Home Cani Alimentazione Cani I cani possono mangiare le nespole? Pro e contro di questo frutto...

I cani possono mangiare le nespole? Pro e contro di questo frutto estivo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:31
CONDIVIDI

I frutti che l’estate ha da offrire sono davvero tanti. I cani possono mangiare le nespole? Scopriamo i pro e i contro di questo alimento.

I cani possono mangiare le nespole? (Foto Adobe Stock)
I cani possono mangiare le nespole? (Foto Adobe Stock)

L’estate non porta con sé solo vacanze, mare (o montagna) e caldo torrido, ma regala anche una grande varietà di frutti: dal’anguria al melone, dal mirtillo al lampone fino alla classica pesca. Oltre ad essere molto gustosi sono l’ideale, se messi in frigo, per rinfrescarsi dalle temperature torride. E a volte condividiamo il nostro spuntino con Fido. Ma i cani possono mangiare le nespole? Scopriamolo insieme.

Potrebbe interessarti anche: Il cane può mangiare le zucchine? Scopriamolo insieme

Quando fa caldo

proteggere cane caldo
Il caldo può essere terribile anche per i nostri amici animali (Foto Adobe Stock)

Si sa, l’estate è una delle stagioni più amate in assoluto, soprattutto perché è sinonimo di vacanze. Ma ha anche delle piccole controindicazioni. A volte la temperatura è davvero insopportabile ed ognuno cerca di trovare refrigerio come può. Anche i nostri amici a 4 zampe hanno le nostre stesse esigenze.

Spesso dobbiamo darci da fare per rinfrescare il cane, soprattutto nei periodi in cui si raggiunge il picco della temperatura. Tra i vari modi che possiamo utilizzare c’è anche quello di far fare lo spuntino al cane con la frutta fresca. Come ben sappiamo infatti, Fido è un animale onnivoro.

Quindi la frutta rientra nella sua alimentazione, seppur con le dovute cautele. Infatti va pur sempre privilegiato un regime alimentare in cui la base principale è costituita dalla carne. La frutta completa i bisogni alimentari del cane, purché sia data come spuntino.

Le nespole

Nespole (Pixabay)
Nespole (Pixabay)

Tuttavia Fido non può mangiare tutti i frutti. Anzi, alcuni sono assolutamente vietati per lui. E le nespole? I cani possono mangiarle? La risposta è sì. Sono un’ottima fonte di vitamine, su tutte la A e la C. In particolare quest’ultima è fondamentale nella prevenzione di alcune patologie, tra le quali vi sono:

Insomma, una sorta di panacea per tutti i mali.

Potrebbe interessarti anche: Il cane può mangiare le more? Rischi e benefici di questo frutto estivo

Controindicazioni

Perché il cane piega la testa (Foto Adobe Stock)
E’ bene usare molta moderazione nel dare la frutta al cane (Foto Adobe Stock)

Come sempre però ci sono delle controindicazioni, e la parola chiave da usare quando parliamo di alimentazione del cane è moderazione. Le nespole non fanno eccezione. Infatti, non v’è dubbio che contengano delle sostanze benefiche per la salute del cane, tuttavia il consumo deve essere moderato.

Le nespole sono piene di zuccheri, quindi occorre evitare che il cane possa assumere una quantità non indicata per i suoi bisogni. Non è mai superfluo ricordare che dietro un consumo eccessivo di zucchero sono sempre in agguato patologie come il diabete canino. L’obesità  è un altro serio fattore di rischio.

Qualche consiglio utile

I cani possono mangiare le nespole? (Foto Adobe Stock)
I cani possono mangiare le nespole? (Foto Adobe Stock)

Ecco qualche consiglio utile da tenere in mente per un uso “illuminato” delle nespole:

  • Assicurati che la nespola piaccia al cane: i gusti, si sa, sono soggettivi, e i cani non fanno eccezione. Certo, la nespola contiene la vitamina A e C, ma se a Fido non piace non forzarlo. Ci sono tanti altri frutti che il cane può mangiare;
  • Sempre come spuntino: mai sostituire un pasto completo del cane con delle nespole. La frutta va dato come spuntino; insomma, un piccolo break per spezzare la fame tra un pasto e l’altro;
  • Occhio alle dosi: non esagerare con le porzioni. Due nespole per due, massimo tre volte a settimana possono bastare;
  • Servile fresche: le nespole sono un frutto estivo, dunque sfruttiamole. Va bene servirle fredde al cane, magari non esagerando con la temperatura del frigo.

Antonio Scaramozza