Home Gatti I gatti possono condividere la ciotola del cibo? Ciò che dovresti sapere

I gatti possono condividere la ciotola del cibo? Ciò che dovresti sapere

Hai più felini in casa e ti chiedi se possono mangiare tutti in una sola ciotola? Vediamo insieme se i gatti possono condividere la ciotola del cibo oppure no.

gatti possono condividere la ciotola
(Foto Adobe Stock)

Chi condivide la propria casa con più felini, spesso si pone alcune domande, come per esempio se i gatti possono condividere i giochi, la lettiera, la stanza e anche la ciotola.

Infatti sebbene possiamo notare molti gatti mangiare insieme nella stessa ciotola, ci viene il dubbio se sia la cosa giusta o meno da fare. Qui di seguito vedremo se i gatti possono o meno condividere la ciotola del cibo.

I gatti possono mangiare nella stessa ciotola?

Differentemente dai cani, i gatti non sono animali territoriali nei confronti della ciotola del cibo.

Gattini
(Foto Pixabay)

Per questo motivo potremmo facilmente notare come i nostri amici pelosi possano mangiare tutti insieme in una sola ciotola senza problemi.

Tuttavia, sebbene i nostri amici a quattro zampe si alimentino ugualmente anche non avendo ciotole separate, secondo alcuni esperti sarebbe opportuno che ogni gatto abbia la sua ciotola del cibo. Perché?

Innanzitutto i felini in natura sono cacciatori solitari, non condividono la loro preda e questo è uno degli istinti che si può presentare anche nei gatti domestici, soprattutto se il gatto in questione è dominante.

Infatti quest’ultimo preferisce mangiare da solo e sarà in grado anche di mangiare tutto il cibo presente nella ciotola lasciando gli altri gatti a digiuno.

Un altro punto da considerare, quando i gatti hanno a disposizione una sola ciotola di cibo è la dimensione delle porzioni. Dando ai nostri amici a quattro zampe una sola ciotola non sappiamo chi realmente si è nutrito e chi invece no.

Inoltre alcuni gatti potrebbero aver bisogno di mangiare di più mentre altri di mangiare di meno. Non sapere se il proprio Micio abbia mangiato poco o tanto può rendere difficile anche aiutare il gatto a dimagrire o a prendere peso.

Un altro motivo per cui bisognerebbe dare ad ogni gatto una ciotola diversa, è la necessità di dare ai felini cibo diverso. Infatti sappiamo bene che i gattini hanno un’alimentazione diversa dai gatti grandi.

Inoltre alcuni felini potrebbero seguire un’alimentazione più particolare in quanto soffrono di malattie particolari. Infatti un felino che soffre di diabete, dovrà seguire un’alimentazione per i gatti diabetici.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione del gattino: come nutrirlo nei suoi primi mesi di vita

I gatti possono condividere la ciotola dell’acqua?

Come detto in precedenza sebbene i gatti non siano territoriali per quanto riguarda la ciotola del cibo, sarebbe opportuno che ogni felino abbia la sua ciotola per mangiare separatamente dagli altri.

Il gatto non mangia ma beve
(Foto Adobe Stock)

Ma la ciotola dell’acqua può essere condivisa dai nostri amici a quattro zampe? La ciotola dell’acqua può essere facilmente condivisa da tutti i gatti.

Ciò perché, per quanto riguarda l’alimentazione i nostri amici pelosi vengono nutriti contemporaneamente, mentre per quanto riguarda l’idratazione il gatto beve solo quando ha sete e difficilmente tutti i felini possono aver sete nello stesso momento.

Tuttavia è consigliato mettere più ciotole d’acqua in giro per casa, in modo tale che i nostri amici a quattro zampe possano idratarsi ovunque essi si trovino.

Potrebbe interessarti anche: Perché bisogna tenere separate la ciotola dell’acqua e del cibo del gatto

Inoltre se pensate che uno dei vostri gatti beva molto, forse a causa di qualche patologia, potreste prendere una ciotola a parte per lui, posizionarla in una stanza dove far entrare solo il Micio e monitorare il suo consumo d’acqua giornaliero.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Marianna Durante