Home Gatti 11 Odori che piacciono ai gatti: ecco quali sono

11 Odori che piacciono ai gatti: ecco quali sono

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:15
CONDIVIDI

Proprio come l’essere umano e gli altri animali, anche i felini preferiscono annusare alcuni profumi rispetto ad altri. Vediamo insieme 11 odori che piacciono ai gatti.

Odori che piacciono ai gatti
11 Odori che piacciono ai gatti: ecco quali sono (Foto Adobe Stock)

E’ risaputo che i felini hanno il senso dell’olfatto molto sviluppato. Ciò può aiutarli in molte situazioni, riescono a percepire la vicinanza di un predatore o cosa può fargli del male e cosa no. Infatti sono capaci di captare profumi più intensamente rispetto agli esseri umani e proprio grazie a questa loro capacità possono avvicinarsi agli odori che amano di più. Voi conoscete quali sono i profumi desiderati dai vostri felini? Vediamo insieme 11 odori che piacciono ai gatti.

Potrebbe interessarti anche: Perché il gatto non sopporta l’odore degli agrumi? Scopriamolo

Gli odori che piacciono ai gatti: 11 profumi che amano

gatto fragole
Un gatto alle prese con le fragole (Foto Adobe Stock)

Profumo della frutta

Ai gatti piace l’odore della frutta, però fate attenzione! Non amano annusare tutta la frutta, anzi preferiscono fragole, melone e anguria, in quanto emanano un odore gradevole al loro piccolo nasino. Inoltre i felini possono trarre benefici dai frutti che possono mangiare, in quanto contengono fibre, vitamine e proprietà antiossidanti.

Profumo dei fiori

Anche il profumo dei fiori attira molto l’attenzione del micio, soprattutto se si tratta di rose, gigli e margherite. Ciò nonostante è consigliato evitare di posizionare tali piante in presenza del micio ma di usare profumi ambientali con tali fragranze. Inoltre ricordate che ci sono alcune piante che possono essere tossiche per il vostro amico peloso.

Lavanda

L’odore della lavanda non piace a tutti i gatti, alcuni di essi infatti la evitano. Ciò nonostante se il vostro amico peloso ama questo profumo, potreste utilizzarlo come deodorante per casa oppure per far rilassare il vostro gatto. Infatti è stato dimostrato che il profumo della lavanda ha un effetto calmate anche sui felini aggressivi.

Timo

Un altro aroma che aiuta a tranquillizzare i felini è il timo. Inoltre l’infuso di questa pianta è molto efficace per gli occhi del gatto, in quanto lo aiuta a curare le infiammazioni o irritazioni. D’altro canto bisogna sottolineare che anche il timo, come la lavanda, non è amato da tutti i felini.

Erba gatta

gatto erba gatta
Il gatto e l’erba gatta

Una pianta molto amata dai felini è l’erba gatta. Quest’ultima è capace di influenzare l’umore del vostro micio, per questo è consigliato tenerla in casa. Infatti l’erba gatta sprigiona un profumo che rende il gatto giocoso e iperattivo, in quanto stimola la mente del vostro micio.

Menta e Basilico

Se il vostro amico a quattro zampe ama l’erba gatta, non può non amare la menta ed il basilico, in quanto queste ultime piante appartengono alla stessa famiglia dell’erba gatta ed anch’esse stimolano la mente del gatto. Hanno lo stesso effetto della pianta descritta nel paragrafo precedente.

Valeriana e Camomilla

Altre piante molto amate dai gatti sono la valeriana e la camomilla. La prima quando viene annusata o mangiata dal micio inizialmente può far sembrare che il vostro gatto sia in preda alla follia, ma successivamente, lo rilassa. La seconda oltre a rilassare il vostro amico peloso, è molto efficace anche per trattare un’infiammazione agli occhi del micio.

Ulivo

Un’altra pianta che ha l’effetto narcotizzante sul felino è l’ulivo. Infatti quest’ultimo rilascia l’oleuropeina, una sostanza capace di alterare il comportamento del gatto. Un po’ come l’effetto che provoca al micio l’erba gatta.

Caprifogli

L’ultimo odore che piace molto ai gatti è il profumo dei caprifogli. Questi ultimi sono parte dei fiori di Bach, ed hanno un effetto tranquillante sul micio. E’ importante però tenere lontano il gatto dalle bacche di questa pianta in quanto sono tossiche per lui. Inoltre l’odore dei caprifogli possono essere molto utili al felino quando è stressato, ansioso o soffre di insonnia.

Marianna Durante