi, leggiamo cosa c’è da sapere sul gatto che fa pipì a letto.

Potrebbe interessarti ancheCosa rischio se fa il mio gatto fa pipì in condominio: cosa dice la legge

Pipì del micio ovunque: lo fa per dispetto?

Micio in primo piano
Micio in primo piano (Foto Pixabay)

Pensiamo davvero che il nostro gatto voglia colpirci in qualche modo o crearci dei problemi? Siamo sulla strada sbagliata! I nostri animali, fantastici anche per questo, non hanno la concezione del ferire o del fare del male, tanto meno alle persone che amano. A differenza di come si comportano certi ‘umani’ nei loro confronti, cani, gatti e altri hanno sempre una causa alla base di ogni loro comportamento e potrebbe trattarsi anche di un problema di salute.

Non si tratta sempre, come vedremo, di marcare il territorio, che è un comportamento tipico dei gatti ma non l’unico motivo per cui spruzzano urina ovunque, anche sui vestiti (leggi qui: Il gatto fa pipì sui vestiti: perché lo fa e come farlo smettere).

Il gatti fa pipì sul letto: che traccia lascia?

Solitamente per individuare il segno lasciato dall’urina del gatto, si utilizza il termine ‘marcatura’, che si distingue tra orizzontale e verticale. La prima è espressione di un disagio interiore, di un malessere, che non dipende dal desiderio di marcare il territorio. Capire la causa della marcatura orizzontale può essere più difficile perché in realtà il micio potrebbe farla ovunque si trovi.

Nel caso della marcatura verticale invece, il gatto maschio comunica che quello è il suo territorio (Leggi qui: Il gatto marca il territorio in casa: perché lo fa e come impedirlo)e di essere sessualmente attivi. Infatti questo comportamento è tipico dei gatti non sterilizzati (Leggi qui: Sterilizzare il gatto: vantaggi, tempistiche e consigli utili), che rilasciano la loro urina su superfici come muri, pareti, finestre (insomma su piani verticali).

Gatto fa pipì sul letto: tutte le cause possibili

Il gatto fa pipì sul letto
Il gatto fa pipì sul letto: tutte le cause e come trovare una soluzione (Foto AdobeStock)

Ma se non lo fa né per dispetto né per marcare il territorio, perché mai il micio urina sul letto del suo padrone? Le cause possono essere le più disparate e, per fortuna, non tutte riguardano problemi di salute del felino. Ecco quali sono.

  • Problemi con la lettiera: potrebbe non trovarsi a suo agio perché è troppo piccola, perché non è pulita bene e con frequenza (leggi qui: Come pulire la lettiera del gatto correttamente: i cinque segreti), oppure perché è posta in un luogo della casa troppo rumoroso e ‘affollato’. Al contrario potrebbe risultargli sgradevole l’odore dei detergenti che abbiamo utilizzato per pulirla (come ad esempio candeggina e ammoniaca) oppure non ha una lettiera tutta per sé ed è costretto a dividerla con gli altri felini di casa.
  • Traumi e cambiamenti: il gatto è un animale molto sensibile ed estremamente legato alla sua routine. Anche il più piccolo cambiamento potrebbe sconvolgerla e il micio ne risentirebbe immediatamente. Pensiamo a episodi violenti, traumatici o anche a traslochi (Leggi qui: Trasloco con il gatto: le regole d’oro per un cambio casa senza stress); inoltre potrebbe sentirsi ‘minacciato’ dalla presenza di un nuovo arrivato in casa (leggi qui: Preparare la casa all’arrivo di un nuovo gatto con sette semplici mosse). In tutti i casi potrebbe soffrire di depressione felina e chiudersi in sé stesso, cambiando del tutto le abitudini di un tempo.
  • Troppa gente o troppo poca: in entrambi i casi il micio potrebbe soffrire. Convivere con troppe persone in casa o con più animali contemporaneamente, senza possibilità di godere della sua privacy e dei suoi momenti di intimità è dannoso per lui quanto la solitudine. Anche il fatto di stare solo, magari per tante ore nel corso della giornata, potrebbe indurlo a fare la pipì a letto e ad altri atteggiamenti del genere.
  • Convivenza: sia che si tratti di felini sia che si tratti di adulti o bambini, il gatto potrebbe avere non piche difficoltà a dividere i suoi spazi e dimostrerà il suo disagio con atteggiamenti che apparentemente sembrano ‘dispettosi’. In particolare il rapporto tra gatti e bambini deve essere attentamente valutato, come abbiamo già trattato nel seguente articolo: Gatti e bambini: le razze feline più adatte per i più piccoli.
  • Problemi di salute: la sua incontinenza può anche avere una natura ‘patologica’. Pensiamo ad esempio alle infezioni alle vie urinarie o alla cistite nel gatto. In questo caso è assolutamente necessario portarlo a visita dal veterinario di fiducia. Anche la salute psicologica del felino è importante: un lutto, l’assenza prolungata di una persona o di un animale a lui caro, può sconvolgere la sua psiche e indurlo ad avere comportamenti strani.

Come impedire al micio di urinare nel posto sbagliato

Micio che dorme
Micio che dorme (Foto Pixabay)

Oltre ad educare il gatto ad usare la lettiera, possiamo anche creargli qualche ‘ostacolo’, ovvero chiudere la porta della stanza da letto. Sebbene possa sembrare una cosa ovvia, potrebbe non venire in mente immediatamente. La soluzione poi naturalmente si adatta alla causa scatenante: potremmo provare a stare più tempo con lui e farlo sentire meno solo, oppure garantirgli dei momenti e dei luoghi per la privacy; potremmo comprare tante lettiere quanti sono i gatti in casa oppure dargli da mangiare quando siamo a letto. I felini infatti odiano fare i loro bisogni nel luogo stesso dove fanno la pappa! Ma è importante dargli del cibo prima che urini sul letto, altrimenti potrebbe confondere il cibo che gli diamo come un premio per il suo comportamento.

Infine, ma non meno importante, la soluzione è affidarsi ad un etologo per avere i consigli giusti su come educare il gatto a non fare la pipì sul letto. Il veterinario invece serve soprattutto in caso di malattia o di infezione urinaria.

Francesca Ciardiello