Home Gatti Razze di gatti più dispettosi: felini dal carattere permaloso

Razze di gatti più dispettosi: felini dal carattere permaloso

Razze di gatti più dispettosi esemplari molto vivaci che rendono la vita difficile alle loro famiglie umane. Vediamo quali le loro caratteristiche.

vaso rotto e gatto
(Foto AdobeStock)

Chiunque vive con un gatto, conosce molto bene il comportamento di questo animale e sa quanto in effetti ha la tendenza ad essere dispettoso.

Se paragonato al cane, possiamo affermare con convinzione che il gatto, avendo esso un’indole più selvatica, ha la propensione ad essere più provocatorio nei confronti dell’uomo.

Però se proprio dobbiamo dirla tutta, quella del gatto è solo una reazione, probabilmente dietro al suo comportamento c’è una spiegazione. Vediamo quali le razze di gatti più dispettosi.

Razze di gatti più dispettosi dal carattere permaloso

Quella del gatto è una risposta a un qualcosa che ha subito e non ha per nulla apprezzato.

gatti dispettosi
(Foto AdobeStock)

Un’azione compiuta dal suo amico umano e che può provocare nel gatto la perdita di punti di riferimento, frustrazione e ansia.

Naturalmente ogni animale poi è fatto in un modo, c’è chi ignora e chi reagisce alla cosa con qualche marachella.

In questo articolo andremo a descrivere le razze di gatti più dispettosi e le loro caratteristiche.

Razze di gatti più dispettosi

gatti dispettosi
(Foto AdobeStock)

Ecco l’elenco delle razze di gatti più dispettosi:

  • American Wirehair;
  • Abissino;
  • Burmilla;
  • Bengala;
  • Gatto europeo;
  • Chausie.

American Wirehair

L’American Wirehair è un gatto vivace, energico e scattante, con un carattere espansivo e autentico.

American Wirehair
(Foto AdobeStock)

È un ottimo compagno di giochi per i bambini, con altri gatti (e cani) si mostra socievole e giocherellone ma è leggermente dispettoso per vendetta.

Infatti rientra nelle razze di gatti più dispettosi. L’ American Wirehair è un gatto che ha conservato molto la sua indole da cacciatore e ama andare a caccia di piccole prede o di insetti che scova in casa o in giardino.

È molto curioso del mondo che lo circonda e degli esseri umani intorno a lui (in particolare quelli che appartengono al suo nucleo familiare).

Non è un grande miagolatore ma lo si sente solo se necessita di attirare l’attenzione. L’American Wirehair è un gatto di taglia media, con un peso che oscilla tra i 4 e i 7 kg.

Dotato di un’ossatura media, una muscolatura robusta e proporzionata, il pelo è folto e di media lunghezza, dai diversi colori quali il nero, il blu, il rosso, il crema, il bianco, l’argento o l’oro.

Ha un’aspettativa di vita media di 20 anni e più. È una razza naturale di gatti di origine americana, per la precisione dello stato di New York.

Abissino

Il gatto Abissino è molto giocoso, esuberante, attivo, e tanto affettuoso.

abissino
(Foto AdobeStock)

Non essendo una razza particolarmente delicata può restare tranquillamente all’aperto senza subire malanni.

Infatti adora molto arrampicarsi e vivere gli spazi esterni, perciò non ama restare tutto il tempo in casa.

Laddove la cosa dovesse accadere per qualche impedimento, l’Abissino vi si rivolterà contro attraverso diversi dispetti.

Se lasciato per diverse ore all’interno l’Abissino è una di quelle razze più dispettose che ci possano essere.

Tra l’altro adora stare in compagnia della sua famiglia umana e socializzare con tutti i membri sia umani che eventuali altri animali presenti in casa.

È un gatto di taglia media, il cui peso oscilla tra i 3 e i 5 kg, possiede un corpo allungato ma proporzionato.

Dotato di occhi ovali e obliqui, di colore gialli, verdi o nocciola; le orecchie sono grandi e triangolari; il mantello è corto, più scuro lungo la spina dorsale e presenta bande di colore su ciascun singolo pelo.

Ha un’aspettativa di vita media di circa 18-20 anni. È una razza felina originaria dell’Etiopia, chiamata anche Abissinia, successivamente introdotta in Gran Bretagna.

Potrebbe interessarti anche: Perché il gatto ci dà le testate? Il significato del comportamento del felino

Burmilla

Il Burmilla è un gatto adatto principalmente ai bambini piuttosto che per gli anziani.

burmilla
(Foto AdobeStock)

Questo perché non ama essere trascurato nel gioco e laddove dovesse accadere si esibirà in vari dispetti che solo lui sa mettere in pratica.

Si tratta di un gatto molto affettuoso con gli umani, vivace, giocherellone, intelligente e un gran chiacchierone.

Va d’accordo con cani e gatti preferibilmente di razza diversa dalla sua, anche se tutto sommato ha un carattere equilibrato con tutti.

Il Burmilla è un gatto di media grandezza, con un’altezza che va dai 23 e 35 cm e un peso compreso tra i 4 ed i 7 kg. Possiede una corporatura solida e muscolosa ma purtroppo tende a ingrassare.

Esistono però due varietà di Burmilla, che differiscono per il mantello: la prima a pelo semi-lungo sottile e morbido, la seconda a pelo più lungo e dalla consistenza più doppia.

Per quanto riguarda i colori possiamo trovare esemplari completamente diversi tra loro da quelli “classici” di colore bianco-silver (argento) fino a quelli cioccolato, crema, lilla e rosso.

Ha un’aspettativa di vita media di circa 12-15 anni. Il Burmilla è nato negli anni 80, da un Persiano Chinchillà e una Burmese lilla, due gatti appartenenti a una baronessa inglese.

Bengala

Caratterialmente il gatto Bengala è ribelle, vivace e imprevedibile, la sua indole da gatto selvatico viene fuori alla minima occasione.

gatto mario sparito
(Foto Pixabay)

Ama saltare ed esplorare, ha necessità di muoversi, affilare le unghie e tenersi in allenamento.

Malgrado ciò è in grado di adattarsi alla vita in appartamento in modo pacifico, con qualche dispettuccio occasionale dovuto allo stress che non riesce a sfogare.

È infatti opportuno dedicargli un angolo con giochi, tiragraffi ad albero e una cuccia. Il Bengala è un gatto di taglia grande, muscoloso e robusto, dalla forma allungata, che può arrivare a pesare anche 9 kg.

Il mantello appare del colore di base giallo, arancio o avorio e con delle macchie di color cannella, nero o marrone.

La sua testa è triangolare, gli occhi grandi (che possono essere gialli, verdi o azzurri nel caso della variante ‘Snow Bengal‘) e orecchie triangolari e dritte. Ha un’aspettativa di vita media di circa 15 anni.

Il gatto Bengala è originario degli Stati Uniti, dove nel 1963 la genetista Jean Mill incrociò per la prima volta un gatto leopardo asiatico (Prionailurus bengalensis bengalensis), un gatto domestico con un piccolo felino selvatico diffuso nel Sud-est asiatico.

Potrebbe interessarti anche: Perché il gatto ci dà le testate? Il significato del comportamento del felino

Gatto Europeo

Il Gatto Europeo ha una personalità indipendente, non molto affettuoso ma anzi particolarmente dispettoso.

Com'è il gatto europeo
(Foto Pixabay)

Questo perché ha mantenuto un lato selvatico del carattere che lo tiene impegnato alla caccia di piccole prede quasi tutto il giorno.

Ama poter essere libero di uscire all’aperto e mantenere la sua indipendenza. Un altro motivo per cui tende ad indispettirsi se non è soddisfatto e lo porterebbe ad allontanarsi da casa.

È un gatto dalle dimensioni piccole con un peso che varia dai 3.5 ai 4.5 kg. Dotato di pelo corto e lucido di colore soprattutto scuri, anche se la varietà più nota è quella con il mantello tigrato.

Possiede gli occhi di forma rotonda, disposti leggermente in obliquo, per lo più di colore marrone-scuro. Ha un’aspettativa di vita media di circa 15-20 anni.

Il gatto europeo, detto anche celtico dal pelo corto, si ritiene possa discendere dall’antico gatto egizio, mentre altri studiosi ritengono possa essere arrivato in Europa con le navi dei mercanti e dei soldati.

Potrebbe interessarti anche: Razze di gatti facili da addestrare: questi mici sanno imparare al volo

Chausie

Tra le razze di gatti più dispettosi c’è anche lo Chausie. Un gatto che seppur dispettoso e anche molto socievole perfino con gli sconosciuti.

Chausie
(Foto AdobeStock).

Perfetto per i bambini ma assolutamente inadeguato per gli anziani. È un gatto che adora il contatto con il proprio amico umano e impazzisce per le sue coccole.

Necessita di stimoli continui essendo un animale molto attivo, intelligente, forte, pieno di energie e vitalità.

Proprio per questo ha bisogno di grandi spazi, che però riesce a condividere con altri gatti e perfino cani. È un gatto di taglia grande, dalla muscolatura del corpo robusta, e un peso varia tra i 6 e 11 kg.

Lo Chausie è un gatto dal pelo corto e i colori si differenziano dal nero, al bruno, all’argento. Dotato di due occhi dalla forma ovale e dalle diverse sfumature di colori quali: verde, l’oro e il color nocciola.

Ha un’aspettativa di vita media di circa 12-14 anni. Lo Chausie, nasce dall’incrocio tra un gatto domestico e un gatto selvatico originario di alcune regioni dell’Asia Centrale, del Medio Oriente e dell’Africa.

Raffaella Lauretta