Home Gatti Il gatto soffia al cane: perché si mostra così aggressivo e come...

Il gatto soffia al cane: perché si mostra così aggressivo e come gestirlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:09
CONDIVIDI

Micio e Fido non si sopportano? Perché e cosa fare quando il gatto soffia al cane e si mostra aggressivo e intollerante alla sua presenza.

Il gatto soffia al cane
Il gatto soffia al cane: perché lo fa e quando preoccuparsi (Foto AdobeStock)

Il micio pare proprio non gradire la presenza del cane in casa? I problemi di convivenza sono molto più frequenti di quanto immaginiamo: d’altra parte si tratta sempre di due animali che vogliono essere protagonisti, ciascuno a modo suo, e che si contendono l’attenzione del padrone. Insomma se un gatto soffia al cane per mostrare la sua aggressività e il disagio nei confronti dell’altro, vediamo quali possono essere le cause e quali sono i rimedi più efficaci.

Potrebbe interessarti ancheCosa fare se cane e gatto non vanno d’accordo: ecco alcuni consigli

I gatti soffiano: cosa significa questo comportamento felino

Micio con gli occhi semichiusi
Micio con gli occhi semichiusi (Foto Pixabay)

Il gatto che vuole far paura e mostrarsi aggressivo cosa fa? Soffia. In un certo senso questo comportamento del felino equivale al ringhio del cane e, come quest’ultimo, vuole mettere in guardia e intimorire l’avversario. Ma non è così scontato che si tratti di rabbia, perché potrebbe anche essere disagio ma anche una dimostrazione di paura nei confronti di qualcuno o qualcosa che minaccia la loro serenità.

Il soffio potrebbe essere accompagnato da sputi e da miagolii a voce bassa per essere ancora più ‘inquietanti’ (Leggi qui: Il gatto miagola forte? La Scienza spiega se è una cosa buona o cattiva). Quindi sostanzialmente un gatto soffia quando avverte e reagisce a una minaccia oppure quando vuole essere ‘rispettato’ e minaccia l’altro.

Il gatto soffia al cane: cosa vuole dirgli

Il gatto soffia al cane
Il gatto soffia al cane: le cause possibili e i rischi da evitare (Foto AdobeStock)

Se pensiamo a un micio che soffia ad un altro gatto, potremmo pensare che la causa sia legata al marcare un territorio minacciato dalla presenza dell’altro. Ma con il cane tutto questo non è così scontato: si tratta di due predatori. Ma ciò non significa che l’uno abbia la stessa considerazione dell’altro: per il gatto il cane è una preda da cacciare ma non viceversa.

Il messaggio che il micio vuole inviare a Fido quando soffia dipende dalle situazioni: se il gatto è il nuovo arrivato in una casa dove c’era un cane, è probabile che, con questo gesto, il gatto stia facendo ‘conoscenza’ con il cane (leggi qui: Presentare il cane al gatto: come farli incontrare in modo pacifico). Ma quest’ultimo potrebbe anche non comprendere e non accettare i dispetti del piccolo felino di casa e magari attaccarlo. Probabilmente il gatto sta dicendo a Fido: ‘Da oggi ci sono anche io. Accettami’.

Se invece si tratta di un gatto che soffia ad un cane cucciolo, appena adottato, lo fa perché si sente minacciato dalla sua presenza ed in un certo senso ne ha paura. Sente invadere il suo territorio, i suoi oggetti, i suoi luoghi ma soprattutto le attenzioni delle persone in casa e in particolare del suo padrone.

Potrebbe interessarti ancheInseparabili e tanto amati: la dolce storia di un cane e di un gatto

Rimedi al gatto che soffia al cane

Ma cosa possiamo fare per evitare sconti e battaglie in casa nostra tra cane e gatto? Quando vediamo un gatto che soffia al cane è opportuno adottare delle soluzioni che possano mettere in sicurezza l’uno o l’altro e magari trovare accorgimenti che tranquillizzino gli animi.

  • Non lasciarli mai soli: soprattutto all’inizio, quando i due ancora non si conoscono, non è prudente lasciarli ‘giocare’ da soli perché le conseguenze potrebbero essere molto pericolose per la salute di entrambi.
  • Diffusori in casa: pensiamo agli spray ai feromoni per gatti. Si tratta di sostanze nell’aria che tranquillizzano i gatti arrabbiati ed aggressivi (leggi qui: Riconoscere i segnali di aggressività del gatto e come trattarli).
  • Zone sicure: quando un cane piccolo o il gatto stesso si scontra con l’altro, si ha bisogno di posti in casa dove l’uno o l’altro possano sentirsi al sicuro. E’ una sorta di rifugio che garantisce loro protezione.
  • Tenerli separati: se vediamo che la situazione non tende a migliorare è necessario tenere i due animali distanti, magari in zone completamente opposte della casa.

Francesca Ciardiello